Orologi

I mercati azionari avanzano, il petrolio scende

(Parigi) I mercati azionari sono avanzati venerdì, continuando a esaminare le ripercussioni della guerra in Ucraina sull’economia globale e sul mercato delle materie prime.

Inserito alle 10:08

Dopo un’apertura mista, l’Europa è progredita con l’avvicinarsi del fine settimana: Francoforte è cresciuta dello 0,86%, Parigi dello 0,41%, Milano dello 0,78% e Londra dello 0,27% verso le 13:45 GMT (9:45 EST).

La Borsa di New York, da parte sua, è leggermente aumentata venerdì, cercando di chiudere con una seconda settimana consecutiva di guadagni, ma senza notizie importanti per mantenere il suo slancio. Nelle prime contrattazioni, il Dow Jones ha guadagnato lo 0,24%, il NASDAQ lo 0,03% e il più ampio indice S&P 500 lo 0,21%.

“La guerra è ovviamente ancora presente nelle dinamiche di mercato, così come l’inasprimento delle politiche monetarie su entrambe le sponde dell’Atlantico”, affermano gli analisti della Banque Postale AM.

Sottolineano, tuttavia, che “per il momento l’attività negli Stati Uniti e in Europa sembrava resistere ai primi effetti della crisi”, con i risultati dell’indicatore di attività che giovedì hanno sorpreso positivamente.

I prossimi mesi potrebbero rivelarsi più difficili. In Inghilterra, la fiducia dei consumatori è in calo, a causa di un “muro di preoccupazione” per l’impennata del costo della vita, secondo uno studio GfK pubblicato venerdì.

A marzo è crollato anche il morale degli imprenditori tedeschi, conseguenza dell’invasione russa dell’Ucraina che ha prodotto un calo storico delle aspettative economiche, peggiore rispetto all’inizio della pandemia di COVID-19, secondo il barometro IFO.

L’attenzione degli investitori, in particolare in Europa, resta concentrata sulla guerra in Ucraina dopo l’annuncio delle nuove sanzioni adottate dall’Occidente contro Mosca, che prendono di mira, sul piano economico, le riserve auree russe.

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno annunciato venerdì a Bruxelles misure per ridurre la dipendenza europea dal gas russo, poco prima della partenza per la Polonia del presidente americano Joe Biden, la seconda tappa di un viaggio in Europa dedicato all’invasione russa in Ucraina.

Ribasso del petrolio

In questo contesto, e con l’assenza di sanzioni europee contro gli idrocarburi russi giovedì, la pressione sui prezzi del petrolio si è ulteriormente allentata.

Un barile di greggio Brent del Mare del Nord con consegna a maggio era ancora in calo (-2,04% a $ 116,60) intorno alle 13:30 GMT (9:30 EST), lontano dal picco di giovedì a $ 123.

Il barile del West Texas Intermediate (WTI) con consegna lo stesso mese è sceso del 2,37% a 109,69 dollari.

Richemont lascia gli orologi Greubel Forsey

Il colosso del lusso Richemont (+1,53%), proprietario in particolare della casa di gioielli Cartier, ha ceduto la sua partecipazione nel prestigioso marchio di orologi Greubel Forsey, ha confermato venerdì ad AFP il marchio che ha riconquistato la sua indipendenza.

Il settore del lusso europeo ha portato gli indici, in particolare Hermès (+3,61%), Kering (+2,23%), LVMH (+2,03%) o Tod’s (+2,59%).

Dentro Generali, il piano dei frombolieri

Gli azionisti ribelli della compagnia assicurativa numero uno in Italia, Generali, hanno presentato venerdì un piano strategico “più ambizioso”, secondo loro, del progetto del suo boss Philippe Donnet che cerca un terzo mandato. L’azione è salita dell’1,99% a 19,44 euro a Milano.

Semiconduttori sagomati

Le aziende specializzate in semiconduttori hanno guidato l’aumento in Europa, come Infineon (+5,39%), ASML (+2,18%) o STMicroelectronics (+2,43%)

Dal lato valutario

L’euro è salito dello 0,12% a $ 1,1015.

Bitcoin è salito del 2,34% a 44.917$, in rialzo di oltre il 4,5% sulla settimana.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment