Moda

Coco Labbée: celebrare la differenza | La stampa

Coco Labbée soffre di alopecia. È calva. Ma ciò non impedisce al giovane modello del Quebec di sfilare a Parigi. Ora a suo agio nella sua pelle, vuole aumentare la consapevolezza della diversità e incoraggiare l’accettazione di sé.

Inserito l’11 marzo

Olivia Levy

Olivia Levy
La stampa

Coco Labbée ha sfilato per la prima volta alla Paris Fashion Week il 3 marzo per lo stilista Rick Owens. Un’esperienza incredibile per la giovane modella del Quebec di 24 anni.

“Il designer americano Rick Owens è così stimolante, ha sempre proposto persone diverse, personalità forti. Incoraggia la diversità, è stato bello incontrarlo”, dice Coco Labbée, che è ancora a Parigi, una città che ama. “Ho anche incontrato Rihanna che era allo spettacolo! “, aggiunge.

Coco Labbée, che è calva, vuole parlare di alopecia, che è la caduta dei capelli. “Non è una malattia, sono perfettamente in salute, il mio corpo rifiuta i miei capelli, tutto qui”, dice.

  • Coco Labbée, modello Quebec

    FOTO DS SANCHEZ, FORNITA DALL’AGENCE CHANTALE NADEAU

    Coco Labbée, modello Quebec

  • FOTO GCALVINSTI, FORNITA DALL’AGENCE CHANTALE NADEAU

  • Selfie di Coco Labbée nel backstage della sfilata di Rick Owens durante la settimana della moda di Parigi

    FOTO FORNITA DA COCO LABBÉE

    Selfie di Coco Labbée nel backstage della sfilata di Rick Owens durante la settimana della moda di Parigi

1/3

Il problema è che le donne calve sono associate al cancro mentre agli uomini calvi non vengono poste domande. Uomini calvi, li vediamo ovunque, nelle riviste, nelle pubblicità, e sfilano sulle passerelle da molto tempo!

Coco Labbee

Secondo lei, il mondo della moda è sempre più aperto alla differenza, anche se alcuni brand non sono ancora pronti a presentare una donna come lei nella loro campagna pubblicitaria. “Forse è difficile identificarsi con me? Inconsciamente, le donne calve fanno paura e sono ancora associate alla malattia “, sottolinea quella la cui carriera sta decollando in questo momento. Oltre alla sua presenza alla Paris Fashion Week, ha realizzato servizi fotografici per la boutique SSENSE e per la rivista internazionale di moda Shön.

La giovane ammira la modella canadese Winnie Harlow, affetta da vitiligine. “Lei è magnifica. Ha reso le persone consapevoli della sua condizione, ne parla, è un buon esempio. »


FOTO BERNARD BRAULT, ARCHIVIO STAMPA

La modella Winnie Harlow al Gran Premio del Canada nel 2018

Un segreto pesante

Se Coco Labbée assume pienamente oggi, non è sempre stato così. Ha perso i capelli da piccola, a 10 anni. Una prova che ha trovato molto difficile. La ragazza ha evitato a lungo gli specchi, ha indossato parrucche per alcuni anni e ha sofferto di ansia.

“I miei capelli stavano cadendo, poi ricrescevano e cadevano di nuovo. Avevo dei punti calvi sulla testa, li ho mimetizzati, ho vissuto sotto stress per anni perché avevo sempre paura di perdere di nuovo i capelli”, spiega.

Ha mantenuto la sua condizione segreta per nove anni. “E ‘molto tempo, nove anni, per non dire nulla, per nascondere, per non presumere”, dice. È stato al CEGEP che ha trasformato questa differenza in forza. Ha affrontato l’argomento sui social network, poi è stata invitata dall’organizzazione americana Children’s Alopecia Project ad incontrare altri giovani come lei. Qui è dove tutto è cambiato.

Mi ha dato davvero fiducia, è come se fossimo una comunità, noi persone pelate, ci sentivamo a nostro agio. Questa organizzazione ha davvero cambiato la mia vita.

Coco Labbee

Nata a Trois-Rivières, si è trasferita a Montreal all’età di 19 anni. Ha iniziato a fare la modella intorno ai 18 o 19 anni. “All’epoca avevo i capelli e le chiazze, ma alla fine ho capito che stavo per inviare un messaggio forte essendo calvo e, soprattutto, mi sento molto meglio, questo è l’importante. Senza la mia alopecia, essere una modella avrebbe meno senso per me. »

Accetta te stesso

” Sono diverso. Ho un aspetto piuttosto unico, a volte può essere inquietante entrare in una stanza e rendersi conto che non c’è nessuno che mi assomigli. La moda è un ambiente difficile. So che il mio cast è diverso, porto qualcos’altro e devo ricordarmi di non confrontarmi con altre modelle anche se spesso mi si parla di Ève Salvail. Si è rasata la testa e ha dei tatuaggi “, afferma Coco Labbée.

Parallelamente alla modellazione, Coco Labbée sta completando la sua laurea presso l’Università di Montreal in management, finanza e comunicazione. Spera che la sua storia aiuti le persone ad accettarsi per quello che sono. “È pazzesco perché sto ricevendo molti messaggi in questo momento da persone che mi parlano di nuovi trattamenti per farmi crescere i capelli, ma non sono così interessato! Sto meglio che mai, sono felice come sono, mi assumo la piena responsabilità. »

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment