Borse

Fai la spesa… senza distruggere il pianeta

Sì, dobbiamo limitare il consumo di plastica, o addirittura cercare di eliminarla del tutto. E non c’è dubbio che i sacchetti della spesa e simili siano uno degli obiettivi più diretti dell’ampio movimento per la protezione dell’ambiente. E nel vasto vortice di soluzioni più o meno utili, ecco BringIt.

Lanciata di recente negli Stati Uniti, BringIt è un’azienda gestita da due donne che offre una gamma di borse per la spesa che possono essere utilizzate, tra le altre cose, per lo shopping. E se c’è una quantità piuttosto sbalorditiva di questo tipo di borse, che dovrebbero essere più “verdi” delle buste monouso del negozio di alimentari (peraltro vietate nella loro forma più sottile, tra le altre, a Montreal, ma ancora ampiamente disponibili in una forma più spessa versione), diventa subito evidente che la maggior parte di queste borse contribuisce al problema, anziché aiutarlo a combatterlo.

Innanzitutto, un gran numero di sacchetti riutilizzabili sono fatti di plastica. Una plastica resistente, sì, ma pur sempre plastica. E la loro qualità è spesso all’altezza. Ciò non impedisce ai grandi magazzini di dedicarsi a un po’ di greenwashing pubblicizzando le loro borse “verdi” e “meglio per l’ambiente”.

Poi ci sono i sacchetti di cotone. Questa volta niente plastica, ovviamente, ma il cotone è sempre stata una fibra che richiede enormi quantità di acqua nell’ambito del suo sfruttamento. Non per niente il lago d’Aral ha praticamente finito di scomparire, dopo che le sue acque sono state utilizzate per la coltivazione intensiva del cotone nella regione.

Infine, un altro problema è la proliferazione di questi sacchetti riutilizzabili, siano essi di plastica o di cotone. È proprio necessario offrire una di queste borse in regalo quando si abbona ad una rivista, ad esempio?

Occorreva insomma trovare un’idea per cambiare le cose, e BringIt si è rivolto a borse realizzate con fibre di faggio ed eucalipto, due specie di alberi che, siamo certi, sono sfruttate in maniera “sostenibile”.

Senza plastica (o microplastica), questi sacchetti richiederebbero anche “il 90% di acqua in meno rispetto ai sacchetti di cotone”, assicura ancora l’azienda.

Dopo aver utilizzato per un po’ di tempo l’iTKit Shopping System, un nome un po’ altisonante per il set che comprende tutte le borse attualmente vendute da BringIt: una tote bag grande, una shopping bag, oltre a una serie di borse più piccole che possono essere utilizzate per trasportare frutta e verdura, tra l’altro, il verdetto è chiaro: tutte queste borse sono piacevoli da usare, oltre che piacevoli alla vista, con tessuti particolarmente morbidi.

È un po’ strano scrivere che un’azienda abbia trasformato il concetto di “borsa” abbastanza da renderlo degno di nota, ma BringIt offre un'”esperienza” che fa risaltare i suoi prodotti facilmente rispetto alle borse della spesa. E per $ 70, il set di quasi dieci borse è una spesa molto ragionevole. Naturalmente è possibile ottenere le borse singolarmente, con un prezzo da abbinare.

In effetti, il problema più grande che BringIt potrebbe incontrare è che i prodotti dell’azienda potrebbero far sì che altri sacchetti riutilizzabili meno desiderabili finiscano improvvisamente nella spazzatura…

Non perdere nessuno dei nostri contenuti

Incoraggiare Octopus.ca

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment