Borse

Il mancato rispetto dei massimali di prezzo in Marcory: prodotti sequestrati

Sacchi di riso, pasta e carne sono stati sequestrati ai commercianti di Marcory per il mancato rispetto dei massimali di prezzo.

In totale sono stati sequestrati 40 sacchi di riso, una sessantina di sacchi di pasta e 20 chilogrammi di carne ad un macellaio che vendeva il chilogrammo di carne (con osso) a 3000 FCFA anziché 2800 FCFA, e la carne disossata a 3500 anziché 3000 franchi CFA.

Questa operazione rientra in una missione di controllo e monitoraggio della misura del price cap, svolta dalla direzione di Abidjan sud 1 del Ministero del Commercio e dell’Industria sotto la supervisione del Consiglio nazionale di lotta all’alto costo della vita (CNLVC ).

LEGGI ANCHE: Morte: Blé Goudé piange Jean Roger di Zouglou Makers, “Sono inconsolabile, dove stai andando, c’è Zouglou laggiù? »

Il ministero preposto al commercio in raccordo con il CNLVC intende, con questa azione che si sviluppa su tutto il territorio, assicurare il rispetto dei prezzi da parte degli operatori commerciali, previa consultazione e sensibilizzazione con gli attori del commercio, in particolare gli importatori, gli operatori della grande distribuzione, quindi -gestori di negozi detti “mauritani”, venditrici del mercato femminile, associazioni di commercianti e consumatori. Lunedì è iniziata la repressione dei trasgressori della misura del price cap.

L’ispettore del commercio, Kouman Koffi, ha rivelato che il sequestro è reale, quindi seguirà multe che vanno da 100.000 a cinque milioni di franchi CFA secondo l’articolo. “Quando un prodotto coperto dal tappo viene sequestrato, tutti sequestriamo lo stock, non si tratta solo di prodotti trovati sugli scaffali”, ha avvertito l’ispettore, avvertendo tutti i commercianti che non rispettano questa misura.

LEGGI ANCHE: Costa d’Avorio: il prezzo del pane sale a 200 FCFA

Sottolinea che i prezzi limitati sono stati fissati di comune accordo con le associazioni dei commercianti, tenendo conto dell’intera catena del valore dei prodotti. Questi prezzi sono quindi “sopportabili” per i trader.

Il governo ha adottato nove misure durante il Consiglio dei ministri del 9 marzo 2022 per combattere l’alto costo della vita e preservare il potere d’acquisto delle popolazioni. Questi includono, tra l’altro, il parziale sovvenzione dei prezzi dei prodotti petroliferi, il massimale su un periodo di tre mesi dei prezzi di alcuni prodotti, l’ampliamento dell’elenco dei prodotti e servizi di consumo i cui prezzi sono regolamentati, l’instaurazione del principio dell’informazione e della consultazione preventiva, prima di ogni aumento del prezzo dei beni di consumo, per un periodo di sei mesi, la presentazione dell’autorizzazione all’esportazione dei prodotti alimentari di consumo.

Avviso di Facebook per l’UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare commenti su FB!

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment