Vestiti

Perché il riciclaggio non risolve il problema della sostenibilità della moda

Dai marchi che utilizzano la tecnologia più recente al lancio dei propri programmi di ritiro, si è parlato molto di riciclaggio nel settore della moda ultimamente. Ma quanto dei nostri vestiti viene attualmente riciclato? Secondo Fondazione Ellen MacArthurla cifra è inferiore a… 1%! Allo stesso tempo, un ulteriore 12% viene “downcycled” in articoli di valore inferiore: materiali isolanti, imbottiture per materassi o stracci.

Considerando che ogni anno nel mondo vengono prodotti 100 miliardi di capi di abbigliamento, usare vecchi vestiti per realizzarne di nuovi sembra un gioco da ragazzi. Questo è il motivo per cui il riciclaggio, che comporta l’aggiunta di valore ai materiali esistenti, è diventato così popolare negli ultimi anni. Questo è anche il motivo per cui l’upcycling, che implica l’aggiunta di valore ai materiali esistenti, è diventato così popolare. Ma il riciclaggio, che di solito comporta la trasformazione dei vestiti con mezzi meccanici o chimici, pone ogni tipo di problema.

Veduta di vestiti usati gettati via nel deserto di Atacama, ad Alto Hospicio, Iquique, Cile, 26 settembre 2021. – EcoFibra, Ecocitex e Sembra sono progetti di economia circolare che utilizzano i rifiuti tessili come materia prima. L’industria tessile in Cile sarà inclusa nella legge sulla responsabilità estesa del produttore (REP), obbligando gli importatori di abbigliamento e tessili ad assumersi la responsabilità dei rifiuti che generano. (Photo by MARTIN BERNETTI/AFP) (Photo by MARTIN BERNETTI/AFP via Getty Images)MARTIN BERNETTI

In questo momento i vestiti non sono fatti per essere riciclati“, spiega a voga Laura Balmondoresponsabile dell’iniziativa Make Fashion Circular presso il Fondazione Ellen MacArthurI materiali possono essere costituiti da un numero complesso di miscele diverse e al momento non ci sono tecnologie su larga scala in grado di separarli e riciclarli in fibre di alta qualità. Anche le sostanze chimiche utilizzate nell’industria della moda sono problematiche.

I brand che vogliono utilizzare materiali riciclati per produrre abiti si trovano quindi di fronte a diversi ostacoli: “Il costo di questi materiali può essere maggiore, il che rappresenta una sfida per alcune aziende“, Spiegare Kate Rileyresponsabile della strategia delle fibre e dei materiali sintetici presso Scambio Tessile.

Il poliestere riciclato viene sempre più utilizzato dai marchi che cercano di ridurre il proprio impatto sull’ambiente, ma il 95% di quel poliestere proviene in realtà da bottiglie in PET riciclate, piuttosto che da vestiti. “Se usi bottiglie in PET, rompi il cerchio di questo circuito chiuso: è più facile riciclare le bottiglie in altre bottiglie“, Spiegare Filippo Groganconsulente per la sostenibilità presso Eco-Età. “Mentre il poliestere riciclato è davvero difficile da riciclare [de nouveau].

Circolo vizioso

Quando si tratta di cotone riciclato, la qualità delle fibre rimane un problema. “Il metodo più comune di riciclaggio del cotone oggi è meccanico e quando si tenta di trasformare le fibre in filato sono più corte, quindi si degrada la qualità man mano che si procede.“, Spiegare Laura Balmondo. “Quello che vediamo come risultato è che le organizzazioni stanno mescolando altri materiali per rinforzarlo, come il poliestere. Ti ritrovi quindi ad affrontare la sfida di aver mescolato diversi materiali insieme.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment