Portafogli

Biden sta arrivando dopo il tuo portafoglio crittografico privato?

Mentre investire in valuta digitale poteva sembrare ridicolo solo un decennio fa, avere una certa percentuale del tuo portafoglio in criptovalute come Bitcoin, Ethereum e persino stablecoin è abbastanza normale ora. Dopotutto, la criptovaluta ha visto un’enorme crescita di popolarità e utilità negli ultimi dieci anni. Inoltre, i consumatori tendono ad amare la natura decentralizzata delle criptovalute, soprattutto perché il governo federale è sempre alla ricerca di nuovi modi per tenere traccia delle normali transazioni dei consumatori che avvengono in USD.

Non sorprende, tuttavia, che l’amministrazione Biden stia attualmente ricercando modi innovativi per tenere traccia delle transazioni che si verificano nei portafogli crittografici privati. In effetti, alcune fonti affermano che il presidente Biden potrebbe presto emettere un ordine esecutivo inteso a dirigere le agenzie governative mentre cercano di regolamentare le risorse digitali.

Anche se sei preoccupato che il governo guardi più da vicino le tue transazioni in criptovalute, la maggior parte degli investitori non ha nulla di cui preoccuparsi, almeno non ancora. Se ti stai chiedendo perché il governo si preoccupa di quante criptovalute possiedi o di come le usi, continua a leggere per saperne di più.

Perché il governo sta monitorando le criptovalute

Shaun Heng, vicepresidente per la crescita e le operazioni di CoinMarketCap, afferma che è importante sottolineare che il governo potrebbe considerare i portafogli crittografici privati ​​come una potenziale alternativa ai conti bancari tradizionali. Tuttavia, fa anche la distinzione che un portafoglio fisico di criptovaluta in realtà non detiene o archivia alcuna risorsa digitale. “Invece, un portafoglio crittografico contiene semplicemente le chiavi private necessarie per accedere alle risorse archiviate sulla blockchain”, afferma.

Poiché tutte le risorse digitali sono archiviate sulla blockchain, che è essenzialmente un registro o un registro di tutte le transazioni crittografiche, ciò significa che le transazioni effettuate con risorse digitali sono sempre di natura pubblica e tracciabile.

“Questa trasparenza è uno degli elementi chiave della tecnologia blockchain”, afferma Heng.

Tuttavia, il governo ha ancora interesse a seguire l’evoluzione della valuta, anche se è decentralizzata. Ancora più importante, il governo è sempre interessato a combattere crimini come il riciclaggio di denaro, la tratta di esseri umani e la frode.

Secondo il CEO di Cabital Raymond Hsu, le entità governative sono comprensibilmente nervose per gli scambi di criptovaluta che non dispongono di forti controlli antiriciclaggio in atto.

“Questi scambi sarebbero molto allettanti per criminali finanziari, finanziatori di terroristi ed evasori di sanzioni, che a loro volta erodono la reputazione dei paesi in cui hanno sede”, afferma.

Il CEO di HiCollectors Scott Steward aggiunge che il governo è preoccupato che le persone non possano spostare ingenti somme di denaro attraverso portafogli crittografici privati ​​senza tassazione o regolamentazione.

“Lo scopo dei portafogli privati ​​è mantenere le transazioni private, tuttavia la mancanza di regolamentazione può creare una situazione pericolosa per l’economia”, afferma. “Se le persone sono in grado di spostare ingenti somme di denaro con poca o nessuna regolamentazione, ciò potrebbe portare a investimenti rischiosi e altri comportamenti indesiderati. :

Ecco perché il governo federale sta facendo un grande sforzo per rendere le criptovalute sicure, dice.

Detto questo, alcuni esperti ritengono che il governo abbia obiettivi nefasti quando si tratta di monitorare le transazioni crittografiche. Ad esempio, l’amministratore delegato di Modulus Richard Gardner afferma di ritenere che la Fed “vuole il pieno controllo sulla politica monetaria in modo che il governo federale abbia il pieno controllo sulla nostra privacy, oltre a mantenere la capacità di sigillare o, in alternativa, di imporre un pagamento alternativo”. meccanismi fuori esistenza, se lo ritengono necessario”.

Di conseguenza, afferma, i sostenitori delle criptovalute e il pubblico in generale dovrebbero essere estremamente preoccupati per questi sviluppi.

L’esperto di criptovalute Ozzy Dot, che si chiama @OzzyDotClips su TikTok, ha recentemente parlato di questo tipo di scenario in uno dei suoi video. Come ha condiviso, una Corte superiore di giustizia in Canada ha recentemente chiesto a una società di criptovalute chiamata “Nunchuk” di congelare i beni degli utenti che hanno preso parte a una protesta contro i mandati di vaccinazione. In una risposta al governo canadese, la società ha dichiarato quanto segue:

“Non raccogliamo alcuna informazione identificativa dagli utenti oltre agli indirizzi e-mail. Non abbiamo nemmeno le chiavi”, hanno detto. “Pertanto: non possiamo ‘congelare’ le risorse dei nostri utenti; Non possiamo “impedire” loro di essere spostati; Non abbiamo alcuna conoscenza dell'”esistenza, natura, valore e ubicazione” dei beni dei nostri utenti. È di progettazione.

“Si prega di verificare come funzionano l’autocustodia e le chiavi private”, si legge nella lettera. “Quando il dollaro canadese diventerà inutile, saremo qui anche per servirti”.

Ozzy Dot afferma che questo è esattamente il motivo per cui i governi sono preoccupati per i portafogli crittografici privati. Non possono essere congelati o sequestrati rispetto al tradizionale sistema bancario centralizzato, quindi i poteri che sono non hanno il potere e il controllo che si sforzano di mantenere.

Gli investitori in criptovalute dovrebbero essere preoccupati per una maggiore regolamentazione?

Per la maggior parte, gli investitori di criptovalute di tutti i giorni non devono fare nulla per rimanere conformi ai propri account oltre a pagare le tasse sulle transazioni idonee. Il consulente finanziario Julian B. Morris di Concierge Wealth Management afferma che i consumatori dovrebbero già monitorare le loro transazioni in criptovaluta e segnalare guadagni e perdite. In caso contrario, una maggiore regolamentazione potrebbe costringere alcuni investitori di criptovalute a salire finalmente a bordo.

Per coloro che investono in criptovalute e non stanno ancora tracciando i loro scambi, Morris suggerisce di creare un foglio di calcolo delle date e dei prezzi degli scambi in modo da avere una documentazione che corrisponda alla blockchain e semplifichi la segnalazione ai fini fiscali. . Aggiunge inoltre che esistono già servizi che possono generare questi rapporti per te se colleghi il tuo portafoglio.

Nel frattempo, gli investitori di criptovalute e i consumatori di tutti i giorni non dovrebbero ancora farsi prendere dal panico. Tutte le misure messe in atto per tenere traccia delle transazioni crittografiche saranno progettate per rilevare i movimenti di valuta illegali, comprese le frodi e il riciclaggio di denaro. Se investi in criptovalute come una persona normale senza cercare di nascondere denaro, evadere le tasse o infrangere la legge, non hai nulla di cui preoccuparti.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment