Borse

Nuove interruzioni nella raccolta dei rifiuti questo venerdì a Bruxelles

Il CGSP ha presentato un avviso di sciopero per consentire ai lavoratori di Bruxelles Propreté di partecipare alla manifestazione per il clima questo venerdì. L’SLFP non è d’accordo.

La raccolta dei rifiuti è stata nuovamente interrotta venerdì nella regione di Bruxelles a causa della manifestazione sul clima. Il giorno prima, la raccolta era già stata interrotta a causa del giorno della manifestazione per un migliore potere d’acquisto. Il CGSP ha infatti depositato un avviso di sciopero per consentire ai lavoratori di manifestare se lo desiderano.

Secondo Bruxelles-Propreté, le raccolte sono state interessate in modo non uniforme in tutta la regione. Non tutti i comuni sono interessati.. Ecco il punto completo:

Borse bianche:

-Anderlecht: il 60% delle borse bianche è stato raccolto
-Berchem: il 70% dei sacchi bianchi è stato raccolto
-Evere: il 50% dei sacchi bianchi non è stato raccolto
-Ganshoren: l’80% dei sacchi bianchi è stato raccolto
– Scarti: il 40% dei sacchetti bianchi è stato raccolto
-Koekelberg: il 40% delle borse bianche è stato raccolto
-Molenbeek: il 60% dei sacchi bianchi è stato raccolto
-Schaerbeek: il 99% dei sacchi bianchi è stato raccolto
-Woluwe-Saint-Lambert: è stato raccolto il 40% dei sacchetti bianchi
-Woluwe-Saint-Pierre: il 60% delle borse bianche è stato raccolto

Borse gialle:

-Anderlecht: il 70% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Bruxelles Haren: il 70% delle borse gialle è stato raccolto
-Brussels Laeken: il 99% delle borse gialle è stato raccolto
-Berchem: il 50% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Evere: l’80% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Ganshoren: il 30% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Tiri: il 50% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Koekelberg: il 40% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Molenbeek: il 60% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Schaerbeek: il 99% dei sacchi gialli è stato raccolto
-Woluwe Saint-Lambert: raccolto il 20% dei sacchi gialli
-Woluwe Saint-Pierre: il 30% dei sacchi gialli è stato raccolto

Anche le collezioni di borse verdi e arancioni potrebbero essere interrotte questo venerdì pomeriggio. Bruxelles-Propreté invita i residenti i cui bagagli non sono stati ritirati a restituire i propri bagagli fino al ritiro successivo. Ovvero martedì 29 marzo per le borse bianche, venerdì 1 aprile per le borse gialle, verdi e arancioni.

Perché la raccolta è interrotta?

Il CGSP (sindacato per la difesa dei servizi pubblici della FGTB) ha depositato un avviso di sciopero per consentire ai lavoratori di Bruxelles Propreté di recarsi alla manifestazione per il clima che si è svolta questo pomeriggio a Bruxelles. I lavoratori erano così coperti e, per gli affiliati CGSP, compensato. Questo venerdì, l’assenza di questi lavoratori aveva impatto sulle collezioni.

Ma tutti i sindacati non sono d’accordo sull’importanza dello sciopero in questo tipo di occasioni. Michel Pirsoul, rappresentante sindacale SLFP a Bruxelles-Propreté, ammette di non capire questo sciopero. Il sindacato libero non ha presentato un avviso di sciopero per questa marcia. “Che sia per la giornata dei diritti delle donne, la marcia per il potere d’acquisto o per il clima, il Cgsp presenta un avviso di sciopero per partecipare, ma che non ha rapporti diretti con Bruxelles-Propreté“, dice Michel Pirsoul. “Tutti sono colpiti dalla questione climatica, ma dovremmo lasciare i bidoni della spazzatura in strada?“, Lui si chiede.

Il rappresentante sindacale disapprova questa azione, tanto più che, aggiunge, “la marcia è iniziata alle 13:30 e la maggior parte delle collezioni sono già terminate a quest’ora.” Secondo Michel Pirsoul, “questo tipo di azioni crea problemi per diversi giorni e danneggia l’immagine dei lavoratori di Bruxelles Propreté”.

Al CGSP, invece, il rappresentante sindacale Ahmed El Badri, sottolinea l’importanza di poter partecipare a questo tipo di eventi. Per noi è importante manifestare. È importante esserci per principio“, lui spiega.

Dalla parte di Bruxelles-Propreté, afferma il portavoce Etienne Cornesse “rispettare il diritto di sciopero” ma ammetti di essere “estremamente infastidito per la popolazione”. In un mese, “ci sono state tre interruzioni del lavoro per cause non specifiche di Bruxelles-Propreté [8 mars – journée des femmes, 24 mars – pouvoir d’achat et 25 mars – climat]. Ci sentiamo abbastanza impotenti. Ma per fortuna non è mai un movimento massiccio”aggiunge il portavoce di Bruxelles-Propreté.

dC – Foto: Belga

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment