Moda

Il pallone tondo, la nuova passione dell’industria della moda

(ETX Daily Up) – La moda ha sempre stretto collaborazioni tanto originali quanto prestigiose. L’arte, certo, ma anche la gastronomia, l’industria automobilistica, o anche il cinema, sono tra i suoi campi preferiti… Ma oggi si invita in un universo dove nessuno l’aspettava, il calcio. Una nuova ossessione all’origine di collezioni sorprendenti, che seducono un pubblico sempre più ampio.

Se la moda ha da tempo ispirato il mondo del calcio, sembrava improbabile qualche anno fa che accadesse il contrario. Eppure, i più grandi stilisti di oggi sembrano totalmente affascinati dalla palla rotonda. Non si accontentano più di trasformare i calciatori in ambasciatori delle star, né di fornire abiti di lusso alle squadre più prestigiose del pianeta. No, anche loro intendono approfittare della loro ora di gloria, con ole e altri canti di tifosi, imponendo i loro vestiti per terra.

Un inevitabile riavvicinamento?

A prima vista, il lusso e il calcio sono due universi molto distinti e altrettanto distanti. Da un lato l’élite delle grandi capitali della moda, dall’altro uno sport popolare. Ma nel tempo i ponti tra questi due circoli si sono rivelati numerosi, se non altro perché il lusso si sta appropriando dei codici stradali ormai da diversi anni, e le star del calcio sono tra le più seguite sui social network, come Cristiano Ronaldo e Lionel Messi che ha quasi 750 milioni di abbonati su Instagram, più di Kim Kardashian e Kylie Jenner messe insieme.

È bastato alle più grandi case di moda assicurarsi i servizi di questi calciatori che muovono il pubblico ad ogni partita. Testimone la recente partnership forgiata da Dior con Kylian Mbappé. L’attaccante del Paris Saint-Germain ora presta la sua immagine alle creazioni Dior Homme, così come al profumo Sauvage. Un bel momento clou per la casa francese. Ma oggi è proprio sul prato che l’industria della moda vuole imporsi, immaginando ora le maglie delle squadre più in voga al mondo.

La maglia da calcio, il massimo dello chic

Indossata dalla stilista Christelle Kocher, la griffe Koché è una delle prime ad aver mostrato la sua passione per il calcio. Nel 2017, il marchio ha annunciato una partnership con il Paris Saint-Germain, mostrando magliette da calcio alla Fashion Week. Incredibile ma vero. E il marchio non si è fermato qui, visto che ha appena svelato una nuovissima collezione con il club di calcio italiano AC Milan e il marchio Puma articolato attorno all’upcycling. L’idea? Trasforma le maglie invendute rossonere in pezzi couture.

Nel 2020 è stato il marchio Balenciaga a fare breccia nel mondo del calcio, ma a modo suo. Nessuna partnership per la casa di lusso, ma una collezione di maglie che portano l’immagine di un club che non ha mancato di conquistare consensi unanimi, il Football Balenciaga. Questi tentativi successivi hanno continuato a moltiplicarsi negli ultimi anni, fino a scoprire oggi associazioni che probabilmente non avrebbero mai visto la luce in passato.

Per celebrare il 120° anniversario del Real Madrid e il 20° anniversario di Y-3, frutto della collaborazione tra lo stilista Yohji Yamamoto e adidas, ha appena visto la luce una collezione commemorativa. In gioco? Diversi pezzi, tra cui maglie, top da riscaldamento e pantaloni, sono stati completamente reinventati con l’estetica avant-garde del designer giapponese, il logo “Y-3” ha sostituito quello del marchio a tre strisce. Anche se questa non è la prima collaborazione con la squadra di calcio di Madrid, questa collezione ha un tocco più fashion che mai, spinto da una campagna eccezionale con alcune delle leggende del club, a cominciare da Karim Benzema. .

Pochi giorni dopo, Stella McCartney è entrata in campo, sempre in partnership con adidas. Ma questa volta si trattava di presentare una collezione donna pensata appositamente per i giocatori della squadra dell’Arsenal. Giacca con cappuccio, leggings, maglia pre-partita e un paio di sneakers adidas by Stella McCartney Ultraboost 22 compongono questa collezione Arsenal Donna, che sarà presentata sul prato dell’Emirates Stadium il 26 marzo, poi disponibile nei negozi due giorni dopo.

Una cosa è certa, i creatori più avanzati hanno infatti iniziato a investire nel mondo del calcio. Un fenomeno che dovrebbe aumentare nei prossimi mesi con l’avvicinarsi della Coppa del Mondo FIFA, che si terrà in Qatar il prossimo novembre.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment