Vestiti

Cherbourg: affetta da una malattia agli occhi, Estelle crea un marchio di abbigliamento… in Braille

Estelle Davenel, una cherborghese (Manica) affetta da una malattia accecante, ha creato un marchio di prêt-à-porter.  Originalità?  I vestiti porteranno segni in braille.
Estelle Davenel, una cherborghese (Manica) affetta da una malattia accecante, ha creato un marchio di prêt-à-porter. Originalità? I vestiti porteranno segni in braille. (©Mickaël al mare)

Fai della tua malattia un punto di forza. Ad agosto 2020, Estelle Daveneluna Cherborghese (Manche) all’età di 28 anni, ha appreso che lo era affetto da neuropatia ottica durante un semplice controllo Significa che lei perdendo gradualmente di vista.

Alla fine della mia prima gravidanza, ho notato che vedevo sempre meno bene. Pensavo di essere diventato miope. Alla fine, i medici mi hanno spiegato che avevo una malattia rara. Non sanno come progredisce la malattia e quindi quale trattamento prescrivere.

Estelle DavenelCherbourgeoise affetto da neuropatia ottica

Riqualificazione

La notizia deve essere stata difficile da incassare per questo madre di due ragazziresponsabile delle risorse umane presso la scuola di quartiermastro di Querqueville, Marina francese.

In effetti, la neuropatia ottica lo è incompatibile con il suo stato militare. Ha quindi avviato il processo di riforma per incapacità medica.

Ben circondata, Estelle Davenel non si è lasciata sconfiggere e di recente ha iniziato a riqualificazione.

Una mattina mi stavo vestendo e mi chiedevo come avrei fatto quando fossi stata cieca. È così che mi è venuta l’idea di creare un brand di prêt-à-porter, in cotone biologico, con piccole parole, piccoli messaggi di mood scritti in Braille.

Estelle DavenelFondatore del marchio prêt-à-porter “Hope Day”

Sarebbe anche indicato il colore del materiale in braille a un’estremità le magliette, i maglioni e le tote bag che metterà in vendita.

Aumentare la consapevolezza

Anche la Cherbourgeoise è in fase di apprendimento questa scrittura universalecomposto da punti in rilievo, per non vedenti o ipovedenti.

Conosco l’alfabeto. Comincio a leggere visivamente il braille e a scriverlo. È ancora difficile da leggere al tatto. Farò solo un corso di formazione per padroneggiarlo.

Estelle DavenelFondatore del marchio prêt-à-porter “Hope Day”

Tramite il suo marchio di prêt-à-porterdi nome giorno di speranza (comprendere il giorno della speranza) e simboleggiato da un’ancora marinala madre di Haiden, 2 mesi, e Dénaë, 3, spera che i medici trovino una cura per rallentare o addirittura fermare l’evoluzione della sua neuropatia ottica.

Video: attualmente su Actu

Anche lei vuole democratizzare la scrittura braille agli occhi di tutti e aumentare la consapevolezza intorno alla disabilità, così come alla malattia.

Un messaggio da Sinik

Sembra che il suo messaggio stia comunque prendendo slancio, perché di recente Estelle ha ricevuto una bella sorpresa:

Un bel messaggio per “una nuova speranza”…

Questo articolo ti è stato utile? Nota che puoi seguire La Presse de la Manche nella sezione Le mie notizie. In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment