Orologi

Swatch preso d’assalto dagli acquirenti

È disponibile in undici modelli (per…

È disponibile in undici modelli (per gli 11 pianeti del sistema solare), prodotto in poche centinaia di esemplari e messo in vendita in tre città francesi: Parigi, Cannes e Bordeaux. Questi orologi imitano la mitica gamma del cronografo Speedmaster Moonwatch con cassa in bioceramica, indossato da Armstrong, Aldrin e Collins durante la spedizione sulla Luna nel luglio 1969. Abbastanza per far prendere dal panico gli appassionati di orologi. E gli speculatori, formati a questo tipo di plusvalenze da precedenti, come le sneakers del distributore Lidl.

Alle 10:05 il responsabile del negozio alza il cancello e si rivolge alla folla. “Preferisco essere franco: non potrei accontentare tutte le persone che stanno aspettando. Alcuni sono lì da più di 24 ore, provengono da Spagna, Portogallo, Marsiglia. Ci saranno sicuramente delusioni. Cercheremo di essere civili, penso che nei paesi vicini stiano accadendo cose che sono più importanti dell’acquisto di un orologio. Auguro a tutti buona fortuna. Sarà un orologio per cliente, non di più. Due persone in negozio alla volta, e io lavorerò con la porta chiusa. In alcune città le vendite sono state annullate all’ultimo momento per motivi di sicurezza; Spero che non succeda la stessa cosa”.

“Grandi braccia”

Entro un’ora, alcuni clienti rivendono l’orologio al doppio del prezzo di acquisto proprio sul marciapiede, ai ritardatari che si rendono conto che le scorte si esauriranno prima che raggiungano la porta. Prima di mezzogiorno, sui siti specializzati nell’orologeria di lusso, viene proposta in rivendita a quasi 1.000 euro.

“Mi rattrista”, si lamenta Tom, uno studente di 24 anni di Tolosa. “L’avidità rovina tutto. Questo tipo di prodotto dovrebbe consentire a persone come me che, da appassionati di orologi, non possono permettersi un vero orologio di lusso. Il cinismo del marketing è incredibilmente violento. »

“Non ho intenzione di mentire, è di venderlo. Spero di ricavarne 800 euro”

Non è l’unico dispiaciuto. A braccia incrociate, gli agenti di polizia inviati in emergenza scansionano la scena con aria di scetticismo. “Durante l’apertura, alcuni hanno suonato le braccia grosse per passare davanti a chi aveva aspettato”. Un primo equipaggio di polizia è arrivato sul posto alle 10:10, impedendo che i combattimenti degenerassero. “I primi due clienti non osavano uscire. Le barriere sono state erette e le cose sembrano andare più serene”.

La polizia nazionale era stata avvertita il giorno prima che Swatch stava organizzando un “evento commerciale”. Ma non certo questo tipo di follia collettiva. Oltre a un primo equipaggio di mountain biker, per incanalare questa frenesia orologiera si sono mobilitati un equipaggio della società di intervento dipartimentale e un altro della polizia municipale.

“Precisione svizzera”

“L’organizzazione è stata chiaramente sottodimensionata, non è esattamente precisione svizzera”, scivola uno dei 14 agenti di polizia assegnati alla supervisione delle vendite di orologi. Era prevista una sola veglia, mentre all’apertura la coda si estendeva su tre corsie: rue Porte-Dijeaux, rue du Temple e place Saint-Christoly. Avvolto attorno al blocco di edifici, il corteo calpesta verso il Graal, in senso orario. Ma dopotutto, questo bazar è anche una grande trovata pubblicitaria.

È mezzogiorno, la coda continua a correre fino in cima a rue du Temple.

È mezzogiorno, la coda continua a correre fino in cima a rue du Temple.

Gw. B

In effetti, sono forse i compratori più organizzati. Pierre esce dal negozio, una borsa in mano e un sorriso sulle labbra. “Sono qui dalle 15 di ieri. Questa mattina il primo della fila ha stilato una lista con un ordine di arrivo. Ero il sedicesimo. La pazienza del giovane ha dato i suoi frutti. Letteralmente. “Non ho intenzione di mentire, è di venderlo. Spero di ricavarne 800 euro”.

11:45 Il manager sporge la testa: tre modelli non sono più disponibili.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment