Concezione

Dassault Aviation e ISAE-SUPAERO rinnovano la collaborazione alla cattedra di ricerca “Design and Architecture of Cognitive Air Systems”

Aviazione Dassault

Aviazione Dassault

Dassault Aviation e ISAE-SUPAERO rinnovano la collaborazione sulla cattedra di ricerca
“Progettazione e architettura di sistemi aerei cognitivi”

Avviata nel 2016, la cattedra di ricerca e formazione “CASAC”, firmata da Dassault Aviation, ISAE-SUPAERO e la sua Fondazione, si propone di ripensare il rapporto tra gli equipaggi e i sistemi utilizzati in aviazione. Dopo i promettenti risultati iniziali, i due attori aerospaziali rinnovano la loro partnership per altri tre anni.

Lavoro finalizzato all’ottimizzazione dell’interazione uomo-macchina

Questa sedia, le cui principali linee di ricerca riguardano il neuroergonomia, autonomia decisionale sistemi automatizzati e ingegneria dei sistemisi propone di studiare diversi aspetti della collaborazione tra uomo e macchina. La sfida è rendere le operazioni aeree civili e militari più sicure, più robuste e più efficienti, garantendo al contempo il controllo completo degli equipaggi. I sistemi considerati sono molto spesso operati in situazioni complesse; dispongono quindi di automatismi avanzati per svolgere le proprie missioni in modo più autonomo, sempre sotto il controllo umano, affidandosi ad algoritmi decisionali del campo intelligenza artificiale.

Presso ISAE-SUPAERO, il dipartimento di progettazione e funzionamento dei veicoli aeronautici e spaziali (DCAS) ha competenze in neuroergonomia e intelligenza artificiale per il funzionamento dei sistemi. La neuroergonomia è la disciplina che analizza il funzionamento del cervello e il comportamento lavorativo degli utenti attraverso il prisma delle neuroscienze. Concretamente, si tratta di valutare gli stati mentali dell’utente rispetto alla sua capacità di svolgere i compiti a lui assegnati. L’intelligenza artificiale per la gestione dei sistemi è la disciplina che sviluppa algoritmi decisionali automatizzati. Le decisioni riguardano, ad esempio, l’insieme dei compiti da proporre all’operatore o da svolgere in automatico al fine di ridurre il carico di lavoro dell’operatore e migliorarne le prestazioni rispetto al contesto operativo.

Dassault Aviation è particolarmente preoccupata per i problemi di interazione Uomo-Macchina perché l’aviazione militare è molto impegnativa a causa della diversità e dell’imprevedibilità delle missioni, che inducono una gestione tattica complessa. La sfida è fornire alle persone tutti i servizi che consentano loro di assumersi la responsabilità di questa gestione. Per questo stiamo lavorando con ISAE-SUPAERO per identificare i fenomeni che influenzeranno l’andamento della collaborazione tra gli equipaggi e le loro macchine. afferma Jean-Louis Gueneau, coordinatore degli aspetti scientifici della cattedra di Dassault Aviation.

DaS primi risultati conclusivi

Il lavoro di ricerca della cattedra sull’interazione uomo-computer, svolto dal 2016 al 2021, ha consentito di sviluppare diversi strumenti di misurazione fisiologica, nonché tecniche di machine learning e pianificazione automatizzata dell’azione. I team hanno lavorato in particolare allo sviluppo di funzioni di assistenza attiva o passiva aiutare piloti e operatori a migliorare le proprie prestazioni.

Per questo, il ” pilota di monitoraggio era la linea di lavoro inizialmente preferita per comprendere meglio l’attività dell’equipaggio. Esperimenti su simulatori utilizzando strumenti di misurazione comportamentale e fisiologico sono stati effettuati per determinare metriche in grado di valutare le prestazioni dell’operatoree il loro livello di impegno o stress.

Dassault Aviation sta valutando la possibilità di integrare tali funzioni su di essa aerei civili e militari nel prossimo decennio.

La macchina, compagna di squadra degli operatori

L’asse principale di questa sedia mira allo sviluppo di tecnologie innovative che contribuiscono, da un lato, a qualificare l’interazione tra l’uomo e la macchina per sapere se la cooperazione è efficace e, dall’altro, a decidere automaticamente cosa deve essere mantenuto , suggerito o modificato per promuovere le prestazioni del team », spiega Caroline Chanel, responsabile della cattedra ISAE-SUPAERO.

Per questo, le metriche comportamentali e fisiologiche quantitative verranno fuse con metriche più qualitative per valutare l’efficacia della cooperazione Uomo-Macchina. Questa misura di efficienza sarà poi sfruttata da algoritmi nel campo dell’intelligenza artificiale per adattare e rafforzare questa cooperazione.

Questi temi innovativi sono di interesse per industriali e ricercatori in vista di applicazioni concrete a lungo termine.

* * *

INFORMAZIONI SU DASSAULT AVIATION:
Con oltre 10.000 aerei militari e civili consegnati in più di 90 paesi nell’ultimo secolo (tra cui 2.500 Falcon), Dassault Aviation ha riconosciuto know-how ed esperienza nella progettazione, sviluppo, vendita e supporto per tutti i tipi di aeromobili, dal Aerei da combattimento Rafale alla famiglia di business jet Falcon di fascia alta, inclusi droni militari e sistemi spaziali. Nel 2021 il fatturato di Dassault Aviation è stato di 7,2 miliardi di euro. Il Gruppo conta 12.400 dipendenti.

dassault-aviation.com

SU ISAE-SUPAERO
ISAE-SUPAERO forma ingegneri, scienziati e manager che saranno al centro delle trasformazioni del settore aeronautico e spaziale e più in generale del progresso delle nostre società. Con una gamma di oltre 30 corsi a livello di ingegneria, master, master specialistici e dottorati e quasi 700 laureati all’anno, quasi il 30% dei quali internazionali, l’Istituto è leader mondiale nell’istruzione superiore in ingegneria aerospaziale.

Le sue attività di ricerca coprono le discipline scientifiche su cui si basa l’ingegneria aerospaziale e sono coordinate con quelle del centro ONERA situato nel suo campus. La formazione e la ricerca mirano ad affrontare le grandi sfide del settore aerospaziale: transizione ecologica, transizione digitale, nuove forme di mobilità, nuovi usi dello spazio, ecc.

L’Istituto è membro fondatore del Gruppo ISAE e dell’Università Federale di Tolosa.

ISAE-SUPAERO in poche cifre:

  • 1.900 studenti – ISAE-SUPAERO Corsi di Ingegneria, Ingegneria in apprendistato, Master in “Ingegneria aerospaziale”, 5 Master orientati alla ricerca, 15 Master specialistici, 6 Scuole di dottorato.

  • Quasi 700 laureati all’anno

  • Oltre il 30% di studenti internazionali; 61 nazionalità rappresentate

  • 93 università partner estere provenienti da 28 paesi

  • Una rete di alumni di oltre 24.000 laureati.

isae-supaero.fr

SULLA FONDAZIONE ISAE-SUPAERO
Riconosciuta come utilità pubblica dal 2008, la Fondazione ISAE-SUPAERO lavora per sviluppare l’influenza e la leadership globale di ISAE-SUPAERO, proponendo e accelerando l’attuazione di progetti innovativi che contribuiscono a un mondo sostenibile. Cinque obiettivi strutturano le sue azioni: agire per lo sviluppo della ricerca aerospaziale, consolidare l’offerta di strumenti educativi innovativi, promuovere l’imprenditorialità, sostenere la mobilità internazionale di studenti e docenti-ricercatori e incoraggiare la politica di apertura sociale in particolare attraverso sostenere, con GIFAS, OSE, ISAE-SPAERO, il programma per le pari opportunità dell’Istituto.

fondazione-isae-supaero.org

* * *

CONTATTI STAMPA :

ISAE-SUPAERO
Agenzia OSSIGENO
Charline Kohler – 05 32 11 07 32 – charlinek@oxygen-rp.com
Juliette Vienot – 05 32 11 07 36 – juliette.v@oxygen-rp.com

Aviazione Dassault
Stéphane Fort – Tel +33 (0)1 47 11 86 90 – stephane.fort@dassault-aviation.com
Mathieu Durand – Tel +33 (0)1 47 11 85 88 – mathieu.durand@dassault-aviation.com

Foto HD: mediaprophoto.dassault-aviation.com
Video HD: mediaprovideo.dassault-aviation.com

Allegato

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment