Vestiti

Dinan: 100 m2 di abbigliamento di seconda mano e attrezzature per l’infanzia

Chouket babyg Dinan
Chouket babyg è un negozio di abbigliamento e attrezzature di seconda mano intorno ai bambini, ma ogni settimana vengono organizzati anche laboratori. ©Agnès ESTEVES DA SILVA

Un cardigan senza maniche che sembra tagliato per una bambola, un vestito quasi da principessa o scarpe bianche della taglia 18, gli scaffali e gli scaffali di Chouket Babig sono pieni di bei reperti a un costo inferiore.

Qui era tutto depositare da giovani mamme, o papà, per sgombrare gli armadi da cose poco utilizzate. “Prendo solo capi in buone condizioni, puliti e privi di macchie. Dico spesso alle persone che lasciano di mettersi nei panni del compratore…”, spiega Hélène Piednoël.

Il principio di Chouket Babyg è quello diuna spedizionecon un ritorno al depositante se l’oggetto non viene venduto. “Faccio contratti abbastanza brevi, di tre o quattro mesi, da avere rotolamento regolare nel negozio. Le persone hanno bisogno di vedere cose nuove abbastanza spesso. »

Massaggi, yoga, servizi fotografici

Al piano terratroviamo tutti i vestiti per bambini. Al piano superiore, vestiti per i più grandicelli, fino a 16 anni, e a area per l’infanzia ottimo per i neogenitori.

Passeggino singolo o doppio, girello, box, fasciatoio, scaldabiberon per auto o l’essenziale per l’allattamento, un capiente Spazio espositivo è disponibile.

È qui, dopo aver svuotato il locale, che Hélène propone vari laboratori. “È davvero il concetto che volevo mettere in atto in Dinan: tutto ciò che gira intorno alla maternità. »

Massaggi, yoga, babywearing, momenti ‘Faber-Mazlish’ per comunicare al meglio con il proprio bambino o madre-figlia con un’estetista, oltre ai servizi fotografici genitore-figlio, sono i laboratori allestiti fino ad aprile da Hélène.

Video: attualmente su Actu

“Ecco perché ne avevo davvero bisognouna stanza più grande del mio 27m2 di Plouër che era pieno! Lì ho creato il negozio e mi ha permesso di vedere se quello che offrivo piaceva”, spiega la giovane, che ha trovato una location sia centrale che ai piedi di un parcheggio. “Ho avuto parecchi clienti da Lanvallay e Dinan. E poi Plouër è a soli dieci minuti da qui…”

600 referenze

In movimento che consente inoltre a Hélène di avere più di 600 referenze nel suo negozio e di anticipare le stagioni. “Ho già future mamme che vengono a comprarmi vestiti leggeri per i bambini primaverili. »

Oltre ai suoi pezzi di seconda mano, Chouket Babig offre diversi articoli di designer locali : fermaciuccio in legno o tessuto, peluche, sacco a pelo, bavaglino, ciabattine e gioielli per la gravidanza. Altri prodotti cool, quelli diun contadino dalla regione di Rennes, produttore di varie creme e saponi.

A poco a poco, Hélène Piedvache organizza l’universo del suo negozio, come l’aveva immaginato a Rouen, dove ha tenuto unun ristorante con il marito fino al parto del 2020. Un periodo che sarà stato loro fatale nel restauro, ma che ha permesso l’emergere di un nuovo progetto.

“Volevo tornare nella zona di Plouër, da dove vengo, e mio marito ha trovato lavoro facilmente. Era una grande cambiamento di vitama era il momento giusto per farlo”, riconosce la madre di tre bambini piccoli a cui il restauro ha lasciato poco tempo libero. “Qui mi posso organizzare più facilmente. Posso variare anche gli orari in base alle richieste…”

La giornata continua sabato, dalle 10:00 alle 18:00. Giorni e orari di apertura sulla pagina Facebook di chouketbabig e Instagram. Contatto: 06 50 65 22 52 e chouketbabig@gmail.com

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Le Petit Bleu nello spazio Le mie notizie. In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment