Moda

La moda si rimbocca le maniche

Blazer doppiopetto in cotone, Emporio Armani, € 690.

Appartengono al gruppo di coloro il cui corpo è lo strumento di lavoro. Maniche rimboccate, per anni questi uomini e queste donne hanno manipolato, trasportato, tirato, sollevato, spinto, pedalato, assemblato… rimboccarsi le maniche è il segno di questa classe operaia.

Motivo onnipresente nella pittura sociale, patriottica e femminista – come la famosa Rosie the Riveter che sfoggia i suoi bicipiti – evoca lo sforzo fisico e quelle generazioni di trimer il cui destino sembra anche piegato, arrotolato su se stesso. . La bellezza delle sagome così scolpite ci fa dimenticare il dolore e il dolore che le hanno modellate…

Rimboccarsi le maniche può esprimere la tua buona disposizione… ma anche evocare una certa casualità.

Facendo da soli questo gesto, i lavoratori del terziario, stacanovisti impiegatizi, si rimboccano le maniche della camicia quando nuovi obiettivi scoccano l’ora per dare una spinta. L’immaginario politico è carico anche di questi momenti della campagna elettorale in cui il candidato lascia cadere la giacca. Maniche rimboccate, a dimostrazione del fatto che non nasconde nulla nella fodera, cerca di giocare le sue carte sul tavolo, dritto negli occhi. Rimboccarsi le maniche può esprimere la tua buona disposizione… ma anche evocare una certa casualità.

Leggi anche: È nella borsa

Questo gesto assertivo ha il vantaggio di conferire un aspetto più atletico ai volti segnati da un lavoro sedentario e ai pranzi in mensa. Inoltre, ti permette di giocare con i diversi strati di abbigliamento, quella che gli anglosassoni chiamano l’arte di sovrapposizione.

Leggi anche: Da Madonna a Rihanna, la catena si scatena

Permette finalmente di indossare abiti troppo grandi, inizialmente destinati ad altri, come troviamo in tutte le correnti e controcorrenti della moda sotto il nome dienorme. Trench oversize, giacche, giacche, camicie e maglioni, al limite di un costume da clown se indossati così com’è, aspettando solo un semplice risvolto per portare al tutto quel tocco mancante di civetteria, questo giro o meno che regola il pezzo al corpo e gli conferisce un’elegante unicità.

Giubbotto in raso removibile, Fendi, 3.000 euro.
Camicia in cotone Matthieu, APC, € 165.
Giubbotto in poliammide, Bottega Veneta, € 1.700.
Giacca in lino e lana ricamata e camicia in organza di seta ricamata, Louis Vuitton, prezzo su richiesta e € 2.900.
Parka e cotone, Loewe, 2.800 euro.
Pleats Please Top plissettato, in poliestere, Issey Miyake, € 240.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment