Portafogli

Una questione di convinzione | Finanza e investimenti

Ho pubblicato numerosi articoli sul sito di Finance et Investissement spiegando cosa mi ha attratto degli ETF: il loro basso costo, il loro potenziale rendimento e la loro facilità di gestione del rischio. Quello che voglio sottolineare qui è la convinzione che credo sia necessaria per ottenere il massimo da una strategia di portafoglio modello ETF.

Emozioni e investimenti non vanno d’accordo. Come ha detto Warren Buffett, la paura e l’avidità sono il peggior nemico di un investitore. Per me, parte del fascino degli ETF era che gli indici azionari semplici e passivi eliminavano le congetture dai gestori attivi. Ho trovato la logica convincente. Se è così difficile sovraperformare l’indice, perché non acquistare semplicemente l’indice?

Tuttavia, l’uso degli ETF nella gestione del portafoglio non è una garanzia unica di successo.

Il processo di costruzione del portafoglio è fondamentale per ottenere ottimi risultati nel tempo. Si inizia con la creazione di un indice di riferimento che servirà da base per la selezione degli ETF. Il benchmark deve essere supportato da una dichiarazione di politica d’investimento che descriva i parametri di asset allocation e il profilo di rischio. Dovrebbe anche fare riferimento allo stile di investimento del gestore: top-down, bottom-up o contrarian.

Gli ETF faranno il loro lavoro eguagliando i rendimenti degli indici, ma un gestore di portafoglio che manca di convinzione nelle proprie capacità può facilmente non avere la disciplina per attenersi al proprio approccio nel tempo, soprattutto in tempi di crisi o di mercato ribassista.

In tempi difficili, può essere grande la tentazione di ignorare le linee guida della politica di investimento e mettere in discussione le decisioni di investimento e lo stile di gestione, il che apre le porte a operazioni guidate dalle performance passate o alle domande di clienti eccessivamente nervosi.

In tali circostanze, è essenziale che i clienti rimangano investiti e concentrati sul loro piano finanziario a lungo termine. È anche essenziale ribilanciare i portafogli anche quando i mercati sono in calo: una recente valutazione attuariale del Quebec Pension Plan ha rilevato che un corretto ribilanciamento potrebbe aggiungere fino a 40 punti base di rendimento ogni anno, a seconda della composizione del portafoglio.

Parlare con i clienti è estremamente importante durante i periodi di volatilità. Se gli investitori sospettano che il loro gestore di portafoglio metta in dubbio le proprie decisioni o abbia frainteso l’attribuzione della performance del portafoglio, cercheranno altrove.

L’istituzione di un comitato di investimento per discutere le idee di trading in un portafoglio può essere utile per mantenere la convinzione in una strategia di investimento a lungo termine. Scelgo persone all’interno e all’esterno della mia azienda per discutere le decisioni di asset allocation e la selezione degli ETF. Non sto necessariamente cercando persone che approvino le mie decisioni di investimento; Sto più cercando uno scambio perspicace. A volte queste discussioni mi portano a ritardare una transazione o escluderla del tutto, ma in ogni caso, ho l’ultima parola.

Coltivare e mantenere la convinzione in una strategia di investimento richiede stabilire e aderire a un solido processo di gestione del portafoglio. Ma la convinzione non ti porterà lontano se non con la disciplina. Una volta che hai un processo in atto, devi attenerti ad esso. Si presenteranno tutti i tipi di tentazioni di investire in modo diverso dalla tua tesi di investimento di base. Resisti. La disciplina è attenersi a ciò che conosci e in cui credi, completamente.

Una volta che un processo disciplinato è in atto, la prova finale della tua convinzione è chiederti: sto investendo nello stesso portafoglio in cui consiglio ai miei clienti di investire? La risposta dovrebbe essere “sì”.

*Mary Hagerman, MSc, FCSI, CIM, PI. Fin, è un gestore di portafoglio e consulente per gli investimenti presso Raymond James, i cui uffici si trovano a Montreal.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment