Portafogli

Gli ETF possono aiutare i RESP a crescere

Quando ho creato i miei portafogli oltre 10 anni fa, li ho usati su tutti i conti della mia famiglia per i nostri investimenti. I bambini erano ancora piccoli e ho adottato un profilo di investimento dinamico per i loro RESP. Poiché non avevo intenzione di prelevare denaro dal conto per diversi anni e avevo la flessibilità di attendere eventuali correzioni di mercato, mi trovavo a mio agio con un portafoglio composto al 100% di azioni.

Nel mio articolo sulle donazioni di beneficenza, ho spiegato che ho sovrappeso gli ETF tecnologici sin dall’inizio dei miei portafogli.

Ho scelto il Technology Select Sector SPDR Fund (NYSE Arca:XLK) di State Street di Boston per la mia posizione tecnologica. Nel mio portafoglio più aggressivo, questa posizione rappresentava fino al 10% della mia allocazione azionaria.

Mantengo posizioni sovraponderate solo se la performance del fondo è superiore a quella dell’indice del mercato generale. Nell’ultimo decennio, XLK ha registrato un rendimento annuo del 20,08%, rispetto al 14,44% di SPY, l’ETF S&P 500 di State Street.

Durante la pandemia ho utilizzato buona parte della crescita di XLK ottenuta negli anni nei miei investimenti non registrati per creare una fondazione di beneficenza. Questo stesso investimento ha giocato un ruolo importante nel mio portafoglio RESP.

La creazione di un RESP per i figli ei nipoti dei miei clienti è qualcosa che faccio regolarmente e fa parte di una strategia di investimento familiare efficiente dal punto di vista fiscale. È uno dei pochi modi ancora esistenti per fare soldi differendo le tasse e che permette di ottenere un aiuto aggiuntivo dal governo sotto forma di sovvenzioni.

Ci sono diversi fattori da considerare quando si sceglie un profilo di investimento per un RESP. In genere, l’orizzonte di investimento per questi fondi è lungo, ma poiché il beneficiario si avvicina all’età minima di prelievo di 18 anni, può avere senso avere investimenti nel conto equivalenti a contanti da spendere.

Nel caso di un RESP familiare, per adeguare il profilo di rischio del portafoglio deve essere presa in considerazione l’età di tutti i figli, poiché l’orizzonte di investimento varierà in base all’età di ciascun beneficiario.

La vita dopo RESP

Gli studenti universitari sono ormai lontani mesi dalla fine del loro semestre invernale, che per alcuni significa laurea. In questo periodo dell’anno, mi viene spesso chiesto di dare consigli ai figli dei miei clienti su come iniziare a risparmiare una volta terminata la scuola e iniziare a guadagnare un reddito costante.

Le persone che sono nuove nella forza lavoro generalmente stanno meglio usando un TFSA (e talvolta un RRSP se il loro stipendio iniziale è alto). Se i guadagni sono bassi nei primi anni di lavoro, lo saranno anche i diritti di detrazione RRSP. Potrebbe essere saggio consentire ad una parte o a tutta la stanza dei contributi RRSP di accumularsi per utilizzarla quando il reddito è più alto. Questa possibilità deve essere valutata caso per caso.

Si tratta di conti che in genere sono inferiori a $ 80.000 e ho creato tre modelli di portafoglio ETF per questi conti più piccoli:

  • equilibrio;
  • crescita;
  • e crescita dinamica.

Questi modelli si basano sui miei portafogli di investimento discrezionali standard, ma contengono meno ETF, da sei a otto, anziché i 15 o più dei miei modelli principali. Gli ETF includono BMO S&P/TSX Capped Composite Index ETF per l’esposizione azionaria canadese, Vanguard US Total Market Index ETF per le azioni statunitensi e BMO MSCI EAFE Hedged to CAD Index ETF per l’esposizione internazionale. I portafogli hanno poche o nessuna posizione satellite o settoriale. Di conseguenza, le commissioni di gestione medie sono relativamente basse.

Quando questi portafogli raggiungono oltre $ 80.000, passiamo al modello di portafoglio standard.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment