Moda

Elettori disabili: come votare – Faire Face

Ultima linea retta prima delle elezioni presidenziali. Primo turno, 10 aprile. Secondo turno, 24 aprile. Procura, accessibilità, supporto…: tutto quello che devi sapere per poter esercitare i tuoi diritti di cittadino.

“Votato!” La legge prevede tutta una serie di disposizioni specifiche per le persone con disabilità.

Puoi essere accompagnato?

“Qualsiasi elettore che soffre di una certa infermità e che gli rende impossibile introdurre la sua scheda nella busta e infilarla nell’urna” ha diritto ad essere accompagnato da persona di sua scelta, specifica l’articolo L 64 del codice elettorale. Anche da un professionista (accompagnatore, educatore, ecc.), a meno che tu non sia sotto tutela.

Tale accompagnatore può entrare anche in cabina elettorale. O anche inserire la busta nell’urna per te. E se non sei in grado di firmare la lista delle presenze, se ne occuperà lui. Dovrà semplicemente aggiungere la menzione manoscritta: “L’elettore non può firmare”.

Nota: la tua guida deve avere la tessera elettorale. Ma non è necessario che sia registrato nella tua stessa sede.

Puoi preparare la tua scheda elettorale a casa?

Prima della votazione, ogni elettore riceve la professione di fede dei candidati e tutte le schede elettorali. Il D-Day, puoi portare con te la scheda scelta. Ma, arrivato al seggio, dovrai comunque prendere la busta e passare per la cabina elettorale.

Sei sotto tutela o curatela?

Hai il diritto di voto. Di persona o mediante delega, a qualsiasi parente o amico stretto, compreso il tutore familiare. Non puoi, invece, affidare tale procura al legale rappresentante incaricato della tua tutela (tutore o curatore professionale). Non più che ai dipendenti del servizio di assistenza che intervengono nella tua abitazione o in quelli della struttura in cui vivi. In quest’ultimo caso, inoltre, non hai il diritto di sollecitare i volontari che vi intervengono.

Non sei in grado di muoverti?

Darai una procura alla persona di tua scelta. Anche se iscritto nelle liste elettorali di un comune diverso dal tuo. Ma resta da fare questo documento, che richiede di recarsi di persona in una stazione di polizia o in una brigata di gendarmeria. O anche davanti al tribunale o al tribunale locale.

Tuttavia, l’articolo R 72-1 del codice elettorale prevede che, se una grave disabilità o malattia ti impedisce di muoverti, puoi chiedere che un agente di polizia venga a ritirare la tua procura presso il tuo luogo di residenza. Devi fare questa richiesta per iscritto e allegare una dichiarazione giurata che indichi che sei chiaramente impossibilitato a comparire.

In quel giorno, il tuo delegato verrà nel tuo ufficio e voterà al tuo posto.

Il seggio elettorale non è accessibile?

La legge prevede un obbligo di accessibilità degli uffici (locali, cabine elettorali e urne) e tecniche di voto per le persone con disabilità. “Qualunque sia il tipo di questa disabilità, in particolare fisica, sensoriale, mentale o psicologica”, specifica anche l’articolo L62-2 del codice elettorale. In caso contrario, sporgere denuncia presso la questura o la gendarmeria. Impossibile votare!

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment