Orologi

Rassegna stampa di domenica 27 marzo 2022

Berna (awp/ats) – L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e le sue conseguenze tornano ai titoli dei giornali domenicali. Si tratta in particolare della situazione della sicurezza in Svizzera. Ecco le informazioni principali, non confermate a Keystone-ATS:

SonntagsZeitung: La situazione della sicurezza in Svizzera non è peggiorata nonostante l’invasione russa dell’Ucraina, ha detto a SonntagsZeitung il Dipartimento della Difesa (DDPS). Il rischio di essere coinvolti in guerra, o anche attaccato direttamente, è basso, secondo il DDPS. Anche se il conflitto dovesse estendersi ai vicini paesi membri della NATO, il rischio non aumenterebbe, ha affermato il dipartimento. Nonostante questa stabilità della sicurezza, i partiti di destra continuano a chiedere un aumento del budget dell’esercito da 5 a 7 miliardi di franchi svizzeri. Non si può escludere che la Svizzera sia interessata da conflitti armati in Europa, dichiara sul giornale il presidente del PLR Thierry Burkart. Inoltre, il riarmo di un esercito non avviene in fretta, sottolinea l’Assessore agli Stati Werner Salzmann (Udc/BE). “Le acquisizioni militari richiedono tempo”.

SonntagsZeitung: La Segreteria di Stato per la migrazione (SEM) ha rifiutato lo status di protezione a 19 persone S, che la Svizzera concede in particolare ai profughi ucraini, perché non appartenevano a uno dei gruppi ammissibili, riferisce la SonntagsZeitung. La Confederazione ora controllerà meglio le richieste, ha detto al quotidiano la SEM. Verrà verificata in particolare l’autenticità dei passaporti presentati. Nei centri d’asilo federali saranno impiegati anche altri specialisti dell’Ufficio federale delle dogane e della sicurezza delle frontiere. Lo Stato aveva rinunciato al controllo sistematico per poter controllare il grande afflusso della prima ondata di profughi ucraini. I controlli erano limitati all’identità.

Le Matin Dimanche: mentre le prospettive per il turismo si stanno illuminando in Svizzera con la revoca delle misure restrittive contro il Covid-19, la guerra in Ucraina rappresenta una nuova minaccia, riferisce Le Matin Dimanche. “Quello che ci preoccupa è che, nella percezione degli ospiti d’oltremare, in Europa infuria la guerra e anche la situazione della sicurezza in Svizzera viene giudicata in modo critico”, spiega sul quotidiano Nicolò Paganini, presidente della Federazione Svizzera del Turismo e consigliere nazionale (Centro/ SG). “Stiamo assistendo a un calo delle prenotazioni con questi clienti e alle cancellazioni”. Indica anche l’aumento dei prezzi dei generi alimentari e dell’energia, nonché la forza del franco come altre fonti di preoccupazione.

NZZ am Sonntag: le autorità russe hanno sequestrato a Mosca orologi del produttore svizzero Audemars Piguet per un valore di diversi milioni di franchi svizzeri, assicura NZZ am Sonntag, citando una nota riservata inviata mercoledì sera dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ai membri di diverse commissioni parlamentari. Secondo quanto riferito, gli agenti dei servizi segreti russi dell’FSB martedì hanno fatto irruzione nei locali della filiale locale dell’orologiaio di lusso e hanno confiscato gli orologi. Per giustificare la loro azione, le autorità russe avrebbero invocato presunte violazioni doganali, secondo la nota del DFAE. Ma è stata “molto probabilmente una repressione arbitraria in risposta alle sanzioni”, ha aggiunto il dipartimento. Quattro giorni prima, il Consiglio federale aveva inasprito le sanzioni contro Mosca per aver attaccato l’Ucraina e vietato l’esportazione di beni di lusso in Russia, compresi gli orologi.

SonntagsBlick: un consigliere del presidente ucraino Volodomyr Zelensky invita la Svizzera nel SonntagsBlick a cercare attivamente e più intensamente i fondi russi nascosti in Svizzera. Per l’Ucraina è “fondamentale” che la Svizzera sostenga la pressione globale sulla Russia per porre fine rapidamente alla guerra, spiega Alexander Rodnyansky. “Sappiamo tutti che c’è molto denaro dell’élite russa nelle banche svizzere”, ha detto. L’attuale procedura con l’obbligo di dichiarazione non è sufficiente, ritiene il consulente. Gran parte delle élite russe continua a operare nell’ombra, aggiunge, motivo per cui la Svizzera deve intervenire con maggiore fermezza. Il consigliere non vede nessun altro ruolo per la Svizzera nel conflitto tra Ucraina e Russia, come quello di mediatore, ad esempio. “Per noi, la priorità principale sono le sanzioni. La pace è già stata negoziata altrove”.

Le Matin Dimanche: Il cyberbattaglione dell’esercito svizzero non convince tutti, riporta Le Matin Dimanche. Un esperto di difesa informatica, che preferisce rimanere anonimo, ritiene che il battaglione non disponga di una quantità sufficiente di soldati: “Oggi, dei 500 membri previsti per il 2024, ne abbiamo circa la metà”, spiega. “Ma non tutti fanno i loro corsi di prova contemporaneamente. Ci sono quindi una quindicina di soldati costantemente disponibili. Tra di loro saranno davvero addestrati in una forte cyber difesa”. Lo specialista, tuttavia, ritiene che la missione di supporto dell’esercito di questo battaglione sia necessaria. Ma «è fondamentale che il DDPS [Département fédéral de la défense, de la protection de la population et des sports, ndlr] non confonde le sue reali capacità con le sue capacità comunicative. Crea aspettative gonfiate”.

NZZ am Sonntag: Il consiglio di amministrazione di Migros è favorevole alla vendita di alcolici nei suoi negozi, rivela NZZ am Sonntag. Dopo aver rifiutato a lungo di intervenire sulla questione, la dirigenza del gruppo ha ora deciso a favore del “sì”. La concorrenza ha ribaltato la bilancia, riferiscono fonti al quotidiano. A dicembre le dieci cooperative regionali Migros hanno votato a favore del progetto. I 2,2 milioni di collaboratori di Migros sono chiamati a votare il 4 giugno se il gruppo debba o meno includere in futuro le bevande alcoliche nel suo assortimento. I risultati delle votazioni sono attesi per metà giugno.

Nota: questa informazione non è stata confermata dall’ATS.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment