Portafogli

Posizionamento del portafoglio in un contesto inflazionistico

Il rapido aumento dell’inflazione è probabilmente transitorio. La Bank of Canada prevede che l’inflazione si aggirerà intorno al 3% durante l’estate prima di tornare a calmarsi, ma non è certo rassicurante per i clienti preoccupati per i prezzi che stanno vedendo in questo momento.

“Ho clienti in pensione o che stanno per andare in pensione, che hanno una riduzione delle azioni nel loro portafoglio e che guardano maggiormente ai titoli a reddito fisso per motivi di sicurezza”, ha affermato Robyn Thompson, presidente di Castlemark Wealth Management a Toronto. Sono molto più preoccupati per l’inflazione rispetto ai clienti che hanno più tempo prima del pensionamento. »

Queste preoccupazioni sono esacerbate dai tassi di interesse molto bassi che stanno facendo sì che i titoli a reddito fisso e i GIC siano molto al di sotto dell’inflazione, secondo Robyn Thompson.

Dati i bassi rendimenti dei titoli a reddito fisso, i clienti in pensione potrebbero voler generare reddito investendo in azioni e GIC che pagano dividendi. Robyn Thompson riferisce di aver riposizionato i portafogli dei suoi clienti per aumentare la loro esposizione ai settori che beneficiano di ambienti inflazionistici.

« En ce moment, j’aime les valeurs financières, un secteur qui se porte bien dans les cycles inflationnistes à taux élevés, car les banques empruntent à l’extrémité courte de la courbe et prêtent à l’extrémité longue », affirme-t -Lei.

E le banche potrebbero presto aumentare i loro dividendi. All’inizio della pandemia, l’Ufficio del sovrintendente delle istituzioni finanziarie ha ordinato alle banche di interrompere l’aumento dei dividendi e il riacquisto di azioni, una condizione che alla fine verrà revocata mentre l’economia continua a riprendersi.

“Una volta revocate le restrizioni, penso che vedrai le banche aumentare i loro dividendi man mano che la situazione si normalizzerà”, assicura Robyn Thompson.

Secondo lei, è importante evitare modifiche drastiche ai portafogli in risposta all’attuale impennata dell’inflazione. Ricorda ai suoi clienti che il loro portafoglio è costruito sulla base di un tasso di inflazione annuo del 2% e che il recente aumento dei prezzi è probabilmente solo un incidente.

Per i clienti che hanno ancora un margine di manovra prima di raggiungere i loro anni d’oro, Robyn Thompson ha spostato i portafogli dai titoli in crescita ai titoli a rendimento.

“Invece di sovrappesare i beni di prima necessità, i servizi pubblici e la tecnologia, che sono generalmente prescritti per ambienti a basso interesse, possono prendere in considerazione titoli più ciclici, come materiali, industriali e beni voluttuari”, spiega.

Resta da vedere se i tassi di inflazione elevati siano davvero un fenomeno a breve termine o parte di una tendenza a lungo termine, ma Robyn Thompson ha affermato che la maggior parte dei suoi clienti non è stata sorpresa dagli aumenti di prezzo a cui hanno assistito quest’estate.

“Per la maggior parte, i clienti capiscono che con il ritorno di persone che operavano in modalità virtuale e l’aumento della domanda repressa, assisteremo a pressioni inflazionistiche. Ma penso che i clienti siano consapevoli che questo è un evento a breve termine. »

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment