Borse

In vitry, il mercato va a zero plastica

“Niente più sacchetti di plastica con quello, eh?” Conto su di te ! Pierre Bell-LLoch, sindaco (PCF) di Vitry, era lì per avvertire i clienti che la plastica è ormai bandita dai due mercati della città, ma anche per fare loro un regalo. Queste borse della spesa di juta, marchiate Vitry-sur-Seine e “J’aime mon marché” hanno tutte fatto scalpore.

Solo questo sabato mattina al mercato centrale sono state distribuite 1.300 borse riutilizzabili e questa domenica mattina altre 700 saranno offerte ai clienti del mercato dell’8 maggio.

Dalle ore 9:00 e dall’inizio dell’operazione speciale “Zero plastica”, i clienti si accalcano tra i due funzionari eletti presenti. E cercando di prendere una seconda borsa della spesa per suo padre, sua madre, sua figlia… “Sono davvero buone, l’idea è fantastica” dice un cliente. “Lo useremo quotidianamente, non solo per il mercato, è l’iniziativa che può farci evitare le buste usa e getta”, assicura un altro.

“Sacchetti di carta fino a cinque volte più costosi di quelli di plastica”

L’anno scorso erano già state distribuite 4.000 borse della spesa e i commercianti le vedono ancora circolare nelle mani dei clienti. Ma non cambi tutte le tue abitudini in una volta. “All’inizio rinunciare alle buste di plastica era dura, ricorda questo commerciante che lavora anche nella vicina città di Choisy-le-Roi, che dal 2016 è già a zero plastica. Adesso le persone vengono con le loro buste della spesa e anche alcune loro contenitori, sta procedendo! »

Vitry, questo sabato mattina.  Per i commercianti sono stati ordinati sacchetti di carta Kraft e imballaggi più ecologici.
Vitry, questo sabato mattina. Per i commercianti sono stati ordinati sacchetti di carta Kraft e imballaggi più ecologici.

Questo sarà senza dubbio il prossimo passo in Vitry. Ma già, grazie all’acquisto collettivo di imballaggi più rispettosi dell’ambiente, i commercianti si stanno unendo. Questo sabato sono stati offerti anche i primi sacchetti e imballaggi di carta kraft ai commercianti. Un sottile strato di plastica, ma riciclabile, rimane sugli speciali imballaggi ordinati per macellerie e pescherie.

“In Vitry abbiamo il supporto della città, improvvisamente si evolve a tappe, accoglie Djamel, venditore di prêt-à-porter. Non è facile per noi perché questi nuovi imballaggi in kraft costano fino a cinque volte di più dei sacchetti di plastica! Ma con gli ordini all’ingrosso, ci arriveremo. »

Sanzioni da qualche tempo se necessario

Quanto al divieto di commercializzazione della plastica, inserito nel nuovo regolamento interno, la città inizia comunicando e farà prevenzione con la propria polizia municipale. “E tra poco arriveremo a sanzionare se alcuni commercianti non rispettano le nuove normative e la loro plastica zero”, specifica Valentin Ierg (PS), vicesindaco incaricato dello sviluppo locale e sportivo e dell’iniziativa di questo fine settimana negoziare con il gestore del mercato.

I clienti, per la maggior parte, intendono anche iniziare. Come Bun Lao, che viene ogni fine settimana in almeno uno dei due mercati di Vitry, dove vive. “Mi fa impazzire quando torno a casa dal mercato e butto via imballaggi e altri sacchetti di plastica, e persino sacchetti di frutta e verdura”, dice il pensionato. Non importa quanto selezioniamo, c’è ancora troppa plastica nelle nostre vite. Queste borse della spesa, ad esempio, sono un ottimo inizio! »

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment