Vestiti

a Boutcha, corpi giacciono in una strada scoperta dopo la liberazione della città

Scene macabre in una città devastata dai combattimenti. I corpi di almeno venti uomini in abiti civili giacevano sabato 2 aprile in una strada di Boutcha, a nord-ovest di kyiv, che i soldati ucraini hanno appena riportato alle forze russe, ha notato sul posto un giornalista dell’Agenzia. Premi.

Uno degli uomini aveva le mani legate ei corpi erano sparsi per diverse centinaia di metri. Non è stato possibile determinare immediatamente la causa della loro morte, ma una persona aveva una grossa ferita alla testa.

Nei giorni scorsi le forze russe si sono ritirate da diverse località vicine alla capitale dopo il fallimento del loro tentativo di accerchiamento. L’Ucraina ha annunciato che Butcha era stato “liberato”ma questa città è stata devastata dai combattimenti: possono esserci buchi causati da proiettili nei condomini e molte auto distrutte.

La nostra diretta sul conflitto in Ucraina: Previsti pesanti combattimenti nel sud e nell’est del Paese

“Abbiamo già seppellito 280 persone”

Sedici dei venti cadaveri scoperti erano sul marciapiede o sul marciapiede. Tre erano in mezzo alla strada e un altro nel cortile di una casa. Un passaporto ucraino aperto giaceva a terra accanto alla persona che aveva le mani legate dietro la schiena con un pezzo di stoffa bianca.

Tutti i morti indossavano cappotti invernali, giacche o tute da ginnastica, jeans o pantaloni da jogging e scarpe da ginnastica o stivali. Due di loro erano sdraiati accanto alle biciclette, un altro accanto a un’auto abbandonata. Alcuni erano sdraiati sulla schiena, mentre altri erano a pancia in giù. La pelle dei volti sembrava cerosa, suggerendo che i cadaveri erano lì da almeno diversi giorni.

Venti corpi sono stati scoperti in questa strada di Boutcha, a più di diverse centinaia di metri, sabato 2 aprile.

Centinaia di morti sono state registrate in città, secondo il suo sindaco Anatoly Fedorouk. “A Boutcha abbiamo già seppellito 280 persone in fosse comuni”perché era impossibile farlo nei tre cimiteri del comune, tutti nel raggio di tiro dei soldati russi, ha detto il signor Fedorouk all’AFP. “Tutte queste persone sono state uccise (…). [Les Russes] li ha uccisi con una pallottola nel collo. » Aggiunse che tra gli abitanti della sua città che sono morti ci sono “uomini e donne di tutte le età”, “Quello che mi ha scioccato di più è stato un ragazzo di forse 14 anni”.

“In alcune strade vediamo dai quindici ai venti cadaveri a terra”di più “Non so dire quanti ce ne siano ancora nei cortili, dietro le palizzate”continuò il sindaco. “Finché gli sminatori non sono venuti a controllarli, è sconsigliato andarli a prendere” perché possono essere intrappolati, ha inoltre detto. “Queste sono le conseguenze dell’occupazione russa, delle azioni” del nemico.

Le operazioni di sminamento erano ancora in corso lì sabato, hanno detto i servizi di emergenza, dicendo che più di 640 ordigni esplosivi sono stati disabilitati lì da quando sono caduti nelle mani degli ucraini.

Secondo il sindaco di Boutcha, alcuni residenti “cercò di passare attraverso il [rivière] Bouchanka per conquistare il territorio » sotto il controllo ucraino. Le forze ucraine sono riuscite a penetrare completamente Boutcha solo uno o due giorni fa, che era inaccessibile da quasi un mese. I soldati ucraini presenti hanno distribuito aiuti alla popolazione per la prima volta da quando questa città è tornata al controllo del governo.

La nostra selezione di articoli sulla guerra in Ucraina

Il mondo con AFP

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment