Portafogli

Fai da te un portafoglio o scegli un ETF?

Il trading richiede conoscenza, abilità e disciplina. (Foto: 123RF)

Gli ETF all-in-one sono molto importanti per gli investitori che non hanno le conoscenze, le capacità o la disciplina per costruire un portafoglio da zero.

Questi prodotti offrono una nuova svolta su un classico prodotto di fondi comuni di investimento: fondi bilanciati. La differenza sta nel modo in cui vengono commercializzati, come vengono scambiati e nella loro composizione sottostante. Marketing a parte, gli ETF all-in-one offrono i vantaggi di liquidità di un’azione, pur mantenendo posizioni in componenti indicizzati a basso costo, creando un prodotto eccezionale che rende la diversificazione tra asset e titoli di asset class più accessibile che mai per l’investitore canadese.

Rimuovi il “armeggiare” per lo scommettitore

Gli agenti di cambio sono in circolazione da sempre. E da molti anni costruiscono i propri portafogli utilizzando componenti ETF. Questi prodotti fanno un lavoro migliore? E così facendo, stanno rimuovendo la parte “fai da te” dell’equazione?

Per il nuovo investitore con una piccola somma da investire, le risposte sono spesso sì e sì.

Considera cosa dovresti fare come investitore “fai da te”.

In primo luogo, la diversificazione. La creazione di un portafoglio ben diversificato che non solo copra più classi di attività (come azioni e obbligazioni), ma mostri anche una diversificazione geografica, richiede un’elevata quantità di ricerca.

In secondo luogo, l’asset allocation. Garantire che l’asset allocation (mix tra azioni e obbligazioni) corrisponda al livello di rischio che puoi assumere come investitore è una parte fondamentale dell’investimento che richiede una disciplina rigorosa nel ribilanciamento a una frequenza ragionevole.

Terzo, rischio. Per coloro che hanno bisogno di un reddito costante da questi investimenti, strutturare un portafoglio per generare reddito e vendere al momento giusto richiede fare dei compiti.

Se non hai la conoscenza, l’abilità o la disciplina necessarie per questo, o anche se i meccanismi per effettuare operazioni regolari nel tuo conto di intermediazione sono difficili, non cercare oltre: trovare un ETF all-in-one. probabilmente un buon punto di partenza.

Gli argomenti a favore del “fai da te”

Naturalmente, per quelli di voi che sono inclini a fare il lavoro (o hanno interesse a farlo), creare il proprio portafoglio di prodotti bilanciati su misura offre tre distinti vantaggi:

1. Scegli i finanziatori.

Le dimensioni di diversi grandi gestori di fondi quotati in borsa significano che possono offrire la maggior parte dei loro prodotti ETF a basso costo. I fornitori di ETF che dispongono di questi prodotti hanno il netto vantaggio di investire nei propri ETF sottostanti su larga scala, il che non solo aiuta il gestore del fondo, ma dà loro la possibilità di trasferire quei risparmi agli investitori che, altrimenti, pagherebbero un MER più elevato acquistando la componente finanzia individualmente. Tuttavia, non tutti i gestori di fondi offrono i migliori prodotti nell’asset allocation.

2. Scegli selettivamente attivo/passivo

Uno degli argomenti per investire passivamente è che il mercato è generalmente efficiente. Cioè, le informazioni sono ampiamente diffuse e qualsiasi nuova informazione sulle società viene rapidamente quotata al prezzo di un’azione o di un’obbligazione. Pertanto, è molto difficile per un gestore di fondi battere l’indice in questi mercati e investire nell’indice stesso può darti risultati migliori, soprattutto dopo aver tenuto conto delle commissioni di gestione (che sono più elevate per la gestione attiva). Ma che dire dei mercati che non sono efficienti? I mercati emergenti (come Brasile, Cina, Corea del Sud, ecc.) in cui le informazioni sulle società non sono così ampiamente diffuse, probabilmente vi sono maggiori opportunità per i gestori di fondi di produrre rendimenti in eccesso (noti anche come Alpha). L’investitore fai-da-te che sceglie le proprie componenti può scegliere di investire in ETF a gestione attiva in questo spazio, o un fondo comune di investimento a gestione attiva se disponibile tramite l’intermediazione di sconto (cercare una versione “Serie D”).

3. Sostenibilità (ESG)

La popolarità e la crescente domanda di scelte di fondi sostenibili sono cresciute in Canada. Nel corso del 2021, le attività in fondi sostenibili ed ETF di fornitori canadesi sono raddoppiate, sottolineando ulteriormente l’interesse degli investitori in questo spazio. Detto questo, degli ETF all-in-one, solo una manciata si pubblicizza (tramite il nome del fondo o la divulgazione) come investimenti sostenibili. Per gli investitori interessati a incorporare ESG, investimenti a impatto o temi ambientali, sembra che la scelta dei propri ETF possa offrire una scelta più ampia di quella contenuta in un prodotto all-in-one in questa fase. , anche se sospettiamo che ciò cambierà presto man mano che più fornitori seguire la tendenza.

About the author

michaelkorsoutlet

Leave a Comment