Concezione

un sollevatore telescopico prodotto in Francia

Nella versione messa a disposizione degli operatori Technique-TP, il sollevatore telescopico largo 2,42 m con un’altezza da terra di 51 cm incorpora un motore turbo da 100 cavalli con una cilindrata di 3,6 l. Beneficia inoltre di una trasmissione idrostatica ed è dotata di pneumatici 400/80-24 con struttura diagonale.

Primo inventario esterno: sotto un ampio cofano, l’accesso ai componenti facilita la manutenzione del veicolo. Ben protetti da eventuali urti, anche i tubi flessibili e le tubazioni sono facilmente sostituibili. Dal lato dell’offerta, il design del camion separa nettamente il serbatoio dell’AdBlue da quello del GNR, ma il riempimento del carburante non è così pratico.


In cabina, la disposizione è semplice, ma ben pensata per l’uso. Il manipolatore integra l’inversione del senso di marcia con la possibilità di variare più funzioni, a seconda del comportamento dell’operatore, direttamente dal cruscotto tramite un rullo. Due piccoli appartamenti, invece, per i collaudatori: il posizionamento del comando degli indicatori di direzione e la mancanza di protezione luce sull’abitacolo. Più marcato il rammarico per la deportazione di boma e cilindro a destra. Avrebbero preferito che fossero centrati. Per il resto, lo sportello della macchina è strutturato in due elementi: la parte superiore è aperta e la parte inferiore in gran parte vetrata, che migliora la visibilità sulle ruote durante le manovre delicate.

Sul lavoro è garantita la flessibilità per le manipolazioni delicate, in particolare grazie alla trasmissione idrostatica. Inoltre, il sistema di spostamento laterale BPS è un vero vantaggio, facilitando la movimentazione di parti pesanti. Per le operazioni con la benna, il motore fornisce uno scavo leggero senza sovraccaricare, mentre un pulsante nella cabina passa alla modalità di alimentazione per la trasmissione. In generale, i tester hanno riscontrato molti vantaggi in questo sollevatore telescopico prodotto a Pontchâteau, nella Loira Atlantica.

Il +:

“Con il suo potente motore e la trasmissione idrostatica, il carrello offre un grande comfort di guida e un movimento laterale tanto semplice quanto efficace. Il suo design ha anche conquistato i tester con la sua vernice di qualità e una buona protezione inferiore per la trasmissione e i tubi flessibili. »

Il – :

“Alcune scelte progettuali non hanno convinto i tester, in particolare la posizione del comando degli indicatori di direzione e le luci accese

la cabina, non sufficientemente protetta. Inoltre, si rammaricano che il braccio e il cilindro siano leggermente spostati a destra e non centrati sulla macchina. »

Hervé Prenat (Tecnico-TP)

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment