Portafogli

nuovo obiettivo del Parlamento europeo

L’industria globale delle criptovalute si sta ancora una volta attrezzando per difendersi in Europa dalle proposte normative che considera dannose per il futuro sviluppo del settore.

Fonte: Adobe/Alexei Novikov

Dopo il fallimento della campagna condotta da alcuni membri del Parlamento europeo nel tentativo di vietare le criptovalute alimentate dal protocollo di consenso “Proof-of-work” (PoW), l’industria sta ora mirando a una potenziale repressione dei “portafogli non ospitati” ai sensi della proposta di legge dell’Unione Europea sui trasferimenti di fondi (Transfers of Fund Regulation , TFR).

Un “portafoglio non ospitato” è un classico portafoglio crittografico le cui chiavi private sono controllate dall’utente.

Paolo Grewaldirettore legale dello scambio di criptovalute Coinbaseha affermato in una dichiarazione che:

“Se superata, questa revisione attiverebbe un intero regime di sorveglianza su scambi come Coinbase, soffocherebbe l’innovazione e minerebbe i portafogli self-hosted che le persone utilizzano per proteggere in modo sicuro le proprie risorse digitali”.

Grewal ha anche osservato che il voto si svolgerà probabilmente questa settimana e il tempo sta per scadere.

L’avvocato di Coinbase ha affermato che i nuovi obblighi sugli scambi di raccogliere, verificare e segnalare informazioni sui portafogli non client richiedono loro non solo di raccogliere dati personali sugli utenti di tali portafogli non client, ma anche di verificare l’accuratezza dei dati prima di elaborare un trasferire a uno dei loro clienti. Ha aggiunto che sembra una situazione in cui “non puoi prelevare denaro dal tuo conto bancario per inviarlo a qualcun altro finché non hai condiviso i dati personali con il tuo istituto finanziario su questa persona e verificato la sua identità”.

Arte. 5 della bozza richiede agli scambi di segnalare alle autorità ogni trasferimento dal portafoglio self-hosted di un individuo non cliente di almeno 1.000 euro.

“La proposta lascia anche la porta aperta a un divieto totale di trasferimenti a portafogli self-hosted, sebbene non ci siano prove che un tale divieto avrebbe un impatto sulle attività illecite”, ha affermato Grewal.

La Commissione Europea è stata a lungo sospettata di aver preparato una “cripto trappola KYC”.

del’opinione D’Adam indietroCEO di Blockstreamuna società canadese specializzata in tecnologia blockchain, il progetto include “il doppio linguaggio orwelliano”.

Da parte loro, alcuni legislatori statunitensi stanno prendendo di mira anche i “portafogli non ospitati”.

“Questi termini sono propaganda con intenzioni sinistre”, aveva dichiarato L’anno scorso Andreas M. Antonopouloseducatore e imprenditore.

Patrizio HansenResponsabile Strategia e Business Development presso Finanza inarrestabileritiene che sia giunto il momento di suonare ancora una volta il campanello d’allarme, perché il commissione per gli affari economici e monetari del Parlamento europeo dovrebbe votare questo giovedì sul progetto di regolamento, che potrebbe aprire la strada a ulteriori lavori legislativi su questa misura controversa.

Il piano antiriciclaggio di Bruxelles prevede una revisione del TFR che potrebbe “estendere alle criptovalute l’obbligo degli istituti finanziari di accompagnare i trasferimenti di fondi con informazioni sull’originator e sul beneficiario”, ha twittato Sig. Hansen, aggiungendo:

“L’ultima bozza di compromesso prima del voto di giovedì ha introdotto/aggravato le bandiere rosse”.

“Le criptovalute sono estremamente mobili e operano in un mondo senza confini. Ciò significa che i fondi provenienti da portafogli non ospitati spesso provengono da fonti sconosciute. E i soldi che vanno a portafogli non ospitati possono finire nel posto sbagliato, ad esempio con gruppi terroristici” , dichiarato Paolo Tangmembro del Parlamento europeo, in un thread su Twitter oggi.

Secondo lui, “l’identità dei titolari di portafogli non ospitati deve essere identificata, proprio come devi identificarti quando depositi denaro in banca”.

Tang ha aggiunto che la volatilità del mercato delle criptovalute “rende difficile l’applicazione di una soglia in euro” e che “il ‘smurfing’ consente di coordinare molti piccoli trasferimenti in modo tale da sfuggire a qualsiasi soglia”.

____

Segui i nostri link di affiliazione:

  • Per acquistare criptovalute nella zona SEPA, in Europa e cittadini francesivisita Coinhouse
  • Per acquistare criptovaluta in Canadavisita Bitbuy
  • Per generare interesse con i tuoi bitcoinvai al sito BlockFi
  • Per proteggere o archiviare le tue criptovaluteprendi i portafogli Ledger o Trezor
  • Per scambiare le tue criptovalute in modo anonimoinstalla l’app NordVPN

Per investire nel mining di criptovalute o nei masternode:

Per accumulare monete durante il gioco:

  • Nel poker sulla piattaforma di gioco CoinPoker
  • Ad un fantacalcio globale sulla piattaforma Sorare

Tieniti informato con la nostra newsletter settimanale gratuita e ai nostri social network:

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment