Concezione

Un master specializzato in architettura ospedaliera in Quebec

Da oltre due anni, da quando questa pandemia sconvolge la nostra quotidianità, le nostre conoscenze e le nostre competenze, si parla molto di salute, rete sanitaria, ospedali, formazione e futuro dei giovani.

Ci piace sognare mutazioni, cambiamenti, trasformazioni per affrontare la nostra realtà difficile e imprevista, le sfide di un futuro che vorremmo prevedere.

Il Quebec ha saputo dotarsi di ospedali moderni, in linea con le pratiche ospedaliere e gli strumenti tecnologici essenziali alla medicina odierna.

Abitudini da qui

Bisogna riconoscere che il Quebec aveva ospedali logorati dal tempo e che l’importazione di un certo know-how architettonico sviluppato a livello internazionale ha notevolmente contribuito a migliorare le abitudini qui.

Sui siti web dei dipartimenti di architettura delle università del Quebec, nonostante la recente costruzione di nuovi ospedali esemplari, ai futuri laureati non viene offerto alcun master specialistico in architettura ospedaliera. Perché non siamo stati in grado di sfruttare le conoscenze acquisite durante la progettazione e la costruzione di ospedali di punta come il nuovo CHUM, il MUHC, il CHU de Québec e ospedali come quelli di Vaudreuil-Soulanges, Maisonneuve-Rosemont, Sherbrooke o Baie-Saint-Paul, solo per citarne alcuni?

Quebec ed esperienze internazionali

In questi giorni, non è giunto il momento di cogliere l’occasione per impostare un programma ragionato che unisca le conoscenze tratte da queste esperienze del Quebec ed esperienze internazionali riconosciute come innovative per formare giovani architetti specializzati in questo particolare campo di pratica che è l’ospedale architettura?

In questo settore, i progressi tecnologici sono i tendini della guerra. Le buone pratiche ospedaliere vengono reinventate, gli spazi e l’architettura devono essere in grado di adattarsi mantenendo le loro impronte significative.

Ad esempio, questi tempi di pandemia ci hanno insegnato crudelmente che prevenire e combattere le infezioni è un criterio essenziale che ha un impatto diretto su pratiche, spazi (e il loro adattamento) e percorsi.

Le conoscenze architettoniche devono poter essere costantemente aggiornate e servire l’interesse medico, l’interesse dei pazienti e l’interesse pubblico. Il melting pot universitario è la struttura migliore per riunire e catalizzare questa conoscenza in evoluzione che può fiorire solo nell’interdisciplinarietà, con l’aiuto degli operatori sanitari in una prospettiva in cui la conoscenza oltre i confini sarebbe aggregata. Essere e rimanere all’avanguardia nell’architettura ospedaliera è una vera sfida.

Il Quebec non è pronto a offrire una tale specializzazione ai suoi studenti, una specializzazione che farebbe avanzare la pianificazione, la definizione di programmi, la progettazione, la costruzione, l’ampliamento o la ristrutturazione degli ospedali del Quebec e che, inoltre, collocherebbe i laureati in architettura in una posizione favorevole posizione nel mercato del lavoro internazionale?

Una conoscenza invidiabile

Il Quebec può sviluppare conoscenze invidiabili sulla scena mondiale, come la Texas A&M University a College Station e molte altre università in tutto il mondo. Non abbiamo finito di parlare di salute e ospedali nei prossimi anni.

Non è forse questo il momento di valutare per tutta la rete sanitaria lo stato fisico e funzionale degli ospedali in vista della loro capacità di far fronte ad altre pandemie, che potrebbero verificarsi, e di individuare tutte le carenze che dovranno essere corrette ?

Offrire una specializzazione in architettura ospedaliera nelle nostre università sarebbe utile a tutti. Il ritorno sull’investimento è ovviamente assicurato.

Per vedere in video

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment