Moda

“Voglio trasmettere la cultura delle scarpe” – Pierre-Luc Vigneault

ATTIVITÀ COMMERCIALE. Più che mai, il mercato è influenzato dalla cultura del web, dalle tendenze e dalle associazioni tra star di tutti i ceti sociali con vari prodotti. Pierre-Luc Vigneault ha sviluppato una passione per le scarpe e ha creato la sua azienda Drummondville, The Hypeclub, a soli 19 anni.

Intorno all’età di 13 anni, Pierre-Luc Vigneault aveva già iniziato a interessarsi all’attività di compravendita quando collezionava carte da hockey. Il tempo passava e la sua passione per gli affari non faceva che aumentare.

“Amo la moda e le influenze. Mi sono identificato con queste onde ed è quello che mi ha portato a “Sneaker Con”, un convegno di rivenditori di scarpe di tutto il mondo. Ero incuriosito ed è anche lì che ho comprato il mio primo paio di scarpe, Adidas Yeezy 350s, il cui design è stato realizzato da Kanye West”, racconta il giovane imprenditore che ammette di aver pagato 700 dollari per le sue scarpe.

Lentamente, Pierre-Luc Vigneault ha appreso le basi e le sottigliezze del mestiere prima di entrare ufficialmente in affari.

“Ero a Montreal e, per strada, un ragazzo voleva comprarmi le mie (scarpe) Yeezy che avevo ai piedi! È stato allora che ho visto che c’era un mercato e ho iniziato a scavare nell’argomento”, ha aggiunto Vigneault.

Il negozio di Notre-Dame Street ha più di 220 paia di scarpe. (Foto: Ghyslain Bergeron)

Usando Instagram, Facebook e altri mezzi di comunicazione, inizia a vendere sempre più scarpe, il che pone un problema di archiviazione. “Mia madre non capiva perché stavo comprando così tante scarpe! L’ho accumulato, ma sapevo che avrei dovuto vendere le mie azioni “, ha detto.

Gli affari andavano così bene che decise di provare un punto vendita permanente in rue Saint-Pierre. «Ho subaffittato i locali a conoscenti per due mesi. Con mia sorpresa, c’era una coda fuori dal negozio il giorno dell’apertura. La gente aveva dormito sul marciapiede. Mi ha scaldato il cuore vederlo. È stato incoraggiante”.

Anche se Drummondville non comprende ancora la cultura di questo tipo di attività, è iniziato un movimento verso Notre-Dame Street. Con l’aiuto di un amico per il lancio dell’azienda e il contributo della famiglia per l’allestimento dei locali, Pierre-Luc Vigneault era pronto ad invadere il mercato del Quebec.

“Voglio trasmettere la cultura della scarpa. Le persone non capiscono perché una scarpa può costare $ 700 e una identica varrà $ 2.000. Con la mia esperienza, posso educare e spiegare i piccoli dettagli (logo, cuciture, esclusivi) che fanno una grande differenza”, ha spiegato Vigneault.

La nuova sede di attività espone più di 220 diverse paia di scarpe, tra cui lo stendardo Nike e la serie Jordan. Bisogna aggiungere le edizioni limitate e le collaborazioni speciali che fanno delle scarpe dei modelli molto ricercati.

“Le persone vengono a toccare e vedere i prodotti. Loro sono ovunque. Allo stesso tempo, si assicurano che siano autentici. I miei dipendenti sono ben formati. Qui non c’è contraffazione, ve lo assicuro!”, ha concluso.

Anche abbigliamento da collezione, articoli “vintage” e accessori sono in mostra all’Hypeclub Drummondville.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment