Moda

Moda – A 38 anni, Marta Ortega guiderà l’impero Zara

Pubblicato

La figlia del multimiliardario spagnolo Amancio Ortega assumerà la gestione di Inditex, il colosso mondiale del prêt-à-porter, venerdì.

Marta Ortega, qui nel 2016 con il padre, Amancio Ortega, fondatore di Inditex.

Marta Ortega, qui nel 2016 con il padre, Amancio Ortega, fondatore di Inditex.

AFP

A 38 anni sarà la donna più potente del prêt-à-porter mondiale: Marta Ortega, figlia del multimiliardario Amancio Ortega, prenderà le redini del colosso spagnolo Inditex, casa madre di Zara, in un momento chiave venerdì .per il futuro del gruppo. Descritta come discreta e riservata, la più giovane dei tre figli di Ortega era stata avvicinata da diversi anni per succedere al padre, alla guida della holding con 6.500 negozi e 174.000 dipendenti.

Preparato per 15 anni

Ma solo in autunno è stata ufficializzata la sua nomina, nell’ambito di una riorganizzazione orchestrata dallo stesso Amancio Ortega – dopo dieci anni di “reggenza” del suo ex braccio destro Pablo Isla, artefice dell’espansione del gruppo a livello internazionale. “Ci stiamo preparando per questa transizione da molto tempo”, ha detto Pablo Isla in una conferenza stampa. “Marta è in azienda da quindici anni. Ha guidato molti progetti” e “la conosce come il palmo della sua mano”, ha insistito.

Commessa in incognito

Nata il 10 gennaio 1984 dall’unione tra il miliardario e la sua seconda moglie Flora Perez, Marta Ortega, figura snella e capelli biondi, è cresciuta a La Coruña, città della Galizia situata all’estremità occidentale della Spagna, con la metà – la sorella Sandra e il fratellastro Marcos. Diplômée de l’European Business School de Londres en 2007, elle a fait ses premiers pas, incognito, dans le groupe familial comme vendeuse dans une boutique Zara de la capitale britannique, après avoir fréquenté un collège religieux de Galice puis un prestigieux lycée privé en Svizzero.

“La prima settimana pensavo che non sarei sopravvissuto. Ma poi, si diventa in un certo modo dipendenti dal negozio, raccontato, durante una rara manutenzione con il Wall Street Journal, questo appassionato di equitazione. Ma secondo il quotidiano spagnolo “El País”, i suoi colleghi, sorpresi di vedere un Rolex al polso, hanno subito capito chi fosse.

Mancanza di esperienza?

Dopo essere partita per entrare nella sede di Inditex in Galizia, Marta Ortega “è stata immersa nell’azienda fin da giovanissima” e durante la sua carriera ha intrecciato “molti legami con il mondo della moda”, sottolinea Alfred Vernis, docente alla Esade business school e ex dirigente del gruppo tessile. La figlia di Amancio Ortega, con sede a La Coruña con il secondo marito Carlos Torretta e i suoi due figli, ha lavorato negli ultimi anni per supervisionare il design e il movimento di fascia alta del marchio spagnolo. D’altra parte, non ricopriva una posizione dirigenziale né dirigeva una filiale.

Discrezione coltivata

Una carriera che spiega in parte la sua scarsa notorietà: la giovane non si è quasi mai espressa sui media, anche se è apparsa più volte in foto sui giornali delle celebrità, durante eventi di corse di cavalli ad esempio. La sua mancanza di esperienza nella gestione e nella finanza sarà un handicap? Quando è stata annunciata la sua nomina, il forte calo del prezzo di borsa ha rivelato la preoccupazione del mercato. Ma da allora, le paure sembrano essere svanite.

Marta Ortega, che riceverà un milione di euro l’anno alla guida di Inditex, “è stata preparata” e sarà “ben circondata”, giudica Alfred Vernis, che ricorda che due suoi zii materni ricoprono incarichi dirigenziali all’interno del gruppo : uno alla guida di Zara, l’altro del marchio Massimo Dutti.

Anno complicato 2022

Inoltre, la giovane donna occuperà la presidenza del gruppo e non la sua direzione generale, affidata a Oscar García Macieras, ex colosso bancario Santander. “E’ lui che prenderà le decisioni esecutive”, anche se “avrà un ruolo da svolgere” di fronte alle sfide che il gruppo deve affrontare, sottolinea la ricercatrice.

Fondato nel 1985 da Amancio Ortega, figlio di un ferroviere e autodidatta diventato l’uomo più ricco della Spagna, il leader mondiale della moda low cost si prepara ad un anno 2022 complicato, a causa della guerra in Ucraina, che ha portato alla sospensione delle attività nei suoi 502 negozi russi.

Cambio verde

Ha anche intrapreso un delicato “cambiamento verde” per ridurre il proprio impatto ambientale: l’industria tessile è una delle più inquinanti al mondo. Ma su questo terreno c’è ancora “molta strada da fare”, sottolinea Alfred Vernis, per il quale questo spostamento “avrà un costo significativo” per Inditex.

(AFP)

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment