Borse

Vietati i vassoi di plastica per alimenti

La fase finale della fine della legge sulla plastica monouso entrerà in vigore il 1 maggio. Bandirà ufficialmente i vassoi di plastica sui nostri scaffali e i sacchetti di plastica riutilizzabili che non contengono un certo contenuto di materiali plastici riciclati.



Dopo borse, buste, stoviglie, cotton fioc, poi vassoi per i pasti da asporto, questa volta sono tutte le vaschette di plastica destinate al confezionamento dei generi alimentari, anche sugli scaffali, che saranno bandite nei negozi dal 1 maggio. L’ultimo passo nella legge sull’End of Single-Use Plastics Act del paese, entrata in vigore nel 2019.

Ma se da allora le mentalità si sono evolute, le buone pratiche non sempre seguono, come sottolinea Soazic Fleury, tesoriere dell’associazione Rifiuti Zero NC. “Rimango anche io un consumatore e mi rendo conto che i sacchetti di plastica stanno ancora circolando. Ci sono ancora dei commercianti che li distribuiscono, c’è chi non ha preso l’abitudine di venire [faire leurs courses, NDLR] con sacchetti di stoffa”lei osserva.

“Ha cambiato mentalità, un po’ anche le azioni, ma c’è ancora del lavoro da fare”lei osserva. “Ci sono ancora molte azioni di sensibilizzazione da mettere in atto affinché questo sia veramente approvato”continua Soazic Fleury.

Presidente del Comitato per lo sviluppo sostenibile del Congresso al momento dell’adozione della legge nazionale, Nina Julié, di Générations NC, era su iniziativa di questa legge antiplastica. Deplora anche questa mancanza di consapevolezza e comunicazione.

“Ci sono stati grandi progressi in questo settore, sia a livello di consumatori, sia a livello di attori economici, ma penso che questa legge avrebbe dovuto essere accompagnata maggiormente da una sensibilizzazione”crede il prescelto.

Purtroppo, per la Provincia Meridionale e per il governo, sento che questo lavoro non è stato fatto. Oggi capisco che alcuni attori economici si trovano un po’ soli e con le spalle al muro, per mancanza di sostegno.

Nina Julié, ex presidente della commissione per lo sviluppo sostenibile del Congresso

Per l’associazione NC Rifiuti Zero, il mancato controllo nei negozi è anche causa di un certo lassismo. Dal 1 maggio anche i sacchetti realizzati con materiali plastici riutilizzabili e riciclabili devono essere realizzati in tutto o in parte con materiali plastici riciclati.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment