Orologi

MAD Gallery, un’identità tutta nuova!

Sono passati ormai più di dieci anni – era il 2011, ricordiamolo – che la prima MB&F MAD Gallery ha aperto i battenti in rue Verdaine, nel cuore del centro storico di Ginevra. Poi, una seconda MAD Gallery è stata aperta a Taipei nel 2014, una terza a Dubai a gennaio 2016 (appena rifatta) e una quarta a Hong Kong a ottobre 2018.


Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!
Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!

Come spesso in MB&F, tutto è iniziato con un “non sarebbe fantastico se…” afferma Maximilian Büsser, fondatore di MB&F.

Non lo sapevamo, non avevamo idea di cosa stessimo facendo. Non c’erano piani di espansione. Tuttavia, l’idea prese forma e si sviluppò organicamente. Ora, un decennio dopo, volevo una galleria che fosse all’altezza delle opere d’arte in mostra. Volevo dare dignità e importanza agli artisti “. E ha successo.

Un team di architetti e designer svizzeri ha ridefinito l’interior design e l’identità architettonica di queste MAD Galleries, a cominciare dalla più grande, quella del famoso Dubai Mall. La nuova identità si applica anche al numero crescente di shop-in-shop MB&F presso i rivenditori di marca in tutto il mondo – come il corner MB&F al PMT-The Hour Glass a Bangkok – e un nuovo tipo di punto vendita chiamato “MB&F Lab” .

I fondatori dello studio di design sono partiti da un elemento centrale, uno spunto visivo per ogni spazio. ” Ci è venuta l’idea di un elemento centrale, una sorta di lente gigante che avrebbe capovolto il mondo, con riflessi cangianti quando ci si passa davanti. spiega Tyl Vergriete. ” Isolato, non ruba la scena ad altre creazioni. »


Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!
Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!

La produzione della lente, effettuata da un’azienda francese di ceramica attiva da oltre 170 anni, è stata una vera sfida. Tyl continua: Era importante lavorare con vari artigiani e MB&F voleva un elemento artistico presente ovunque, come nel caso dei suoi orologi.. »

Un’altra grande sfida, la realizzazione delle cupole in vetro delle vetrine, che richiamano l’estetica dei vecchi film di fantascienza – e dei cristalli di zaffiro bombati delle MB&F Machines – ha dovuto soddisfare diversi requisiti.

In particolare, richiedeva una qualità ottica eccezionale, un buon livello di sicurezza e la possibilità di un facile accesso all’orologio. Per eliminare qualsiasi elemento strutturale scomodo, qualsiasi disturbo visivo, il vetraio ha dovuto trovare il modo di praticare un ritaglio nella cupola spessa 5 mm e creare un secondo pezzo perfettamente adatto a fungere da porta. Ha progettato una porta scorrevole completamente su misura che si tira verso l’esterno e si sposta di lato con un semplice movimento.

Mentre la stragrande maggioranza delle vetrine sono scatole di vetro quadrate poste su quattro gambe, le vetrine a cupola rompono con la consueta geometria industriale e portano l’inaspettato, riecheggiando le creazioni di MB&F. Le cupole completate da treppiedi in alluminio pressofuso e dischi in ceramica blu, abbinati alla lente gigante, richiamano la passione di MB&F per tutto ciò che riguarda la scoperta dello spazio.


Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!
Ginevra: MAD Gallery, un'identità tutta nuova!

Terzo elemento chiave del nuovo design, i mobili che Max Büsser definisce “qualcosa che vorrei avere in casa”. Il risultato rende omaggio alla qualità e al know-how degli artigiani del mobile degli anni ’50 e ’60.

La sala principale è un grande tavolo, modificato da abili falegnami per consentire l’esposizione degli orologi in bacheche incastonate nel piano in legno.

Questo pezzo di presentazione occupa un posto di rilievo al centro dello spazio, invitando il visitatore a sedersi e prendersi il tempo per chiacchierare. Sedie e un divano in stile metà Novecento creano una sensazione di qualità ed eleganza, intorno al tavolo o negli spazi separati del soggiorno e del bar.

Mentre il precedente design degli interni della MAD Gallery poteva sembrare un po’ disordinato, è stata prestata molta attenzione alla creazione di un percorso di scoperta attraverso lo spazio, partendo dalle opere d’arte più impressionanti e finendo, sul retro, dalle più piccole e convenienti. Ogni specialità ha uno spazio ben definito e MB&F ha uno spazio dedicato al centro della galleria.

L’illuminazione è sicuramente l’ultima cosa che i visitatori notano, ma è uno degli elementi più importanti. Lo studio di progettazione ha installato un sistema che abbina faretti su binario, per illuminare le opere d’arte con precisione chirurgica, con plafoniere da incasso e wallwasher, in modo da garantire un’atmosfera e un’intensità luminosa ideali giorno e notte.

La sfida era creare una sensazione di comfort dando a ogni opera la luce di cui ha bisogno e facendo sentire l’intera struttura coesa e armoniosa. Oltre all’illuminazione, uno schermo digitale in formato verticale scorre le immagini dei vari elementi rappresentativi dell’universo MB&F.

La MAD Gallery di Dubai e lo shop-in-shop MB&F di Bangkok sono i primi luoghi a beneficiare della nuova identità architettonica. Le altre gallerie e diversi nuovi shop-in-shop seguiranno nel 2022 e nel 2023.

Oltre alle sue MAD Galleries, MB&F ha definito nuovi spazi di vendita ibridi, denominati MB&F Labs. Uniranno MB&F Machines con un numero limitato di opere d’arte, in luoghi che non sono abbastanza grandi da ospitare un’intera galleria. I primi MB&F Labs apriranno nel 2022 a Beverly Hills e Singapore.

Il concetto di MAD Gallery
MB&F ha creato il concept di MADGallery nel 2011, a Ginevra, per presentare le sue Horological and Legacy Machines in un contesto appropriato (MAD sta per Mechanical Art Devices).

Max Büsser spiega il concept della galleria e il legame tra i diversi pezzi presentati: “ Abbiamo progettato la MAD Gallery come una piattaforma perfetta per mostrare le nostre macchine e l’arte meccanica e cinetica di creatori che ammiriamo molto. “.

E per continuare: in MB&F creiamo macchine che danno il tempo in modo incidentale, non principalmente. Sono esempi unici di orologeria meccanica ma, ancor di più, pezzi tridimensionali di arte cinetica. Lo stesso vale per tutti i creatori che espongono in galleria: il loro lavoro trascende la praticità e le loro creazioni sono vere opere d’arte. “.

Grazie alla MAD Gallery incontriamo artisti che si esprimono in un modo paragonabile al nostro in universi paralleli, persone che la pensano come noi e condividono la nostra passione per l’arte meccanica.. »

Le gallerie presentano non solo le Horological and Legacy Machines di MB&F, ma anche le co-creazioni del marchio – inclusi orologi da tavolo realizzati con L’Epée 1839 e carillon creati con Reuge – oltre a opere d’arte accuratamente selezionate, firmate da vari artisti intorno al mondo.


Orologi-di-lusso.com | Inserito il 2 marzo 2022 | Leggi 2003 volte



Ogni mese, trova nella tua casella di posta le migliori notizie di Orologi di Lusso

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment