Orologi

Orologi: queste (altre) novità che segneranno l’anno

L’ora dei fiori di Van Cleef & Arpels

eTra automi, orologi segreti e cosiddette complicazioni poetiche, il gioielliere Van Cleef & Arpels ha saputo scavare un solco promettente nel regno degli orologiai. La casa, che per un certo periodo si era ritirata dalle fiere di orologeria, torna con una generosa raccolta di novità. Oltre a un’impressionante collezione di stoviglie che racconta l’ora, l’orologio da polso Lady Arpels Heures florales cristallizza l’aspetto poetico del passare delle ore. In una cassa di 38 mm in oro bianco e diamanti, i laboratori si sono ispirati al concetto di orologio floreale immaginato dal botanico svedese Carl von Linné, nel suo libro filosofia della botanica nel 1751. Il quadrante tridimensionale raffigura lo scorrere del tempo grazie all’apertura e chiusura di 12 corolle. Leggere l’ora diventa allora uno spettacolo, mentre i fiori sbocciano e si chiudono, rinnovando il paesaggio del quadrante ogni 60 minuti.

Van Cleef & Arpels, Lady Arpels Floral Hours.

LEGGI ANCHEOrologeria: queste le novità che segneranno il 2022

Il tempo di Hermès da altrove

È lo spirito del viaggio che Hermès celebra quest’anno. A modo suo, ovviamente. È GMT, ora mondiale? L’Arceau offusca le tracce a prima vista. È soprattutto un bell’oggetto in platino e titanio o in acciaio, riconoscibile per la sua cassa rotonda asimmetrica. Il meccanismo “viaggiatore nel tempo” appositamente sviluppato visualizza 24 fusi orari in un disco circolare. Il satellite orbita su una mappa fantastica, immaginata qualche anno fa per illustrare la piazza “Planisfero di un mondo equestre”. Il contatore mobile e l’indicazione dell’ora di casa a ore 12 sono azionati da un modulo di 122 componenti, riuniti in soli 4,4 mm di spessore, che è integrato nel movimento meccanico a carica automatica di manifattura Hermès H1837, l’intera visualizzazione dell’ora, minuto e secondo fuso orario con indicazione delle città. Ingegnoso.

Hermès, Arceau il viaggiatore del tempo.

LEGGI ANCHEOrologi & Meraviglie Day 2: finalmente svelati i progetti top secret

L’arte dell’unità di Panerai

Nessuna grande novità quest’anno in casa Panerai, che gioca la carta della coerenza rafforzando le proprie iniziative a favore dell’orologeria sostenibile (entro il 2025 la collezione sarà per il 30% disegnata e prodotta con materiali riciclati), rinnova il suo ruolo di sponsor ufficiale della Luna Rossa Prada Pirelli team in occasione del 37e Coppa America e arricchisce la sua linea di punta di orologi subacquei con il Submersible QuarantaQuattro. Quest’ultimo racchiude in sé tutte le caratteristiche che hanno decretato il successo della gamma: è quindi resistente all’acqua fino a 300 metri e adotta il ponte brevettato di protezione della corona, inseparabile dalle avventure marine di Panerai. Inoltre, una lunetta girevole unidirezionale per la misurazione del tempo di immersione e applicazioni in metallo rivestite di Super-LumiNovaTM bianco rendono questo orologio lo strumento ideale per i subacquei. Le più fashion opteranno per l’edizione speciale Luna Rossa nei colori della squadra.

Panerai, Sommergibile QuarantaQuattro Luna Rossa.

LEGGI ANCHEUn Rolex con corona a sinistra!

L’avventuriero di Tudor

Osservate con la stessa impazienza dei lanci Rolex, le novità Tudor mantengono le promesse. Protagonista di questa edizione dello spettacolo, il Black Bay Pro è un avventuriero che gioca anche la carta delle complicazioni grazie al suo calibro di manifattura dotato di GMT. Una funzione molto pratica che permette di localizzarsi nell’ora locale senza perdere di vista l’ora di un altro fuso orario. Sebbene si tratti di un modello completamente nuovo per Tudor, le sue curve ricordano a prima vista quelle del Rolex Explorer II 1655, a cui sono stati aggiunti elementi caratteristici Tudor. Troviamo, ad esempio, le famose lancette “Fiocco di neve”, firma degli orologi subacquei della casa introdotti nel 1969; la corona senza protezioni ei fori passanti delle anse. Amiamo le sue proporzioni compatte (39 mm di diametro), il quadrante bombato nero opaco e gli indici ora applicati direttamente al quadrante in ceramica luminosa monoblocco. Sono disponibili tre opzioni di cinturino: tessuto Jacquard nero, gomma ibrida e pelle o acciaio 316L rivettato con chiusura a regolazione rapida Tudor “T-fit”. Una sottile combinazione di codici estetici storici e orologeria contemporanea.

Tudor, Black Bay Pro.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment