Borse

Le borse in vetro soffiato della mostra Coperni infiammano il web: incontrano i loro creatori

Con il suo compagno Pierre Dupont, La scatola di Breanna è il capo dello studio di lavorazione del vetro Paradiso. Se questo nome non significa nulla per te, le loro creazioni probabilmente ti parleranno di più: sono questi due designer che hanno disegnato le borse in vetro soffiato presentate durante la sfilata. Lenzuolo autunno inverno 2022-2023. “Arnaud e Sebastian [respectivement le fondateur et le directeur artistique de la marque] seguivamo il nostro lavoro da un po'”, spiega la coppia. “Ci hanno inviato un messaggio su Instagram che si è trasformato in una chiamata Zoom, ed è così che è nata la nostra collaborazione”.

Gigi Hadid sfoggia una borsa a mano in vetro soffiato disegnata da Peter e Breanna.

Francois Durand

Incontri preziosi

I due amanti hanno iniziato a soffiare il vetro all’inizio della pandemia. Per aiutarli a disegnare le borse per lo spettacolo, hanno chiamato uno dei loro amici più fedeli: il maestro della soffiatura del vetro, Josh Raiffe. “Josh è una delle prime persone che abbiamo incontrato quando siamo andati per la prima volta al Brooklyn Glass Studio”, dice Pierre Dupontoriginario di Copenaghen, ha preso lezioni di soffiatura del vetro durante i suoi studi. “Siamo circondati da una comunità di creativi, tra cui Josh Raiffe è uno di loro, che ci ha incoraggiato a iniziare. Per noi è importante metterli in evidenza e condividere la nostra rete”, aggiunge.

Per gentile concessione dell’Heven

Queste borse mozzafiato hanno visto la luce in appena un mese. “Abbiamo trascorso una giornata disegnando e facendo brainstorming. Dopo due giorni di lavoro in studio, i prototipi erano perfetti così com’erano”, racconta La scatola di Breanna. Le corna erano una sua idea, e ce l’aveva molto prima che si parlasse di collaborare con la giovane etichetta apprezzata da star come Doua Lipa. “Abbiamo progettato un decanter con le corna per un amico e ho pensato che ci fosse qualcosa in cui scavare, il design era così bello!” continua la giovane.

Come puoi immaginare, lavorare il vetro è un’arte delicata: la mano non deve tremare e la temperatura in forno può raggiungere i 1650°C. Ma la coppia si dice orgogliosa dei pezzi imperfetti. “Non buttiamo mai nulla, seguiamo il flusso. Nascono così i pezzi più interessanti”, spiega Pierre Dupont.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment