Portafogli

I portafogli di criptovaluta sono ora vietati in Canada

Le autorità canadesi hanno intrapreso ulteriori azioni contro individui ed entità coinvolte nell’operazione Freedom Convoy. Hanno vietato alle società finanziarie regolamentate di facilitare le transazioni da 34 portafogli di criptovaluta collegati a proteste di finanziamento organizzate dai camionisti nel paese.

Divieto di alcuni portafogli

La situazione continua e il cielo si oscura per i manifestanti. I servizi di polizia federale canadese, in collaborazione con il Financial Transactions and Reports Analysis Center of Canada (FINTRAC), stanno attualmente indagando sulle donazioni di criptovalute che i camionisti stanno ricevendo come parte della protesta che hanno organizzato. Quelli le proteste sono ora considerate illegali in base alla legge di emergenza. Lo ha invocato il primo ministro canadese Justin Trudeau.

Per tornare alle origini dell’evento, dovete sapere che tutto è iniziato verso la fine di gennaio. I manifestanti stanno protestando contro le varie restrizioni imposte ai viaggiatori internazionali dal governo canadese. Il governo richiede che tutte le persone entrino nel paese presentare un pass di vaccinazione contro il COVID-19. Per esprimere il loro dispiacere, gli autisti hanno bloccato i ponti internazionali in diverse province del Paese.

L’elenco dei portafogli vietati include 29 indirizzi Bitcoin (BTC), un indirizzo Ethereum (ETH), un indirizzo Cardano (ADA), un indirizzo Ethereum Classic, un indirizzo Litecoin (LTC) e un indirizzo Monero (XMR), secondo l’ordine . Una copia dell’ordine stava circolando su Twitter all’inizio di mercoledì.

Un ordine è stato dato alle banche

Oltre all’Emergencies Act per limitare i finanziamenti per i camionisti, il vice primo ministro Chrystia Freeland ha affermato che le banche possono congelare o sospendere immediatamente i conti bancari collegati ai camionisti senza un ordine del tribunale e senza timore di incorrere nella loro responsabilità civile.

“Tutte le piattaforme di raccolta di fondi e i fornitori di servizi di pagamento che utilizzano devono ora registrarsi presso il Financial Transactions and Reports Analysis Center of Canada (FINTRAC) e devono segnalare transazioni sospette e di grandi dimensioni a FINTRAC”, ha detto il portavoce del governo. “Poiché la situazione è nuova e in rapido cambiamento, l’RCMP non è in grado di offrire ulteriori informazioni sul raccolta di fondi per criptovaluta al momento”.

In Canada, la situazione sta peggiorando ogni giorno. Il governo ha appena intrapreso una nuova azione contro i camionisti che hanno organizzato blocchi stradali per rivelare la loro insoddisfazione per l’obbligo di essere completamente vaccinati contro il COVID-19 prima di entrare nel Paese. Resta da vedere se le nuove misure avranno qualche effetto nell’indebolire la determinazione mostrata dai manifestanti.

Fonte: CoinDesk

Ricevi un riepilogo delle notizie nel mondo delle criptovalute iscrivendoti al nostro nuovo servizio di newsletter giornaliera e settimanale per non perderti nessuno degli essenziali Cointribune!

Ricevi un riepilogo delle notizie nel mondo delle criptovalute iscrivendoti al nostro nuovo servizio di newsletter giornaliera e settimanale per non perderti nessuno degli essenziali Cointribune!

Immagine dell'utente

Scrittura TC

Dietro la firma generica “Redaction CT” ci sono giovani giornalisti e autori con profili specifici che desiderano rimanere anonimi perché coinvolti nell’ecosistema con determinati obblighi.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment