Portafogli

Valutazione delle società di gestione | I tuoi investimenti inquinano quanto un SUV

Sapevi che i tuoi investimenti contribuiscono al riscaldamento globale tanto quanto un SUV? E che, quindi, le vostre decisioni di investimento hanno un impatto importante sul nostro pianeta?

Inserito il 27 febbraio

Questa domanda mi ha infastidito dal mio articolo del 30 dicembre, in cui ho spiegato che sono i ricchi che riscaldano il pianeta e, ancora, i ricchi che guadagnano solo $ 92.000 all’anno in Quebec. E che sono i loro investimenti, tra gli altri, a fare la differenza.

Perché ? Perché questi investimenti in borsa, in fondi comuni di investimento o altro, consentono alle aziende di produrre, di creare lavoro, ma anche di inquinare. In definitiva, i gas serra (GHG) emessi da queste società sono attribuiti agli azionisti che sono gli investitori. Tutti noi.

Così sono andato in giro da alcune società di investimento per scoprire l’impronta di carbonio dei loro fondi, che ho confrontato con le emissioni di un SUV. I confronti non sono perfetti, ma forniscono una buona panoramica.

Quindi, per esempio, quanto gas serra emette un portafoglio di $ 100.000 ogni anno?

Innanzitutto, il benchmark: un SUV emette circa 4 tonnellate di gas serra all’anno quando percorre 20.000 km. Sto parlando di una Toyota RAV4 o di una Nissan Rogue, per esempio. Con un SUV Mercedes ci avviciniamo alle 5 tonnellate. E per il più grande camion Ford F-150, sono 7,1 tonnellate.

E i tuoi investimenti? Al Fonds FTQ, ad esempio, sono comprese tra 3,9 e 4,4 tonnellate per $ 100.000 investiti, tanto quanto un SUV. E ancora, il Fonds FTQ è in prima linea per quanto riguarda gli standard ambientali. Anche l’impronta di carbonio dei suoi portafogli è diminuita di oltre il 25% tra il 2020 e il 2021.

In confronto, le società nell’indice canadese S&P TSX avevano un’impronta di carbonio di 7,3 tonnellate per $ 100.000 per lo stesso periodo, che è quanto un Ford F-150, e quindi molto più del Fonds. FTQ (le cui attività del Quebec sono alimentate dall’energia idroelettrica).

Desjardins, Caisse de depot…

Ho insistito con Desjardins Group, National Bank e Fiera Capital per avere l’impronta di carbonio dei fondi offerti ai clienti, ma le prime due organizzazioni hanno rifiutato. Affermano di perfezionare i loro metodi e promettono di fornire indicatori di alta qualità “nel prossimo anno”. Vedremo.

Sono ancora riuscito a ottenere una stima esterna dell’impronta di carbonio di uno dei fondi Desjardins dalla famiglia più popolare di ambientalisti: SocieTerra. Tuttavia, al 30 settembre 2021, il fondo SocieTerra Canadian Equity aveva un livello di gas serra di circa 4,1 tonnellate per $ 100.000, secondo i nostri calcoli, tanto quanto un SUV.

Desjardins non ha voluto convalidare la nostra stima. La portavoce, Chantal Corbeil, tuttavia, afferma che i fondi azionari o di diversità americani di SocieTerra, ad esempio, hanno un’impronta pari alla metà di quella delle azioni canadesi, secondo i calcoli iniziali della sua organizzazione.

“L’ambito geografico dei mandati di questi fondi ha un’influenza significativa su questo indicatore”, afferma la portavoce Chantal Corbeil.


La Caisse depot et placement du Québec e l’Ontario Teachers’ Pension Plan (Teachers) pubblicano la loro impronta di carbonio nei loro rapporti sugli investimenti sostenibili da due o tre anni.

Al 31 dicembre 2020, Caisse era a 4,9 tonnellate per $ 100.000 e gli insegnanti erano a 4,2 tonnellate. Questi due fondi gestiscono, tra le altre cose, i soldi degli insegnanti per la loro pensione. La Caisse è anche responsabile, tra gli altri, dei fondi pensione dei funzionari del governo del Quebec.

Ciò significa che anche le persone della classe media, come certi impiegati statali che guadagnano 65.000 dollari all’anno, devono interrogarsi sull’impronta di carbonio dei fondi che ricevono. La Caisse, va notato, si è posta l’obiettivo di ridurre questa impronta a 3,2 tonnellate per $ 100.000 entro il 2030.

PSP terribile

Il peggiore del lotto, di gran lunga, è PSP Investments (Federal Public Service Retirement Fund). La sua impronta al 31 marzo 2021 era di 10,1 tonnellate per $ 100.000, l’equivalente di due grandi SUV!

PSP non mi ha fornito una spiegazione coerente per giustificare un tale livello di emissioni. Ma martedì 16 febbraio, alla commissione federale dei conti pubblici, il CEO di PSP Neil Cunningham ha risposto a una domanda del Blocco Québécois sull’ambiente.

Non abbiamo programmi di disinvestimento [de titres pétroliers] per il nostro portafoglio Possiamo disinvestire, ma non cambia nulla rimuovere il carbonio dall’ambiente. Qualcun altro continuerà a comprare [les titres boursiers].

Neil Cunningham, CEO di PSP

“Quindi investiremo per aiutare le aziende a migrare verso modi di fare le cose più ecologici. Non stiamo parlando solo del petrolio, ma di altri settori in cui sono necessari capitali per compiere questa transizione”, ha affermato.

Spiccano la Fondazione CSN e la Fiera

Tra i gestori analizzati spiccano nettamente alcuni, come Fondaction CSN.

Ogni $ 100.000 investiti da Fondaction CSN ha prodotto 2,3 tonnellate di gas serra durante l’anno terminato il 31 maggio 2021. Si tratta di circa la metà degli altri fondi citati, ma anche tre volte inferiore al benchmark S&P/TSX dell’indice con cui Fondaction confronta (7,3 tonnellate per $ 100.000).

Tradotto in linguaggio “carro armato”, Fondaction CSN è l’equivalente di una Toyota Corolla per emissioni (2,1 tonnellate su 20.000 km).

“In Fondaction, il nostro obiettivo è dare un significato al denaro e investire in modo sostenibile”, spiega il vicepresidente, Social Engagement, Daniel Charron. Il suo lavoro è supportato in particolare dall’advisor Gabriel Brice, esperto nella valutazione dei GHG dei portafogli.

L’altra azienda che spicca, a sorpresa, è Fiera Capital. Questo manager non ha nulla a che fare con un fondo pubblico o sindacale. L’organizzazione dedica tutte le sue risorse alla massimizzazione dei rendimenti per i suoi clienti, nella più pura tradizione del capitalismo.

Fiera, però, risulta essere la più green delle aziende messe a confronto, secondo i dati raccolti. Al 31 dicembre 2021, il suo team azionario canadese aveva un portafoglio di società che producevano l’equivalente di 1,7 tonnellate di gas serra per $ 100.000, ben al di sotto dell’indice S&P TSX comparabile per la stessa data (8,1 tonnellate).

Per le azioni globali (StonePine), è ancora più basso, a 0,6 tonnellate, 7 volte meno di un SUV! Impressionante, vero?1

Figlio segreto?

Per molti anni, i team di Fiera hanno sottopesato i titoli petroliferi nei loro portafogli. Come mai ? Perché credono che queste società dipendano dal prezzo della merce e che non abbiano una buona governance.

In breve, i team di investimento, la cui strategia è scommettere su titoli di qualità, hanno naturalmente ridotto i loro portafogli di compagnie petrolifere, spiega il responsabile degli investimenti responsabili, Vincent Beaulieu.

Purtroppo i fondi gestiti da Fiera non sono facilmente disponibili per i privati. Fiera gestisce principalmente denaro proveniente da fondi istituzionali (piani previdenziali aziendali) o da clienti facoltosi. E questi clienti, va detto, potrebbero avere richieste specifiche che aumentano l’impronta di carbonio.


C’è ancora molta strada da fare per misurare adeguatamente i gas serra di aziende e imprese di investimento. Cosa fare con alcune aziende tecnologiche come Apple, ad esempio, che esternalizza la produzione dei suoi telefoni esclusivi, con i gas serra associati?2

Tuttavia, gli investitori possono davvero fare la differenza e, attraverso le loro scelte, costringere i fondi comuni di investimento e le aziende a essere più ecologici in modo da non perdere l’accesso a capitali preziosi. Il tuo capitale.

1. Si segnala che Fiera utilizza i dati dell’azienda MSCI (ESG) per calcolare le impronte di carbonio dei propri portafogli. Questi dati portano a risultati inferiori di circa il 10-15%, il che, ad esempio, porterebbe i dati di Fiera Canadian Equity da 1,7 tonnellate per $ 100.000 fino a circa 2,0 tonnellate, possibilmente.

2. Queste domande sono tanto più urgenti in quanto i canadesi investono massicciamente in fondi ESG senza sapere fino a che punto le aziende dei fondi acquistati siano realmente preoccupate per le questioni ambientali, sociali e di governance (ESG). Alla fine di marzo 2021, il valore dei fondi sostenibili canadesi si attestava a 18 miliardi, con un aumento del 160% anno su anno. L’argomento è una preoccupazione dei Canadian Securities Administrators (CSA), che temono il “greenwashing”.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment