Concezione

La concezione del potere di Vladimir Putin in Russia attraverso la mostra Funny Peace a Verdun

Il Centro Mondiale per la Pace di Verdun (Mosa) propone la mostra “Funny Peace”. Si tratta di doni offerti tra capi di stato francese, russo e ucraino. Così possiamo scoprire, tra l’altro, i doni di Vladimir Putin alla Francia.

Il Centro Mondiale per la Pace di Verdun (Mosa) presenta due mostre. Uno che parla di regali scambio tra capi di Stato “tesori della diplomazia”. E un altro sull’Europa dal 1945.

“Funny Peace” è una mostra che parla dell’Europa dal 1945. Attualmente viene aggiornata ogni giorno per seguire l’attualità in Ucraina, dopo l’invasione della Crimea nel 2014, tra Ucraina e Russia. La guerra fredda e le conseguenze di tutta questa storia nelle nostre vite di oggi. “I doni in generale sono caratterizzati dai simboli del potere, un potere unico quello di Vladimir Putin, sia dai riferimenti alla grande Russia, la Russia degli zar Vladimir Putin ha sempre la volontà di personalizzare il dono, il potere personale di Vladimir Putin”disse Filippo Hansch, direttore del Centro Mondiale per la Pace.

E questa mostra presenta anche regali e oggetti complementari come calendari o il busto di Putin.

Questo la dice lunga su ciò che sappiamo di questa aggressione in Ucraina. È una specie di programma?

– Vediamo attraverso gli oggetti che offre, al presidente francese e agli altri presidenti certamente, la sua concezione del potere che rimane una concezione di un potere solitario, molto forte e unico. Un po’ come l’immagine del potere degli zar.

Cosa troviamo con questi regali?

– I doni offerti dai leader sono sempre rivelatori del messaggio che si vuole trasmettere alla propria controparte. Quali sono i simboli, quali valori, l’indipendenza, la democrazia, il rapporto con la Chiesa ortodossa in Russia. Possiamo così decodificare i messaggi politici.

Il Centro espone i doni scambiati tra i Capi di Stato. Così possiamo capire meglio la situazione attuale. Possiamo quindi scoprire la concezione del potere del presidente russo Vladimir Putin.

Le rappresentazioni di Cremlino sono molto spesso su incisioni o oggetti di uso quotidiano come penne.

Vediamo attraverso gli oggetti che offre, al presidente francese e agli altri presidenti certamente, la sua concezione del potere che rimane una concezione di un potere solitario, molto forte e unico.

Philippe Hansch, direttore del Centro Mondiale per la Pace

Ci sono anche simboli sulla grande Russia imperiale, quella degli zar. Ad esempio, c’è un vaso della fabbrica imperiale di San Pietroburgo, opera offerta a François Hollande in occasione della visita dello zar Nicola II in Francia. Un tempo in cui i due paesi erano ancora alleati.

il Centro Globale per la Pace attua azioni in risposta all’evoluzione degli eventi in Ucraina. Le sedici stanze degli alloggi collettivi sono offerte allo Stato per accogliere i profughi ucraini.

Giovedì 10 marzo 2022, presso il Centro Mondiale per la Pace, le Libertà ei Diritti Umani, Sabine Thillaye, Presidente della Commissione Affari Europei presso l’Assemblea Nazionale, presenterà le sfide della Presidenza francese dell’Unione Europea.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment