Moda

Elezioni presidenziali: una guida per l’utente

L’ordine della lista pubblicata dal Consiglio costituzionale è stato stabilito mediante sorteggio. Questo ordine viene utilizzato per la visualizzazione ufficiale delle elezioni.

Il presidente del Consiglio costituzionale ha annunciato, il 7 marzo 2022, la lista ufficiale dei candidati alle elezioni presidenziali. Sono dodici (leggi sotto) ad aver ottenuto almeno 500 sponsorizzazioni. I francesi sono chiamati alle urne il 10 e 24 aprile.

Il Presidente della Repubblica è eletto per un mandato di cinque anni, rinnovabile una volta. Si tratta di una votazione first past-the-post in due turni a suffragio universale diretto. Per essere eletto, un candidato deve ottenere la maggioranza assoluta dei voti espressi. Non è richiesta una partecipazione minima. Qualora nessun candidato ottenga la maggioranza assoluta al termine del primo turno, si procede a un secondo turno tra i due candidati di testa.

Dal lancio da parte del governo, all’inizio di gennaio, di un portale dedicato, oltre 2,5 milioni di persone si sono registrate per poter votare. Un dato in forte aumento rispetto alle ultime elezioni regionali e comunali. L’astensione resta tuttavia una grande incertezza in queste elezioni. Secondo uno studio condotto a metà marzo dalla società Odoxa-Backbone Consulting, quasi un elettore su quattro potrebbe non adempiere al proprio dovere civico il 10 aprile.

Per votare devi avere almeno 18 anni, essere di nazionalità francese e ovviamente essere iscritto nelle liste elettorali. A Vénissieux, 29.371 elettori sono chiamati alle urne nei 29 seggi elettorali della città. Che sarà aperto dalle 8:00 alle 19:00. Ad ogni iscritto è stata spedita una nuova tessera elettorale. Indica l’indirizzo e il numero del seggio elettorale. Tale tessera non è però indispensabile, è sufficiente un documento di identità con foto.

Se non sei in grado di votare, prendi in considerazione il voto per delega: facendo una richiesta online sul sito maprocuration.gouv.fr – che deve poi essere convalidata in una stazione di polizia – o recandoti direttamente in questura con un documento d’identità. In teoria, puoi richiedere una delega fino al giorno prima delle elezioni. Ma la richiesta deve avere tempo per essere inviata, l’ufficio deve essere avvisato in tempo. In generale, diventa difficile avere la certezza di poter votare per delega se i provvedimenti non sono stati presi almeno tre giorni prima della scadenza delle elezioni.

Per quanto riguarda la campagna elettorale, è iniziata ufficialmente lunedì 28 marzo. Ciò si riflette nello spazio urbano con l’installazione di pannelli elettorali davanti a ciascun seggio elettorale. E nello spazio mediatico, fino a due giorni prima delle elezioni, osservando una rigorosa parità nel tempo di parola concesso a ciascun candidato.

La sera del 10 aprile avverrà in municipio, nell’aula del consiglio comunale, la proclamazione dei risultati del primo turno dove, come per ogni elezione, sarà posto in essere un apposito dispositivo.

I 12 candidati
L’ordine della lista pubblicata dal Consiglio costituzionale è stato stabilito mediante sorteggio. Questo ordine viene utilizzato per la visualizzazione ufficiale delle elezioni sui cartelli elettorali.

Nathalie Artaud
Fabien Roussel
Emanuele Macron
Giovanni Lassalle
Marine Le Pen
Eric Zemmour
Jean-Luc Melenchon
Anna Hidalgo
Yannick Jadot
Valerie Pécresse
Philippe Poutou
Nicolas Dupont-Aignan.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment