Orologi

Orologeria: quattro novità che segneranno l’anno 2022

IWC: un nuovo crono da aviazione in ceramica

FProdotti a partire dal 2007 dalla manifattura di Schaffhausen, gli orologi IWC Top Gun devono il loro soprannome allo “Strike Fighter Tactics Instructor Program” della Marina degli Stati Uniti, un programma della scuola dell’aeronautica americana che forma i piloti ai massimi livelli in volo e tattica. Ecco perché le parti stampate Top Gun sono appositamente progettate con materiali robusti per soddisfare le esigenze specifiche dei piloti d’élite. E in questo settore, IWC – che produce orologi da pilota dal 1936 con il Mark 9 – è un pioniere, come azienda pioniera tra i primi innovatori nel settore dell’orologeria ad aver sviluppato ceramiche high-tech: resistenti ai graffi, resistenti e leggere – e lo sono stati dal lancio delle collezioni Da Vinci Perpetual negli anni ’80.

Nel 2022, in occasione della più grande fiera mondiale dell’orologeria attualmente in corso a Ginevra, IWC presenta i modelli Woodland e Lake Tahoe, due nuovi cronografi Top Gun Pilot pensati per le casse da 44,5 mm in ceramica color verde oliva.- un colore ispirata agli abiti da aviatore – oppure bianca e completata da fondelli in acciaio per il Woodland o in Ceratarium, materiale leggero e molto resistente, per la versione Lake Tahoe. Due orologi dall’aspetto monocromatico di grande successo che ospitano il calibro interno IWC 69380 con un’autonomia di 46 ore, quest’ultimo protetto da una gabbia in ferro per evitare il movimento dei campi magnetici.

LEGGI ANCHEUn Rolex con corona a sinistra!

Oris: svelata una nuovissima collezione

Per la sua prima partecipazione a Watches & Wonders, la manifattura indipendente di Hölstein alza il velo su una nuovissima gamma di orologi chiamata “Oris ProPilot X Calibre 400”. Un segnatempo che prende vita con l’ormai famoso calibro meccanico di manifattura, l’Oris 400, introdotto nel 2021 nei modelli Aquis e poi Big Crown Pointer Date e che ha stabilito un nuovo standard per l’orologiaio – e per l’industria – volendo. per essere accessibile e affidabile con una riserva di carica di 120 ore e proprietà antimagnetiche molto promettenti, tutte conformi all’Istituto ufficiale svizzero di prova dei cronometri (COSC) oltre ad essere resistente all’acqua fino a una profondità di 100 metri.

Per il resto, questa nuova collezione trae ispirazione dal patrimonio storico dell’azienda svizzera, più precisamente dall’expertise della casa nel campo degli strumenti di navigazione aeronautica. La linea riprende le curve spigolose e una lunetta seghettata, codici tipici degli storici orologi da pilota Oris, attraverso una nuova cassa in titanio da 39 mm – misura ideale e unisex – con finiture sabbiate e satinate che mostra quadranti semplici, minimalisti e colorati: blu, grigio o salmone. Infine, lato bracciale, troviamo, a fare da eco alla cassa, il titanio per un risultato contemporaneo molto ben eseguito.

Montblanc: un orologio da alpinismo senza ossigeno

Oltre al sorprendente “1858 The Unveiled Secret Minerva MonopusherChronograph” – il primo orologio Montblanc Minerva con quadrante aperto – la maison ha approfittato dell’evento Watches & Wonders per svelare agli amanti dei bellissimi ingranaggi il nuovo Montblanc “1858 Geosphere Chronograph 0″ ossigeno”. Un pezzo in titanio lucido da 44 mm che mantiene vivo lo spirito di avventura di Montblanc e si propone di esplorare nuove vette. È un segnatempo pensato per le vette innevate e dotato di un esclusivo movimento cronografo privo di ossigeno per gli esploratori moderni che necessitano di uno strumento ad alte prestazioni in condizioni estreme.

L’assenza di O2 nel movimento evita così la formazione di nebbia causata da notevoli escursioni termiche durante le uscite alpinistiche in alta quota. Questo evita anche qualsiasi ossidazione, che aumenta la vita dei componenti e migliora la precisione nel tempo con oli in particolare specifici in modo che il movimento mantenga una resa impeccabile a temperature che possono scendere fino a -50 gradi. Per la cronaca, Montblanc invierà presto la sua nuova referenza sulla cima dell’Everest per un test definitivo, al polso di Nimsdai Purja, il famoso alpinista che ha scalato le 14 vette più alte del mondo in sette mesi e di cui Netflix ha recentemente trasmesso un documentario filmare le sue imprese.

LEGGI ANCHEOrologi & Meraviglie Day 2: finalmente svelati i progetti top secret

Roger Dubuis: una leggenda Excalibur reinventata

Lanciato nel 2005, il modello Excalibur è diventato uno dei riferimenti più emblematici dell’azienda svizzera. Frutto dell’esperienza dell’orologiaio e della fantasia del designer Carlos Dias, l’orologio dal design impertinente e all’avanguardia si è diversificato con una gamma di oltre venticinque modelli, rivisitando ogni volta il mito arturiano su scala ridotta del polso. Oggi Roger Dubuis continua a portare avanti la sua ricerca e il suo lavoro nell’alta orologeria contemporanea e dirompente presentando il suo Excalibur in una versione chiamata “Monotourbillon”.

Questo “tesoro dell’orologeria”, come lo definisce la casa, è racchiuso in una cassa in oro rosa di 45 mm sigillata da una lunetta dentellata. Il monotourbillon al centro del quadrante – realizzato con ben otto strati decorativi – è contornato da dodici indici rappresentanti i Cavalieri della Tavola Rotonda, in oro rosa e microscolpiti uno ad uno. Nuovo UFO orologiero, nuove prestazioni obbligate. Roger Dubuis allarga così il diametro del suo bilanciere in modo da aumentarne la stabilità e quindi ridurre la sensibilità del movimento agli effetti della gravità.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment