Vestiti

In cammino per aiutare i profughi

Incapace di restare a guardare di fronte agli orrori della guerra in Ucraina, un imprenditore dell’Eastern Townships vola in Romania per distribuire migliaia di dollari in vestiti e prodotti per l’igiene ai rifugiati.

“Il sentimento di impotenza e di indignazione era molto, molto forte”, insiste Stéphane Beaudin, che non ha mai svolto prima una missione umanitaria.

“Più ci pensavo, più si imponeva, perché mi veniva tanto da ottenere quello che vedevo [dans les médias] “, Aggiunge.

Dopo alcune settimane di preparazione, l’aereo dell’uomo di 45 anni è decollato lunedì sera per Bucarest, la capitale rumena, situata nel sud dell’Ucraina.

Il suo bagaglio pesante comprende: vestiti, dentifricio, deodoranti e piccoli kit di pronto soccorso.

Una raccolta di $ 16.000

Con i circa $ 16.000 che è riuscito a raccogliere, l’ex insegnante di educazione speciale prevede di rifornirsi anche dall’Europa.

“Sappiamo che molti bambini hanno stivali invernali nei campi profughi, cita come esempio il residente di Farnham. Qui, è l’inizio dell’estate, ci sono 20 gradi. C’è un bisogno significativo di scarpe. Ne porto un po’ con me, ma ho intenzione di comprare molto anche lì. »

Per raggiungere il suo conto, il titolare di una ditta di pittura ha potuto contare sull’aiuto inaspettato di molti cittadini e commercianti.

“Ovunque ho bussato per chiedere aiuto, ho ricevuto un ‘sì'”, riassume il signor Beaudin. Ho detto no a molte cose, perché è impossibile [de tout transporter]Io volo come individuo, non come organizzazione. »

Gli uomini d’affari vengono coinvolti

Il negozio Sports Experts di Cowansville ha donato vestiti, mentre una farmacia Jean Coutu a Saint-Bruno ha fornito articoli per la cura del corpo.

“È commovente vedere famiglie che finiscono senza niente e vedere il mio amico che va lì per aiutarle, mi ha reso felice di dargli alcuni piccoli strumenti per aiutare le persone lì”, afferma Stéphanie Samson, co-proprietaria di Jean- Coutu.


Café 1792, di Bromont, ha donato $ 300 di caffè e muffin per una gara amichevole tenutasi questo fine settimana per finanziare il viaggio. Sono stati raccolti circa $ 1.000.

Un seguito da definire

Il percorso del padre di famiglia non è del tutto concretizzato.

Inizierà il suo soggiorno di tre settimane a Bucarest, dove si unirà a un amico.

Le sue varie conoscenze in Moldova e Ucraina dovrebbero quindi guidare la sua avventura.

“Non possiamo prevedere. Sento di essere solido per andarci perché i miei contatti sono buoni. So di avere qualcosa quando arrivo, ma dopo sarà in base alle esigenze”, sottolinea il signor Beaudin.

Hai informazioni da condividere con noi su questa storia?

Hai uno scoop che potrebbe interessare i nostri lettori?

Scrivici a jdm-scoop@quebecormedia.com o chiamaci direttamente al numero 1 800-63SCOOP.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment