Orologi

Gli orologi Fitbit Ionic richiamati per pericolo di ustione

L’orologio connesso Fitbit Ionic è oggetto di una campagna di richiamo globale dopo che 118 casi di ustioni sono stati registrati in tutto il mondo. Gli utenti di questo modello sono invitati a smettere di usarlo. E sono completamente rimborsati.

Era iconica. Ma lei non lo è più. L’orologio connesso Fitbit Ionic è stato oggetto di una campagna di richiamo globale dal 2 marzo. Lanciato nel 2017, questo smartwatch (con GPS e schermo LCD a colori da 1,4 pollici), fuori produzione dal 2020, ha attirato l’attenzione della Consumer Product Safety Commission (CPSC). Questo cane da guardia del prodotto statunitense ha ricevuto 174 segnalazioni di surriscaldamento della batteria agli ioni di litio in tutto il mondo. Negli Stati Uniti sono stati osservati 115 casi di surriscaldamento, con conseguenti 78 casi di ustioni, alcune delle quali di terzo e secondo grado ai polsi degli utenti. Altri 40 casi di ustione sono stati registrati al di fuori degli USA.

L’azienda americana, che appartiene a Google da gennaio 2021, ha quindi avvertito chiaramente i propri clienti: “Se possiedi un Fitbit Ionic, smetti di usare il tuo dispositivo”può essere letto sul suo sito web. Un avvertimento che riguarda milioni di persone, perché 1,7 milioni di questi orologi sono stati realizzati a Taiwan. Circa un milione di copie dello Ionic sono state vendute negli Stati Uniti e 693.000 nel resto del mondo. Niente panico se possiedi un Sense, Versa 2 o 3 o qualsiasi altro modello Fibit. La procedura di richiamo riguarda solo lo Ionic, l’unico modello in cui è stato individuato un problema di surriscaldamento. “Dopo un’attenta indagine, abbiamo concluso che in casi molto rari (0,01%) la batteria dello smartwatch ionico potrebbe surriscaldarsi, causando un pericolo di ustione”indica l’azienda californiana di Mountain View. “La vostra sicurezza rimane la nostra massima priorità e stiamo facendo questo passo come estrema precauzione”.

Possiedi un Fitbit, ma non sai quale modello? Guarda dentro, alla base dell’orologio, sotto il marchio CE. Sopra la chiusura compare il numero del modello: FB503. L’orologio è disponibile in diversi colori del cinturino: blu ardesia/arancione, antracite/grigio fumo, blu grigio/grigio argento. L’edizione limitata Adidas è offerta in blu inchiostro e grigio ghiaccio/grigio argento. Se il tuo è uno di quelli descritti, Fitbit ti rimborserà per intero.

Per fare ciò, è stata messa in atto una procedura molto semplice. Basta andare sul sito dedicato e compilare il modulo di rimborso (basato su $299 negli USA). Una volta indicate le informazioni essenziali (nome, indirizzo postale, indirizzo email), ti viene inviato via email un codice di riferimento con un link. Devi fare clic su questo link in modo che Fitbit possa disattivare da remoto l’orologio associato al tuo account. Da quel momento in poi, lo Ionico diventa inutilizzabile. In rari casi, se questa desincronizzazione non avviene correttamente, ti viene inviata via e-mail un’etichetta di spedizione prepagata in modo che tu possa restituire l’orologio Ionic tramite il corriere DHL. Indipendentemente dalla procedura utilizzata, non appena Fitbit ha convalidato la tua richiesta, l’orologio viene completamente rimborsato entro tre o sei settimane. Per farsi perdonare, Fitbit offre subito uno sconto del 40% su una selezione di prodotti per 90 giorni. Se non sei riuscito a compilare il modulo, non esitare a chiedere aiuto al servizio post-vendita in Francia chiamando lo 0805 08 00 80.

Quali sono i rischi di indossare i braccialetti?

A parte questo episodio di ustioni, tieni presente che indossare orologi, collegati o meno, così come quello dei gioielli può causare irritazioni alla pelle. Alcune persone potrebbero essere allergiche ai materiali del dispositivo (gomma, lattice, metallo, nichel, ecc.) o diventarlo improvvisamente dopo alcuni mesi di utilizzo. Il nichel è particolarmente famoso per provocare allergie durante la notte, mentre chi lo usa potrebbe benissimo aver indossato l’oggetto in questione per anni! Questo metallo, molto presente nella bigiotteria, provoca spesso queste “allergie ritardate”. Il rischio di sensibilizzazione dipende dalla quantità di ioni nichel presenti e ovviamente varia da persona a persona, a seconda del contesto familiare (allergico o meno).

Ma non è solo la pelle sensibile che può soffrire. Il sudore e il calore durante l’uso per 24 ore possono anche causare arrossamento, secchezza, prurito e desquamazione in chiunque. Ovviamente, gli orologi connessi, utilizzati dagli atleti durante l’allenamento, sono particolarmente favorevoli a questi inconvenienti. Ma a differenza delle allergie, che nessuno può controllare, queste cause possono essere evitate o ridotte. Perfettamente consapevole di questi potenziali problemi, Fitbit ha anche pubblicato le istruzioni per la manutenzione dei propri dispositivi. E’ fortemente consigliato lavare il bracciale con un prodotto a pH neutro, mentre sono assolutamente vietati prodotti aggressivi (disinfettanti, saponi profumati, detersivi, ecc.).

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment