Moda

Account di formazione hackerato. Come recuperare i tuoi diritti

Da luglio 2021 non è più possibile trasferire sul proprio conto personale di formazione (CPF) le ore maturate nell’ambito del diritto individuale alla formazione. Il tasso di chiamate ed e-mail su questo argomento è rallentato, ma non del tutto scomparso. Dopo le truffe sul rinnovamento energetico, le truffe CPF sono state la piaga degli ultimi mesi. Va detto che il pubblico potenziale è significativo: in Francia, 38 milioni di lavoratori beneficiano dei diritti previsti dal CPF. Tra il 2020 e il 2021 sono state segnalate ai servizi amministrativi 4.948 segnalazioni (dato RTL). Il numero delle vittime è senza dubbio ancora maggiore. Il procedimento è sempre lo stesso: ricevi una telefonata o una mail che ti invita a usufruire di una formazione “gratuita”. Al telefono, la persona, che afferma di appartenere alla piattaforma Il mio account di formazione, si offre di aiutarti a far valere i tuoi diritti alla formazione. Per fare ciò, ha semplicemente bisogno che tu le fornisca il tuo numero di previdenza sociale e la password per il tuo account di formazione personale. Se non hai ancora creato un account, si offre di aiutarti a farlo. Non si tratta di accettare: né la Caisse des dépôts, che gestisce la piattaforma, né Pole emploi, né il Ministero del Lavoro chiamano sul tuo CPF. L’obiettivo del tuo interlocutore è quello di estrarre queste informazioni da te e iscriverti a un corso di formazione “falso”, e quindi recuperare i soldi dal tuo CPF.

registrato a tua insaputa? è una frode!

Se sei caduto vittima di questa truffa, non tutto è perduto. La prima cosa da fare è cambiare immediatamente la password: la cosa migliore è crearne una complessa, dedicata a questo solo uso, e annotarla. Quindi, controlla la cronologia del tuo CPF. Potrai quindi vedere le connessioni di cui non sei l’autore. Se ti rendi conto di essere stato registrato per la formazione a tua insaputa, questa è ovviamente una frode. Prima di segnalarlo, moltiplica gli screenshot per poter supportare il tuo reclamo. Avrai, infatti, bisogno di diversi elementi: il numero di telefono o l’indirizzo e-mail con cui ti hanno contattato i truffatori, le date e gli orari in cui si sono collegati al tuo account, il nome del corso a cui ti hanno iscritto, i recapiti dell’ente di formazione, il numero della pratica di formazione, l’importo sottratto… Puoi farti aiutare dalla piattaforma Infotruffe del Ministero dell’Interno, allo 0 805 805 817 (chiamata gratuita). Questi elementi raccolti, è quindi possibile effettuare un report sulla pagina “Attenzione” della piattaforma Il mio account di formazione. Questo approccio è sia collettivo (cancellazione di organizzazioni disoneste) che individuale: se l’inganno è dimostrato, al tuo CPF verrà accreditato l’importo sottratto. Presentare una denuncia alla polizia è l’ultimo passo.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment