Concezione

la tradizione del vimini continua nel Grand Ried

Le zone umide del Grand Ried alsaziano favoriscono lo sviluppo dei salici. Questi alberi un tempo venivano potati per fare cesti. Dall’arrivo della plastica, il vimini è quasi scomparso ma il know-how rimane. Anaëlle Bonnet conduce laboratori per la progettazione di cesti e sculture vegetali realizzate con rami di salice.

Anaëlle Bonnet è un facilitatore presso la Maison de la Nature du Ried et de l’Alsace Centrale a Muttersholtz. Quando Robert Bitter l’ha invitata a partecipare ai laboratori di vimini che ha condotto alcuni anni fa, non aveva idea che sarebbe stata coinvolta nel gioco. Oggi è un’esperta, ha preso il posto di Robert formando nuovi seguaci.

I salici sono stati piantati accanto alla Maison de la Nature, sono stati meticolosamente potati per raccogliere rami ogni anno. Il tronco principale è corto. Quando i polloni crescono, sembra una testa da cui il loro nome salice.

Il periodo della potatura si estende per tutta la stagione invernale, quando la linfa scende nelle radici. I fili sono quindi abbastanza flessibili da essere intrecciati. A marzo spuntano le gemme, il legno diventa friabile, questo segna la fine del periodo di raccolta se si pratica la tradizionale vimini selvatici. Un altro metodo utilizzato altrove è quello di immergere i ramoscelli di salice in acqua per riguadagnare la flessibilità del legno. La corteccia viene rimossa, è il vimini riconoscibile dal suo candore.

I workshop guidati da Anaëlle hanno successo, si tengono ogni giovedì sera. La tecnica non è complicata ma ci vogliono dalle quattro alle sei ore per realizzare un piccolo canestro. La Maison de la nature si offre anche di partecipare a progetti di sculture di piante viventi. Quando un bastoncino di salice appena tagliato viene piantato in profondità in un terreno umido, il ramo attecchisce entro poche settimane. Possiamo così creare palizzate, forme di animali o capanne che prendono vita in primavera con la comparsa di gemme e poi foglie in estate. Le ventose possono essere tagliate o intrecciate attorno alla struttura principale.

La viminiera occupa un posto privilegiato nel patrimonio locale, una grande comunità di cestai ha beneficiato di questo mestiere. I salici rossi fanno ancora parte del paesaggio, alcuni sono secolari. Forniscono ombra sui fiumi, tengono insieme il terreno e filtrano l’acqua. Quando sono vecchi, i loro tronchi cavi forniscono riparo a una moltitudine di animali. Un piacere per gli occhi e una benedizione per la natura.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment