Orologi

La rivoluzione TAG Heuer – Gli orologi Le Point

en scoprendo questo orologio, Marilyn Monroe ha cambiato il testo di una canzone che stava canticchiando nel film? Gli uomini preferiscono le bionde ? Il leggendario ritornello sarebbe potuto diventare “I diamanti sono i migliori amici dell’uomo » ? C’è da dire che la creazione più spettacolare di TAG Heuer svelata oggi a Ginevra alla fiera dell’orologeria Watches & Wonders ha qualcosa per attirare l’attenzione degli uomini. Innanzitutto perché è una Carrera. Ricordiamo di sfuggita che la collezione è stata creata nel 1963 dallo stesso Jack Heuer. Tutti gli appassionati di sport motoristici conoscono questo orologio che rende omaggio a un leggendario rally organizzato in Messico negli anni ’50, la Carrera Panamericana. Vedere un pezzo del genere apparire nel 2022 impreziosito da scintillanti diamanti è quindi sorprendente. A maggior ragione quando apprendiamo che si tratta di pietre preziose nate dalla mano dell’uomo grazie a tecnologie all’avanguardia. battezzato” deposizione chimica da vapore” (CVD) o, più semplicemente, “diamante d’avanguardia” presso TAG Heuer, consiste nella sintesi di “crescere” in strati successivi un nucleo di diamante sintetico nel cuore di un reattore in cui i gas portati all’estremo temperatura vengono iniettate. L’obiettivo è riprodurre in qualche modo il processo di fabbricazione di un diamante naturale a un ritmo accelerato.

“Una dimostrazione del possibile”

Il punto orologi: Qual è la tua ambizione a lungo termine nel presentare per la prima volta questo orologio decorato con diamanti coltivati ​​in laboratorio?

Frédéric Arnault, CEO di TAG Heuer: Con il TAG Heuer Carrera Plasma, la nostra ambizione è chiaramente quella di essere, ancora e ancora, in prima linea nell’innovazione e di onorare il nostro avanguardia. Per 160 anni, TAG Heuer ha dimostrato un vero spirito pionieristico con tecnologie rivoluzionarie come il pignone oscillante per cronometri meccanici nel 1887; il primo movimento cronografo a carica automatica – Calibro 11 – nel 1969; o, più recentemente, il primo orologio connesso di lusso nel 2015. L’uso di questa nuova tecnologia che abbiamo chiamato Avant-garde Diamond è anche un modo per mostrare una creatività totale con un design unico. Si tratta di creare forme e trame mai viste prima con il diamante, rese possibili solo da questi metodi di produzione e crescita in laboratorio.

Con la Carrera e il Monaco, TAG Heuer ha pezzi iconici e marcatori storici. Che posto potrebbe occupare il Carrera Plasma nel corso della tua casa? E anche, più in generale, sulla scacchiera dell’orologeria svizzera?

Creando e lanciando un nuovo modello, abbiamo sempre l’ambizione di farne un’icona che duri anno dopo anno. Con il Carrera Plasma volevamo soprattutto dimostrare le possibilità. Tra la corona che è un unico blocco di diamante, gli intarsi della cassa che si adattano perfettamente alla forma e il quadrante in struttura policristallina, c’è un know-how ricco e diversificato e oltre 11,7 carati di diamanti. Certo, la qualità “gemmologica” c’è e rispettiamo i requisiti più severi. Questo è l’inizio di una nuova avventura per TAG Heuer, dove sperimenteremo di più con questo materiale. Con Carrera Plasma volevamo soprattutto dimostrare che l’innovazione e la svolta tecnologica sono ancora al centro della nostra identità. È anche una nuova proposta creativa che combiniamo con un processo rivoluzionario. Devi averlo tra le mani o al polso per apprezzare veramente il lavoro che abbiamo fatto su questo pezzo. E siamo tutti particolarmente orgogliosi del risultato.

” Una nuova territorio dell’espressione creativa”

La collezione Carrera ha un legame molto forte con il motorsport, ulteriormente dimostrato dal lancio di un nuovo cronografo progettato in collaborazione con Porsche. Hai pensato di creare una collezione originale per accogliere tecnologia Diamond all’avanguardia? E allargare così il campo espressivo di TAG Heuer verso un’altra dimensione del lusso?

Volevamo affidarci a una tecnologia che, volendo, potesse essere applicata ad altri modelli. Così come i nostri meccanismi non sono esclusivamente dedicati a una particolare collezione, vogliamo lasciare a noi stessi un campo creativo il più ampio possibile.

Cosa dici a chi potrebbe rimpiangere il lato ipertecnologico dei diamanti da laboratorio e rimanere sensibile alla magia della geologia che permette alla Terra di offrire diamanti naturali?

Il nostro approccio è particolare, dal momento che non ci opponiamo ai due, e continueremo a progettare pezzi con diamanti naturali. Per noi le proposte sono complementari e possono convivere. Oggi non c’è più alcuna differenza in termini di qualità: anche i più grandi specialisti non riescono a distinguere tra i due. E le argomentazioni ambientali sono contestate. Crediamo che sia possibile produrre diamanti sintetici ed estrarre diamanti naturali in modo responsabile. In futuro, realizzeremo sviluppi e sperimentazioni con diamanti da laboratorio, su forme e texture impossibili da ottenere con i diamanti naturali. Questo è un nuovo territorio per l’espressione creativa e un’ulteriore prova della nostra sete di innovazione all’interno della casa.

“Una corona spettacolare”

Quali sono, secondo lei, le possibilità offerte a designer e orologiai?

Oggi vi presentiamo un primo pezzo, voglio già soffermarmi sul suo design che è un vero successo. La corona è spettacolare. Coltiviamo il diamante il più vicino possibile alla forma finale e poi lo tagliamo al laser. Ora possiamo adattare il diamante alla forma desiderata e non adattare il design ai vincoli tecnici del diamante. E la texture policristallina presente sul quadrante offre un’espressione senza precedenti. I nostri team creativi competono nell’ingegno e il campo di gioco offerto da questa tecnologia è particolarmente vasto.

Gli uomini sono pronti a cedere alla seduzione dei diamanti?

Certamente. I confini tra le collezioni uomo e donna sono sempre più sottili e i clienti indossano i nostri modelli indiscriminatamente, qualunque sia il loro sesso. Tendo a pensare che siamo sedotti da un modello, un design, un aspetto creativo più che dai soli materiali.

“Inizia una nuova storia”

Ogni grande innovazione ha i suoi detrattori, soprattutto in campo estetico. Ti aspetti di essere criticato?

Naturalmente, mi aspetto che questo pezzo generi una reazione. Non c’è niente di peggio che passare inosservati. Ma da diversi anni stiamo lavorando a questo ambizioso progetto basato su innovazione, tecnologia e interruzione. Questo è ciò a cui voglio fare riferimento ed è su questa base che stiamo costruendo il futuro di TAG Heuer.

Pensi che questo orologio possa essere il principale “pezzo parlante” di questo spettacolo di Watches & Wonders 2022?

Il TAG Heuer Carrera Plasma sarà senza dubbio una delle grandi rivelazioni di questa nuova edizione di Watches & Wonders. Simboleggia il desiderio e l’ambizione di TAG Heuer di rimanere all’avanguardia nel campo dell’orologeria di lusso. Inizia una nuova storia per il marchio, per l’orologeria. È anche la prima volta che uno storico marchio di orologeria si cimenta con ambizione in questo territorio. E non ci fermeremo qui.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment