Portafogli

Come proteggere il tuo portafoglio? | Il Giornale del Quebec

Al giorno d’oggi, che un consulente finanziario che lavora per un grande istituto finanziario possa sfruttare eccessivamente un cliente estraendogli centinaia di migliaia di dollari a sua insaputa, è incredibile.

Non parodia. Il mio collega Jean-François Cloutier lo ha dimostrato nel suo rapporto la scorsa settimana su un consulente finanziario di Investors Group che ha avuto il lusso di acquistare una barca per $ 72.000, un veicolo da diporto, oltre a pagare centinaia di migliaia di dollari dall’eredità di un 96- cliente di un anno, mentre si designa come erede di quest’ultimo.

Dopo il sequestro dei beni del predetto consulente, a seguito della denuncia di un assistente sociale, l’Autorità per i mercati finanziari ha avviato nei suoi confronti un procedimento. Il caso è sulla buona strada… Incrociamo le dita perché la poveretta possa recuperare più soldi possibile.

Monitoraggio inadeguato

Per un consulente che è riuscito per molti anni a sfruttare il suo cliente in questo modo, da qualche parte c’era un grosso problema di mancanza di supervisione.

Ci si aspetterebbe che ogni istituto finanziario controlli da vicino i conti dei propri consulenti per garantire che gestiscano correttamente i portafogli dei clienti. E soprattutto che i consulenti finanziari non abusino della fiducia dei clienti attraverso imbrogli finanziari.

  • Ascolta la rubrica di Michel Girard su QUB radio:

Compensazione

Come ha sottolineato sabato scorso il mio collega Daniel Germain, in Quebec siamo ancora fortunati ad essere protetti dal Financial Services Compensation Fund, che può risarcirci in caso di frode per un importo fino a $ 200.000. .

Ma quando vieni truffato per più di $ 200.000, come ha fatto la vecchia signora, il pozzo del denaro ti aspetta. A meno che tu non riesca a convincere il tuo istituto finanziario a risarcirti, il che è una bella sfida!

Come proteggersi

Vi invito ad effettuare un’esauriente verifica delle vostre dichiarazioni di investimento, a controllare attentamente il contenuto dei vostri portafogli azionari, fondi comuni di investimento, obbligazioni, titoli a reddito fisso, certificati di investimento, durata dei depositi, ecc.

La fine di gennaio l’inizio di febbraio è solitamente un ottimo momento per fare un controllo annuale per assicurarsi che tutto sia in ordine. Tutti gli istituti finanziari con cui operiamo ci inviano resoconti dettagliati al 31 dicembre.

Basta confrontare queste dichiarazioni al 31 dicembre 2021 con quelle di dicembre 2020 per prendere coscienza dell’evoluzione dei nostri portafogli in titoli, azioni di fondi comuni di investimento, obbligazioni, contanti, ecc.

Inoltre, la maggior parte di questi rendiconti di fine anno fornisce dettagli sugli importi di denaro (commissioni, commissioni, spese amministrative) che hai pagato a istituzioni finanziarie e consulenti.

Questo ti dà anche l’opportunità di rinfrescarti la memoria sulla remunerazione dei servizi finanziari che il tuo consulente ti rende.

Un altro consiglio. Quando apri un conto con un consulente finanziario (o pianificatore), devi rispondere a una serie di domande sul tuo livello di tolleranza al rischio, sui tuoi obiettivi di rendimento, sulla tua situazione finanziaria e così via.

Rimani “umile” nelle tue risposte. Questo servirà come argomento in caso di controversie con il tuo consulente finanziario.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment