Portafogli

La SEC afferma che gli scambi di criptovalute dovrebbero trattare i fondi degli utenti come proprie responsabilità

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti afferma che in futuro gli scambi di criptovalute devono trattare le risorse digitali dei propri utenti come proprie passività.

In un nuovo bollettino, la SEC afferma che le piattaforme di cripto-trading che proteggono le risorse digitali affrontano rischi unici non visti nei servizi finanziari tradizionali.

“Come parte di questi servizi, queste entità e/o i loro agenti possono proteggere le risorse crittografiche dell’Utente della piattaforma e anche conservare le informazioni sulla chiave crittografica necessarie per accedere alla risorsa crittografica.

Gli obblighi associati a questi accordi comportano rischi e incertezze unici non presenti negli accordi di protezione dei beni non criptoasset, inclusi rischi e incertezze tecnologiche, legali e normative.

L’agenzia afferma che, date le incertezze uniche inerenti alla fornitura di servizi crittografici, le aziende dovrebbero presentare passività nei loro bilanci per riflettere le risorse digitali dei loro utenti in loro custodia.

Nel suo bollettino, la SEC si riferisce alle piattaforme crittografiche come “Entità A”.

“La capacità degli utenti della piattaforma dell’Entità A di ottenere benefici futuri dalle criptovalute nei portafogli digitali in cui l’Entità A detiene le informazioni sulla chiave crittografica dipende dalle azioni dell’Entità A per proteggere le risorse. Queste azioni includono la protezione delle criptovalute e delle informazioni relative alla chiave crittografica e la protezione da perdite, furti o altri usi impropri.

I meccanismi tecnologici che supportano il modo in cui le criptovalute vengono emesse, detenute o trasferite, nonché le incertezze legali relative alla detenzione di criptovalute per conto di terzi, creano maggiori rischi per l’Entità A, incluso un aumento del rischio di perdite finanziarie.

Pertanto, fintanto che l’Entità A è responsabile della protezione delle criptovalute detenute per gli utenti della sua piattaforma, incluso il mantenimento delle informazioni sulla chiave crittografica necessarie per accedere alle criptovalute, il personale ritiene che l’Entità A dovrebbe presentare una passività nel suo bilancio per riflettere la sua obbligo di proteggere le criptovalute detenute per gli utenti della sua piattaforma.

La SEC afferma che si aspetta che le piattaforme crittografiche inizino a rivelare la natura e la quantità di risorse crittografiche detenute dai loro utenti nei conti aziendali entro il 15 giugno.

Controlla l’azione del prezzo

Non perdere un colpo: iscriviti per ricevere avvisi e-mail crittografici direttamente nella tua casella di posta

Seguici su TwitterFacebook e Telegram

Naviga nel mix giornaliero di Hodl

&nbsp

Controlla i titoli delle ultime notizie

Ricevi avvisi

Disclaimer: le opinioni espresse su The Daily Hodl non sono consigli di investimento. Gli investitori dovrebbero svolgere la loro due diligence prima di effettuare investimenti ad alto rischio in Bitcoin, criptovaluta o risorse digitali. Tieni presente che i tuoi trasferimenti e transazioni sono a tuo rischio e qualsiasi perdita che potresti subire è sotto la tua responsabilità. Il Daily Hodl non raccomanda l’acquisto o la vendita di criptovalute o asset digitali, né The Daily Hodl è un consulente per gli investimenti. Si prega di notare che The Daily Hodl si occupa di marketing di affiliazione.

Immagine in evidenza: Shutterstock/VolodymyrSanych/Natalia Siiatovskaia

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment