Moda

Rifiuti a Ville-Oger, a Saint-Brieuc: il metodo di raccolta sta cambiando – Saint-Brieuc



A Ville-Oger i bidoni dell’immondizia traboccano, aumentano gli scarichi abusivi e gli abitanti sono a pezzi. Come il comitato di quartiere di Croix-Saint-Lambert, che ha prodotto un opuscolo fotografico intitolato “The Waste Scandal”, una raccolta di immagini raccolte da contenitori per rifiuti domestici ed ecopunti. Un album che va regalato al Comune, agli Agglo e ai padroni di casa sociali…

…Chi sono i primi ad essere sorpresi dall’iniziativa. “Lavoriamo sull’argomento con la città di Saint-Brieuc e l’Agglo da circa tre anni”, afferma Véronique Bayle, capo del centro di coordinamento tecnico dell’habitat Terre et Baie. Un problema “preso di petto” che ha già dato vita a “riunioni sul campo e segnalazioni di azioni inviate ai residenti”. E che dovrebbe portare a cambiamenti a breve termine.

Sperimentazione fino a fine settembre

Occorre allestire un luogo di stoccaggio per i container – più consistenti -, storia “che non sono lasciati a se stessi ovunque in città”, osserva Rémy Moulin, vicepresidente responsabile dei rifiuti di Sbaa. “Erano traboccanti perché la loro capacità non era sufficiente”, afferma Véronique Bayle. La raccolta avverrà una volta alla settimana “ma se necessario i passaggi possono essere più frequenti”, precisa il vicepresidente all’Agglo.

Dal 18 aprile, saranno installati anche ecopunti aerei collettivi (rifiuti domestici e riciclabili) in sei località di Ville-Oger. “Avere tra i 50 ei 100 bidoni sotto le finestre degli abitanti, non è normale”, riconosce Stéphane Favrais, vice responsabile della prossimità al Comune.

Sempre la rotonda Jules-Vallès, 5 marzo.
Foto scattata alla rotonda Jules-Vallès, il 5 marzo. (Comitato Cross Saint-Lambert Quartieri)

Il 9 maggio verranno rimossi i singoli cassonetti e proseguirà fino a fine settembre la sperimentazione della cernita per contributo volontario individuale. “Gli utenti faranno il punto e se tutto andrà bene annunceremo il consolidamento del sistema”. E mentre l’autocarro con cassone ribaltabile non poteva passare sotto il ponte, una nuova discarica, piallata di 12 cm, è stata finanziata anche dal Comune e dall’Agglo.

Per quanto riguarda lo scarico illegale, passibile di sanzione pecuniaria di 135 euro, devono essere svolte attività di sensibilizzazione, in particolare di cernita. Una pedagogia che passerà, tra gli altri, dalla brigata ambientale, nata per rilevare, risolvere, addirittura sanzionare, i problemi legati ai depositi non conformi.

Trova anche il file “Agglo de Saint-Brieuc: I nostri cari rifiuti”

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment