Orologi

Orologi connessi: il match tra Garmin e Huawei – High-tech

In alternativa, Huawei e Garmin hanno rilasciato due smartwatch altamente efficaci. Calibrato per atleti non duri ma regolari, che non vogliono essere appesantiti da un dispositivo troppo costoso e troppo pesante. Senza negare nulla alla loro connettività. Qual’è il migliore? Tendenze rifare il gioco.

Huawei Watch GT 3: in piena forma

Con il GT3, Huawei offre uno smartwatch premium che offre numerose funzioni avanzate per il fitness, con una bella interfaccia e fino a 14 giorni di durata della batteria con una singola carica. Dotato di una localizzazione GPS molto completa, il GT 3 permette di localizzare sia in città che in luoghi remoti. L’app di navigazione fornisce indicazioni passo-passo al polso, così non devi avere il telefono in mano. L’orologio è anche in grado di analizzare lo stress, allenarti negli esercizi di respirazione, controllare la sua playlist audio, mostrare notifiche, rispondere ed effettuare chiamate e persino accedere a un’alternativa a Google Maps dal suo polso. Se non ha un ECG, ha un sensore SpO2 e ha un sensore di temperatura cutanea. Una funzione ancora rara, che non troverete su un Apple Watch. Fluido e veloce, completo nella parte sportiva (più di 100 modalità di monitoraggio dell’allenamento) e nella sua cartella clinica, l’orologio connesso di Huawei pecca però per l’assenza del pagamento contactless ma lo compensa con i suoi strumenti intelligenti, la sua autonomia record e navigazione davvero fluida. Offrendo una nuovissima esperienza interattiva, Huawei Watch GT 3 è dotato di una corona rotante con feedback tattile. Ciò semplifica la navigazione tra i menu. Alla fine, il GT3 trova un buon compromesso tra una connettività relativamente completa, inclusa la riproduzione musicale autonoma, e un monitoraggio approfondito di molte attività sportive indoor o outdoor. A un prezzo così competitivo, è difficile trovare di meglio.

Garmin Venu 2 Plus: il giusto equilibrio

Garmin Venu 2 Plus, pag
Garmin Venu 2 Plus © pag

Gli smartwatch Garmin possono fare molto, ma è sempre mancata una cosa: il controllo vocale. Svelato all’ultimo Consumer Electronic Show, il modello Plus aggiunge al già ottimo Garmin Venu 2 un microfono, così puoi controllarlo con i comandi vocali, effettuare e ricevere chiamate dal tuo polso e persino rispondere ai tuoi messaggi di testo manualmente. . Enorme vantaggio: Venu 2 Plus consente agli utenti di integrarsi con qualsiasi assistente vocale (Siri, Bixby o Google Assistant), indipendentemente dal sistema operativo. Con oltre 25 app per lo sport, 75 opzioni di fitness e allenamento, funzioni di pagamento, musica e misurazioni del battito cardiaco, Garmin Venu 2 Plus ti consentirà di valutare in dettaglio le tue prestazioni sportive. Oltre ai soliti sensori per misurare il movimento, lo stress, la frequenza cardiaca o l’ossigenazione del sangue, questo modello incorpora un termometro cutaneo che avviserà di determinati cambiamenti fisiologici. Il cardiofrequenzimetro è uno dei più accurati che abbiamo visto su questa tipologia di prodotti. Per non rovinare nulla, lo schermo AMOLED avanza rispetto agli standard del brand con una definizione migliore. Lato batteria, il miglioramento è molto evidente: dura facilmente nove giorni senza abusare della posizione GPS. Meno lussuoso dell’ultimo modello Huawei, gioca la carta della competenza sportiva. Leggero, discreto e dal design molto gradevole, fa punti grazie ai suoi comandi vocali e facendo parte del ricchissimo ecosistema Garmin.

Huawei Watch GT 3: in piena forma Con il GT3, Huawei offre uno smartwatch premium che offre molte funzioni avanzate per il fitness, con un’interfaccia piacevole e una durata della batteria fino a 14 giorni con una singola carica. Dotato di una localizzazione GPS molto completa, il GT 3 permette di localizzare sia in città che in luoghi remoti. L’app di navigazione fornisce indicazioni passo-passo al polso, così non devi avere il telefono in mano. L’orologio è anche in grado di analizzare lo stress, allenarti negli esercizi di respirazione, controllare la sua playlist audio, mostrare notifiche, rispondere ed effettuare chiamate e persino accedere a un’alternativa a Google Maps dal suo polso. Se non ha un ECG, ha un sensore SpO2 e ha un sensore di temperatura cutanea. Una funzione ancora rara, che non troverete su un Apple Watch. Fluido e veloce, completo nella parte sportiva (più di 100 modalità di monitoraggio dell’allenamento) e nella sua cartella clinica, l’orologio connesso di Huawei pecca però per l’assenza del pagamento contactless ma lo compensa con i suoi strumenti intelligenti, la sua autonomia record e navigazione davvero fluida. Offrendo una nuovissima esperienza interattiva, Huawei Watch GT 3 è dotato di una corona rotante con feedback tattile. Ciò semplifica la navigazione tra i menu. Alla fine, il GT3 trova un buon compromesso tra una connettività relativamente completa, inclusa la riproduzione musicale autonoma, e un monitoraggio approfondito di molte attività sportive indoor o outdoor. A un prezzo così competitivo, è difficile da battere.Garmin Venu 2 Plus: il giusto equilibrioGli smartwatch Garmin possono fare molto, ma gli manca sempre una cosa: il controllo vocale. Svelato all’ultimo Consumer Electronic Show, il modello Plus aggiunge al già ottimo Garmin Venu 2 un microfono, così puoi controllarlo con i comandi vocali, effettuare e ricevere chiamate dal tuo polso e persino rispondere ai tuoi messaggi di testo manualmente. . Enorme vantaggio: Venu 2 Plus consente agli utenti di integrarsi con qualsiasi assistente vocale (Siri, Bixby o Google Assistant), indipendentemente dal sistema operativo. Con oltre 25 app per lo sport, 75 opzioni di fitness e allenamento, funzioni di pagamento, musica e misurazioni del battito cardiaco, Garmin Venu 2 Plus ti consentirà di valutare in dettaglio le tue prestazioni sportive. Oltre ai soliti sensori per misurare il movimento, lo stress, la frequenza cardiaca o l’ossigenazione del sangue, questo modello incorpora un termometro cutaneo che avviserà di determinati cambiamenti fisiologici. Il cardiofrequenzimetro è uno dei più accurati che abbiamo visto su questa tipologia di prodotti. Per non rovinare nulla, lo schermo AMOLED avanza rispetto agli standard del brand con una definizione migliore. Lato batteria, il miglioramento è molto evidente: dura facilmente nove giorni senza abusare della posizione GPS. Meno lussuoso dell’ultimo modello Huawei, gioca la carta della competenza sportiva. Leggero, discreto e dal design molto gradevole, fa punti grazie ai suoi comandi vocali e facendo parte del ricchissimo ecosistema Garmin.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment