Borse

Centinaia di donazioni di emergenza raccolte in Quebec partono per l’Ucraina

E i cittadini del Quebec hanno risposto altrettanto rapidamente alla sua chiamata con grande generosità. Medicinali, cibo in scatola, coperte, torce elettriche, soldi, vestiti per i soldati e altro materiale che potrebbe cambiare tutto tra la vita o la morte durante una guerra: i generi alimentari sono centinaia.

Nataliya Lityuk, organizzatrice della collezione a Quebec City, ha risposto all’iniziativa lanciata per prima dalla comunità ucraina di Toronto.

Un uomo mette una borsa nel bagagliaio di un'auto.

Le donazioni saranno inviate agli ucraini bisognosi.

Foto: Radio-Canada / Camille Carpentier

Un lungo viaggio in Ucraina

Il prezioso carico raccolto dalla signora Lityuk dovrebbe partire lunedì a mezzogiorno in direzione di Montreal, quindi a Queen City prima di dirigersi verso la Polonia mercoledì. Se tutto va bene, il cibo dovrebbe essere consegnato agli ucraini via terra nei giorni successivi.

Nataliya Lityuk è di Enerhodar, nella regione di Zaporizhia nell’Ucraina sudorientale, vicino alla Crimea. I suoi genitori sono ancora lì. A nome di loro e dei loro cari che soffrono quotidianamente della superiorità aerea russa, ringrazia dal profondo del cuore i Quebec per la loro generosità.

Questi sono gesti molto forti di sostegno ucraino. Non c’è nessuno al sicuro lì. Tutti i nostri amici stanno combattendo contro l’esercito russo. Gli aeroplani passano quasi ovunque. Possiamo contattarli [ses parents et proches]ma dipende dai tempiha spiegato nel programma mattutino di lunedì Primo volta.

Una donna riempie una borsa dei medicinali.

Nataliya Lityuk, organizzatrice di una raccolta fondi a L’Ancienne-Lorette.

Foto: Radio-Canada / Camille Carpentier

Separati per categorie

Nelle ultime ore Nataliya Lityuk ha accuratamente separato gli oggetti raccolti per categoria. Le medicine, per esempio, vanno nella stessa borsa.

Posso dirti che, nei momenti difficili, devi essere ben organizzato. Cosa possiamo fare? Si può trasferire denaro e altri oggetti. Ma dobbiamo agireha affermato.

Abbiamo raccolto molti soldi, vestiti, attrezzature sportive come zaini, sacchi a pelo. »

Una citazione da Natalia Lityuk

Facebook

La richiesta di aiuto è stata fatta sulla pagina Facebook degli ucraini in Quebec. Le donazioni provengono spesso da famiglie ucraine, ma anche da Quebecers che hanno potuto utilizzare il servizio di traduzione offerto dal social network per dare il loro contributo.

Per ora è un po’ troppo tardi. Ma organizzeremo una prossima raccolta fondiassicura Nataliya Lityuk.

Con la collaborazione di Claude Bernatchez e Camille Carpentier

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment