Orologi

Un Rolex con corona a sinistra!

Dovviamente, Rolex ha l’eleganza. Lo chic di progettare orologi capaci di scatenare un’irrefrenabile voglia di possederli. Daytona? Sottomarino? Esplora II? O anche un “semplice” Oyster Perpetual con quadrante colorato? È meglio essere pazienti se vuoi diventare un acquirente. Quando si parla di versioni dal carattere particolarmente forte, come le mitiche GMT Pepsi o Batman, così battezzate dagli appassionati per via della loro lunetta bicolore, blu e rossa o blu e nera, trovarne una copia è quasi impossibile. In sintesi, qualsiasi Rolex con una modifica tecnica o estetica, anche minima, ha le carte in regola per diventare un potenziale collezionista. Ciò significa che il nuovo pezzo presentato dal marchio al salone Watches & Wonders in corso a Ginevra ha tutte le carte in regola per attirare l’attenzione degli intenditori.

LEGGI ANCHELa rivoluzione di TAG Heuer

Il desiderio di ampliare l’offerta

Nel 1954 nasce il GMT-Master, disegnato da Rolex per gli equipaggi dell’azienda PAN-AM. L’obiettivo era aiutare i piloti a conoscere l’ora simultaneamente in due punti del globo. Se la prima versione aveva un diametro di 36 mm, la dimensione crebbe fino a 40 mm nel 1959. Fu nel 1982 che apparve il suo erede diretto, il GMT-Master II, guadagnando di passaggio una lancetta delle 24 ore indipendente e un vetro zaffiro. Qualunque sia la versione, la larghezza o l’epoca, un Rolex GMT è oggi un oggetto del desiderio estremamente ricercato. La versione su cui Rolex ha appena alzato il velo dovrebbe ovviamente perpetuare questa attrattiva. Come mai ? Innanzitutto perché ha una corona posta a sinistra della cassa. Sebbene questa configurazione invertita, spesso chiamata “orologio per mancini” (apprezzato da tutti coloro che portano il proprio segnatempo al polso destro!) non sia estremamente rara, resta comunque poco frequente sul mercato. Alla Rolex viene spiegato che alcuni pezzi della Maison sfoggiavano questa architettura negli anni 40 e 50. Ma il datario è rimasto posizionato a ore 3 e questi pezzi del tutto confidenziali non sono stati commercializzati. Cosa vediamo oggi? Sul nuovo GMT-Master II vintage 2022, la corona compare a sinistra e la data a ore 9. Una doppia rivoluzione, in un certo senso. Per ottenere questo risultato, il calibro 3285 è stato ruotato di 180 gradi all’interno della cassa. “Questa mossa ha richiesto alcuni aggiustamenti tecnici al movimento e, nell’ambito della certificazione Superlative Chronometer, il protocollo e parte dei test finali hanno dovuto essere adattati”, sottolinea Rolex.

LEGGI ANCHEOrologeria: queste le novità che segneranno il 2022

I primi occhiali verdi e neri

Un altro fattore di novità: mai prima d’ora una lunetta Rolex ha combinato verde e nero. Possiamo anche chiederci quale soprannome daranno gli appassionati a questo duo di colori. Naturalmente questa lunetta girevole bidirezionale graduata su 24 ore, funzionante in simbiosi con la lancetta aggiuntiva, verde con punta bianca, che circonda il quadrante in 24 ore, conserva tutta la sua utilità poiché permette di conoscere l’ora di due fusi orari contemporaneamente . Come tutti gli orologi Rolex Professional, il GMT-Master II è perfettamente leggibile al buio grazie al display Chromalight ad alta intensità.

Robustezza e spirito di viaggio

Da notare inoltre che questo orologio è realizzato in acciaio Oystersteel particolarmente resistente; che il calibro automatico è dotato di una spirale in Parachrom blu che offre una maggiore resistenza agli urti e alle variazioni di temperatura; e si comprenderà che questo GMT-Master II, al di là del suo interesse estetico e del suo profilo di potenziale collezionista, conserva soprattutto la sua reputazione di orologio destinato a viaggiatori, backpackers e giramondo. Mancini o destri…

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment