Orologi

Scopri il nuovo Patek Philippe più sorprendente

PPossedere un’esperienza di quasi due secoli nel campo della tecnologia dell’orologeria, materializzata da un centinaio di brevetti, consente molte libertà. E un po’ di audacia creativa. Ad esempio, quella di combinare per la prima volta due delle complicazioni padroneggiate alla perfezione dalla manifattura svizzera, il calendario annuale e la funzione del tempo di viaggio. Un matrimonio pronunciato sotto gli auspici di un design modernissimo che forse non ci aspettavamo. Nasce così la referenza 5326G-001.

Un’utile doppia complicazione quotidiana

Sotto un quadrante sobrio e dinamico, questo segnatempo è in linea con la linea di complicazioni cosiddette “utili” di Patek Philippe, ovvero fornire un vero servizio nella vita di tutti i giorni. Questo campo espressivo è posizionato ai margini delle grandi complicazioni, che sono più simili a esercizi di stile e manifestazioni tangibili di virtuosismo tecnico. Così, nel 1996, la Maison ginevrina aveva brevettato un calendario annuale. Ciò offriva un calendario completo di giorno, data e mese che richiedeva una sola correzione manuale all’anno. Poi, nel 1997, è nato anche un sistema per la visualizzazione di un secondo fuso orario di viaggio. Nel 2022 Patek Philippe unisce per la prima volta queste due funzioni in un unico orologio, con il desiderio di offrire una grande facilità d’uso.

LEGGI ANCHEOrologi & Meraviglie Day 2: finalmente svelati i progetti top secret

Una custodia Calatrava con lati guilloché

Per raggiungere questo risultato, questo nuovo calendario annuale Travel Time 5326G-001 è stato dotato di un movimento automatico senza precedenti che è stato oggetto di otto brevetti. Si caratterizza in particolare per la sua data indicizzata all’ora locale e che cambia, avanti o indietro, quando il fuso orario viene corretto. Per offrire questo calibro il cui nome ricorda un messaggio in codice (31-260 PS QA LU FUS 24H), la manifattura ha progettato un esterno completamente nuovo. Troviamo così una cassa Calatrava di 41 mm di diametro i cui lati sono decorati con un motivo Clous de Paris guilloché.

Un quadrante come una fotocamera

Basta uno sguardo all’orologio per notare il quadrante antracite in ottone stampato e galvanizzato (che adotta una leggera sfumatura nera lungo il perimetro), disegnato in stile vintage. Molto originale, si ispira, secondo i suoi designer, alla trama granulosa delle superfici metalliche delle macchine fotografiche di un tempo.

LEGGI ANCHEOrologi: queste (altre) novità che segneranno l’anno

Idem, ma semplificato

Per chi apprezza questo stile dirompente ma si accontenta delle indicazioni dell’ora, Patek Philippe propone una variante dell’orologio, in modalità semplificata. Questo coltiva gli stessi codici estetici per la cassa (leggermente ridotta con una larghezza di 40 mm) e il quadrante grigio, ma senza funzioni aggiuntive: il Calatrava referenza 5226G-001, animato dal calibro automatico 26-330 S C. Come al solito , il marchio ha progettato questi due fantastici pezzi con uguale enfasi sull’eccellenza tecnica ed estetica. La nobiltà obbliga.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment