Vestiti

Preordina la moda, un modo più ecologico di acquistare vestiti

“Cinque giorni prima della fine del preordine. Consegna stimata: tra il 21 e il 30 aprile.” Non si tratta di un messaggio pubblicitario su un sito di vendita privato, ma di un chiarimento sul sito di Asphalte. Questo riguarda una “buona marinière”. La particolarità? Al momento in cui si eroga (49 €) per questa parte, questa non esiste ancora. Verrà effettuato una volta effettuato l’ordine.

Asphalte, marchio di prêt-à-porter maschile seguito da oltre 70.000 persone su Instagram, non è l’unico marchio a scommettere su quella che viene chiamata moda in pre-ordine. Da tempo, sempre più di loro hanno scelto questa modalità operativa, l’opposto del fast fashion. Avviare la produzione una volta che il cliente ha effettuato un ordine, infatti, evita la sovrapproduzione e quindi il problema dell’invenduto. Alcune di queste etichette online al 100% includono persino i loro clienti nel loro processo creativo, altre si offrono di “co-creare” modelli. Senza dimenticare di coltivare il desiderio con foto ultra ordinate su Instagram e scambi regolari con la loro comunità. Panoramica di alcune etichette francesi che hanno optato per questo modo di lavorare.

Leggi anche: Hermès, Chanel, Vuitton…: si possono avere pezzi di lusso a prezzi stracciati?

Il video della giornata:

Maison Cléo: retrò sexy

È una piccola azienda il cui successo va ben oltre il continente europeo. Dal suo lancio da parte dell’appassionata di vintage Marie Dewet e della sua mamma sarta, Nathalie, Maison Cléo ha conquistato migliaia di giovani donne, tra cui una sfilza di celebrità di New York. 120.000 persone sono ora iscritte all’account Instagram del marchio. Ma bisogna essere pazienti (e determinati) per mettere le mani su una blusa in organza di seta (185€) o una giacca di lana a quadri (340€) della Maison Cléo. Infatti, tutti i pezzi, creati da ritagli di tessuto di case di lusso, sono realizzati da Nathalie. Ogni mercoledì alle 18:30 ora di Bruxelles e alle 12:30 ora di New York, 30 pezzi vengono pubblicati sul sito web della Maison Cléo. O l’arte di coltivare la rarità!

maisoncleo.com

Reunited: classico femminile

Camicia in popeline, cardigan in felpa, cappotto in lana, stivaletti in pelle… Fin dal suo lancio nel 2019, Réuni ha immaginato un guardaroba femminile e senza tempo. Per una maggiore trasparenza e per conoscere le esigenze dei propri clienti, Adrien Garcia (ex Louis Vuitton e creatore del podcast Entreprendre dans la Mode) e la sua compagna Alice Bailly (anche lei ex Louis Vuitton) si affidano alla co-creazione: la community è invitato, tramite Instagram o tramite il sito web di Réuni, a scegliere i materiali, i colori o anche i tagli di un prodotto. Così “The Cardigan”: realizzato in lana vergine merino e lavorato a maglia in Spagna, è disponibile nei toni del blu anatra, crema o rosso papavero. Il prezzo: 159€ per una consegna stimata a metà giugno.

reuni.com

Asfalto: il precursore

Lanciato nel 2016 dall’imprenditore William Hauvette, Asphalte si è fatto un nome con capi basic e must-have: parka, maglioni a girocollo, overshirt a quadri… Il brand bordeaux si rivolge a quelli (e ora a quelli) che vogliono consumare “meno ma meglio”. Per Asphalt, il preordine va di pari passo con la qualità delle parti. Questo è ciò che ci permette di tagliare i costi che non riguardano la qualità e di mettere tutta la flouze (soldi) in ciò che conta per noi: la qualità dei tessuti, delle confezioni e dei servizi, leggiamo sul sito del brand. La chiave per un business che funziona?

asfalto.com

Coltesse: raffinatezza made in Paris

Con un nome che rende omaggio al drammaturgo autodidatta Bernard-Marie Koltès, Coltesse punta sull’eleganza e l’unicità. Questo marchio di alta gamma fondato da Florent Coltesse, che cita il marchio di lusso Lemaire tra le sue fonti di ispirazione, produce i suoi pezzi in un laboratorio nella capitale francese. Tra le sue creazioni, troviamo in particolare un cappotto oversize con spacchi sui lati, disponibile nei colori cammello, grigio o navy (i prezzi variano tra 610 e 690 €, a seconda della lunghezza del cappotto). Florent ricorda l’efficienza del marchio: una volta ordinato il pezzo, ci vogliono solo due settimane per realizzarlo.

coltesse.com

Patina

Prima di lanciare Patine, Charlotte Dereux ha lavorato per dieci anni per Sarenza, un sito specializzato nella vendita di scarpe e accessori. Nel 2017 la giovane ha smesso di carne e fast fashion. E quindi decide, nel processo, di creare il suo marchio di moda responsabile. Con Patine immagina abiti che le somigliano: femminili, ispirati alla cultura pop e agli anni 80. Risultato: jeans grezzi dal taglio dritto, t-shirt a girocollo in cotone biologico, morbide felpe con cappuccio… Anche Patine ha , ha abbracciato il modello di pre-ordine. Come per Marty, una felpa in cotone biologico riciclato (a partire da 105€). Tra i prossimi lanci, possiamo citare jeans curvy, una camicia super bianca, cerchi leopardati… E se la moda in pre-ordine fosse segno di un ritorno all’essenziale?

patina.fr

Segui So Soir su Fcebook e Instagram per non perdere le ultime tendenze in fatto di moda, bellezza, cibo e molto altro.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment