Moda

Stellantis entra in modalità Hurricane – The Annual Motor Show

Stellantis sta prendendo con riluttanza una svolta più ecologica. Questo passaggio passa attraverso l’eliminazione graduale di tutti i motori V8 che passa attraverso una transizione a sei cilindri ed elettricità.

Un meccanico completamente nuovo

Battezzato con il nome di Hurricane, il sei in fila non mancherà al bagagliaio, ma sappiamo tutti che il suono di un V8 è inimitabile. Stellantis ha dichiarato venerdì che il suo nuovo motore a sei cilindri biturbo da 3,0 litri Hurricane, progettato e progettato da zero, è destinato a veicoli a trazione posteriore come Jeep Wrangler e Grand Cherokee, camion Ram e SUV Dodge Durango . L’azienda non ha però specificato i veicoli sui quali verrà installato il nuovo motore. La disponibilità sarà annunciata al lancio dei modelli 2023.

Due versioni

L’Hurricane sarà offerto in due versioni, una versione standard e una versione ad alto rendimento. Il sei cilindri in linea è stato interrotto dalla formazione statunitense di Stellantis alla fine dell’anno modello 2006, quando Jeep ha demolito il leggendario – ma vecchio – sei cilindri in linea da 4 litri e lo ha sostituito con un V6 del 2006. 3,6 litri. Secondo Stellantis, questo motore con doppio albero a camme in testa e blocco in alluminio riduce le emissioni di CO2 del 15% rispetto a motori simili o più grandi della gamma Stellantis. Ciò include il motore V-6 da 3,6 litri. I nuovi motori ridurranno anche il consumo di carburante di circa il 15% rispetto ai motori che sostituiscono, sebbene Stellantis non abbia specificato quali siano questi motori. Entrambi i motori Hurricane sono turbocompressi. Il motore entry-level dovrebbe

produrre più di 400 CV, mentre la versione ad alta potenza supererà i 500 CV. La coppia è mirata a 450 libbre-piedi per il motore standard e oltre 475 libbre-piedi per il motore ad alta potenza.

La più alta tecnologia

Per essere in grado di sfornare la potenza di un V8 in un sei cilindri in linea, Stellantis è passato alla modalità high-tech. Ogni turbo, ad esempio, alimenta tre cilindri, il che aumenta la risposta. Le doppie camme in testa sono dotate di sfasatori che regolano il tempo di apertura delle 24 valvole e un sistema di iniezione diretta del carburante inietta carburante in ciascun cilindro a oltre 5.000 libbre per pollice quadrato. Il motore utilizza canne dei cilindri spruzzate per ridurre il peso e migliorare la durata, lo stesso processo utilizzato da Nissan sulla GT-R.

Offerto con V8 Hemi

Stellantis afferma che i motori Hurricane non sostituiranno il venerabile V-8 Hemi (almeno non ancora), ma saranno offerti insieme ad esso. Il motore Hurricane, tuttavia, potrebbe sostituire il V6 diesel da 3,0 litri per veicoli leggeri, che sviluppa 260 CV e 480 Nm di coppia e che alimenta i camion Jeep Wrangler e Ram. L’uragano offre una potenza paragonabile, ma si dice che sia meno costoso da produrre rispetto al diesel e più economico da mantenere. I motori saranno costruiti in uno stabilimento a Saltillo, in Messico, che ha una capacità annua di 250.000 motori.

Con informazioni da Automotive News

Benoit Charette

Circa l’autore

Benoit Charette / Proprietario e caporedattore Benoit Charette pratica giornalismo automobilistico da quasi 30 anni. Ha studiato al fianco di Daniel Héraud e al Carnet de route dal 1992 al 2001. È fondatore, co-proprietario e caporedattore de L’Annuel de l’automobile, che pubblica dal 2001. Ha condotto i programmi RPM e RPM+ su V e Road Legends su Historia. In radio dal 1986, quest’anno torna in onda su Cogeco e partecipa per il secondo anno al programma Passion Auto su RDS oltre a mettere online il sito ufficiale de L’Annuel de l’automobile su annualauto.ca.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment