Portafogli

I consulenti finanziari non vengono venduti su Crypto

Un sondaggio di gennaio condotto da BitWise Asset Management su 600 consulenti finanziari ha rilevato che il 15% stava destinando una parte, in genere il 5% o meno, dei portafogli dei propri clienti alle criptovalute nel 2021. Questo è il 9% in più rispetto a un anno fa.% due anni fa.

Eppure l’85% dei consulenti continua a non investire in criptovalute per i clienti.

Negli ultimi due anni, le criptovalute sono passate da un movimento marginale a una vera e propria mania di investimento che, al suo apice, valeva $ 3 trilioni. Il prezzo del bitcoin è salito da circa $ 9.000 prima della pandemia a quasi $ 69.000 nel novembre 2021. È stato parte della mania del meme-trading, un grande inserzionista del Super Bowl e persino una fonte di finanziamento per l’Ucraina dopo l’invasione russa.

I promotori finanziari stanno avanzando leggermente. Per alcuni, le proprie regole di trading impediscono loro di detenere criptovalute per i propri clienti. I consulenti possono solo raccomandare investimenti regolamentati e c’è sempre una nebbia normativa che circonda le criptovalute, quindi molti consulenti si tengono alla larga. Finora la Securities and Exchange Commission ha approvato un solo fondo quotato in bitcoin. Per altri consulenti, il problema sono la volatilità e il rischio. Mentre la volatilità non scoraggia i giovani investitori che possono permettersi di correre grandi rischi, non è per gli investitori che hanno già passato anni a costruire un gruzzolo.

La maggior parte dei clienti di Russell Wayne presso la Sound Asset Management di Weston, nel Connecticut, hanno tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei 60, ha detto, in un momento in cui dovrebbero lasciar andare il rischio, non prenderne di più. Anche se si è preso il tempo per capire come funzionano le criptovalute, continua a pensare che sia troppo rischioso per i suoi clienti.

Questo rischio è evidente nel fatto che bitcoin è attualmente in calo di circa il 36% dal suo massimo di novembre.

Sono 510782?larghezza=700&altezza=466

Una pubblicità per una carta di credito offerta dall’exchange di criptovalute Gemini a New York all’inizio di quest’anno.

Foto:
Bloomberg

“Voglio assicurarmi che non chiamino e dicano ‘Cosa hai fatto? “, ha dichiarato.

Ma i clienti sono sempre più curiosi delle criptovalute. Nel sondaggio BitWise, circa il 94% dei consulenti ha affermato di aver ricevuto domande sulle criptovalute.

Adam Koos, il fondatore del Libertas Wealth Management Group a Columbus, Ohio, ha risposto alle domande sulle criptovalute e ha acquistato alcuni prodotti fiduciari per conto dei clienti, ma ha detto che generalmente non era alla ricerca di se stesso. portafogli e metterlo in crittografia.

È una grande risorsa per il commercio, ha detto, data la volatilità e le oscillazioni selvagge, ma è molto più difficile da giustificare come parte di un portafoglio di stablecoin. “Quando parli ai tuoi clienti di azioni o obbligazioni, in quasi tutti i casi, posso dire con sicurezza che non andranno a zero”, ha detto.

La sua più grande preoccupazione è che le criptovalute abbiano il potenziale per perdere la maggior parte, se non tutto, del loro valore. “Trovo difficile consigliarlo come classe di attività”, ha detto.

Barry Ritholtz ha affermato che alcuni dei suoi clienti presso Ritholtz Wealth Management a New York hanno recentemente voluto che investisse una parte dei loro portafogli in criptovalute, proprio come farebbe con qualsiasi altro asset. Questo, tuttavia, gli ha sollevato problemi logistici.

Per acquistare un’azione, ad esempio, un investitore ha bisogno di un broker che lo faccia per suo conto e ci sono una miriade di altri intermediari che gestiscono tutti gli altri aspetti della negoziazione e della custodia.

Le criptovalute, invece, possono essere acquistate direttamente da un altro utente, ma questo pone un problema: se un investitore le detiene direttamente, utilizzando il proprio “portafoglio”, è responsabile della sua sicurezza – e ci sono molte storie di persone che perdono accedere ai propri portafogli.

La soluzione di Ritholtz è stata quella di creare il proprio indice, sviluppato con WisdomTree e lo scambio di criptovalute Gemini come custode. L’indice, che opera come conto gestito separatamente da una società chiamata OnRamp Invest che detiene 15 diverse criptovalute per conto degli investitori, è stato lanciato a dicembre. Non è qualcosa che Ritholtz Wealth include nei suoi portafogli modello, ma è disponibile per i clienti che desiderano criptovalute.

CONDIVIDI I TUOI PENSIERI

Quanto del tuo portafoglio saresti disposto a investire in criptovalute? Partecipa alla conversazione qui sotto.

“Devi ascoltare quello che ti dicono i tuoi clienti”, ha detto, aggiungendo che non consiglia a nessuno di loro di detenere più dell’1% al 2% della loro ricchezza in criptovalute. Circa il 10% dei clienti dell’azienda, ha affermato Ritholtz Wealth Management, ha acquistato l’indice, che è in calo di circa il 32%, dopo il mercato delle criptovalute, dal suo lancio.

Per alcuni consulenti, le criptovalute possono diventare un modo per raggiungere nuovi clienti. Un sondaggio di dicembre su 80 consulenti Cerulli ha rilevato che il 30% incoraggiava gli investimenti in criptovalute e lo vedeva come un modo per differenziarsi dagli altri consulenti.

La consulente finanziaria Mellisa Anne Cox di Fetterman Investments a Dallas si è presa del tempo per conoscere le criptovalute in modo da poterne parlare con i suoi clienti. Ha consigliato ad alcuni clienti più giovani i meccanismi di acquisizione di criptovalute.

Come molti consulenti, ha affermato, Fetterman sta passando alla prossima generazione di investitori, quindi è importante comprendere le nuove opzioni. Ma la sua azienda non ha cambiato le sue regole contro l’acquisto di criptovalute, e comunque non si sente a suo agio nel mettere i suoi clienti, la maggior parte dei quali sono più anziani, in un investimento così rischioso.

“Adoro educare le persone su cosa sono le criptovalute”, ha detto. Ma questo non va oltre. “Non compro personalmente criptovalute per i miei clienti. È proprio lì che mi trovo adesso.

Dion Rabouin di WSJ spiega perché Wall Street sta ora scommettendo molto sulle criptovalute e cosa significa per la nuova classe di asset e il suo futuro. Composizione fotografica: Elizabeth Smelov

Copyright ©2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment